Montagna%2Cski

Montagna%2Cski

La nazionale paralimpica presenta la nuova stagione alla fiera Skipass - La Stampa

La nazionale paralimpica presenta la nuova stagione alla fiera Skipass

01/11/2019 14.38.00

La nazionale paralimpica presenta la nuova stagione alla fiera Skipass

Settimana prossima in Olanda esordirà in campo internazionale una nuova sciatrice con disabilità visive

Settimana prossima in Olanda esordirà in campo internazionale una nuova sciatrice con disabilità visiveLa guida Ylenia Sabidussi e Martina Vozza apripista ai Mondiali di Sella Nevea 2019. La settimana prossima a Landgraaf l'esordio internazionale

G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano Calhanoglu, c'è l'offerta dell'Atletico Madrid Sparatoria Ardea, morto suicida il killer che si era barricato in casa - Tgcom24

Alberto Dolfin - ModenaPubblicato il01 Novembre 2019La Fisip è ormai di casa alla fiera Skipass. Come ogni anno, la Federazione degli Sport Invernali Paralimpici si è presentata alla platea emiliana in vista della nuova stagione, che scatterà già la prossima settimana con l’appuntamento di sci alpino a Landgraaf. E, proprio in Olanda, ci sarà la prima volta in campo internazionale di una nuova sciatrice della categoria Visually Impaired (atlete con disabilità visive): Martina Vozza. La sedicenne friulana sarà guidata da Ylenia Sabidussi.

«Le quote rosa sono una delle piacevoli novità di quest’inverno e, oltre Martina, puntiamo molto sull’affermazione della trentina Chiara Mazzel tra le Visually Impaired - esordisce Tiziana Nasi, presidente della Fisip -. Poi, sempre nello sci alpino, ci sarà la milanese Maddalena Codevilla tra le Standing (atlete con disabilità fisiche che sciano in piedi, headtopics.com

ndr), mentre nello sci nordico, grazie alla collaborazione di Costantino Perna, si sta avvicinando la piemontese Anila Hoxha, che proviene dal canottaggio». Una delle curiosità legate alla Nazionale azzurra paralimpica di sci alpino è che si è separata la coppia d’oro composta da Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal. Dopo 8 medaglie mondiali (tra 2017 e 2019) e 4 gemme alla Paralimpiade di PyeongChang 2018, i due trentini hanno scelto di seguire strade diverse: Giacomo sarà pilotato dall’ex atleta delle Fiamme Gialle Andrea Ravelli, mentre Fabrizio è la nuova guida di Chiara Mazzel.

Nella presentazione modenese c’è stato spazio anche per lo snowboard. Il nuovo atleta scovato dal responsabile tecnico azzurro Igor Confortin e presente a Skipass si chiama Riccardo Cardani. «Ho avuto un incidente in moto quando avevo 17 anni e il mio braccio destro è rimasto paralizzato - racconta il ventisettenne lombardo -. Da quel momento non ho smesso di fare sport e questa componente mi ha aiutato sia sotto l’aspetto fisico sia sotto quello mentale. Facevo nuoto e, in tre anni di agonismo, ho vinto 7 ori, 7 argenti e 4 bronzi a livello italiano. Dallo scorso anno poi, mi sono avvicinato alla Fisip e la squadra di snowboard mi ha subito accolto a braccia aperte».

A rappresentare la squadra italiana di sci nordico c’era, invece, il preparatore atletico Paolo Marchetti: «Siamo un gruppo giovane con tanti ragazzi vogliosi di dimostrare le proprie doti. Ci vorrà del tempo, ma sono sicuro che raccoglieremo dei frutti e incrementeremo anche il numero di praticanti. Per quanto riguarda gli allenamenti, abbiamo lavorato duramente già da quest’estate con tanti accorgimenti, tra cui quello di adattare lo skiroll per atleti che hanno bisogno di uno slittino come Giuseppe Romele».

Il quadro è completato dal parabob, disciplina che ambisce a entrare nel programma delle Paralimpiadi invernali, magari proprio nell’edizione italiana di Milano Cortina 2026. «Abbiamo già due atleti che hanno partecipato alla Coppa del Mondo e ai due Mondiali disputati negli ultimi inverni - spiega la presidente Nasi -. Hanno ottenuto risultati interessanti, per cui ci auguriamo davvero che presto la disciplina sia presente anche sul palcoscenico più importante». headtopics.com

La moglie di Johnson al G7 con abiti noleggiati Il sondaggio di Pagnoncelli | Meloni sorpassa la Lega di Salvini. Pd primo partito (ma il centrodestra resta avanti) Cina: “Finito il tempo che un piccolo gruppo decideva le sorti del mondo”

Un prezioso supporto alle attività della Fisip arriva anche dalla Nazionale Artisti Ski Team (Nast), capitanata dal musicista e autore Luca Jurman, che quest’inverno organizzerà dei camp di avvicinamento agli sport della neve per bambini con disabilità, aiutandoli a coltivare il sogno di diventare campioni paralimpici.

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

La Regione Piemonte è la nuova proprietaria del Forte di Exilles - La StampaStipulato l'atto notarile che lo trasferisce dal Demanio. Cirio: “Ora rilanceremo questa risorsa unica”. Lo stesso Cirio Assessore per quattro anni? Ora i piemontesi lo manterranno ...

Liliana Segre: “La commissione contro l’odio​​​​​​rafforza la nostra democrazia” - La StampaLa senatrice a vita scampata alla Shoah: “Molti senatori astenuti poi sono venuti a stringermi la mano” MarcGral ..... cioè la democrazia totalitaria comunista a 5stelle. Si è prestata ad un giochino sporco e nascosto, tendente alla soppressione del diritto ancestrale del pensiero e della parola. Una censura nel ricordo e con la scusa della shoah. Vergogna. Detto da una compagna.......

Beltrame ferma la Pro: contro la Juve U23 decide il gol dell’ex - La StampaForse la stanchezza, forse il turnover, forse la paura di vincere. La Pro contro la JuveU23 non riesce a fare la stessa grande partita che ha fatto a Siena. O contro l’Arezzo. E finisce sconfitta per 1-0, con Beltrame, ex di turno, che castiga i leoni. Gilardino cambia tanto nell’undici bianco che manda in campo contro la Juve U23. Un turnover spinto. Una necessità con i bianchi, che contro i bianconeri, giocano la quarta sfida in dieci giorni. Una scelta tattica che non premia la Pro, che in campo cerca punti di riferimento ma fatica a imporre il proprio gioco. In difesa le rivoluzioni sono poche rispetto alla mediana, con Bani e Mal al fianco di Schiavon e in attacco, completamente inedito con Cecconi al centro e Romairone e Della Morte sulla fasce. La Juve under 23 ha fisicità, possesso palla, ma sotto porta non sembra così titanica. La prima vera occasione è infatti dei leoni: un tiro a giro di Romairone si stampa sul palo. Chissà se quella palla fosse andata in rete: la gara avrebbe preso una piega diversa? Non ci sono controprove. La Juve, al primo allungo, al primo vero tiro in porta invece trova il vantaggio: ironia della sorte il gol porta la firma di Beltrame, giocatore che in carriera ha vestito la maglia bianca ma che a Vercelli non ha lasciato il segno ai tempi della serie B. Ma è proprio il gol dell’ex che sblocca la sfida, fino a quel momento equilibrata, con la Juve ben messa in campo e la Pro a cercare di coprire gli spazi per non lasciare metri agli avversari. Un gran destro che porta la Juve in vantaggio. E su quella rete la Pro tentenna: la manovra diventa più farraginosa. I bianchi tentennano. E neppure Cecconi, che tra i piedi ha una bella palla, riesce a mettere il suo nome nel tabellino marcatori. Gilardino a Siena aveva detto «abbiamo bisogno di uno schiaffo per reagire». Lo schiaffo bianconero c’è, ma manca la reazione della Pro. Anzi, è la Juve che sfiora il raddoppio: Pecchia inserisce Lanini al posto di Beltrame e proprio il nuovo entrat

Basket: una Novipiù fiduciosa affronta la squadra dalle rimonte impossibili - La StampaCasale-Bergamo al Palaferraris stasera 30 ottobre alle 20,30 per il turno infrasettimanale

Manovra, cambia la norma sulle auto aziendali: salve quelle ecologiche - La StampaManovra, cambia la norma sulle auto aziendali: salve quelle ecologiche Andate a fare in culo... altri voti che volano via...cazzoni! La lotta non e' tassare a sorpresa, ma vietare di produrre se inquinano! Il punto e' che dell'inquinamento non ve ne frega un cazzo, ma di inculare soldi alla gente si, merde! RIVOLUZIONE!

Basket, l’overtime consacra la Novipiù regina in A2: gara emozionante con Bergamo - La StampaBasket, l’overtime consacra la Novipiù regina in A2: gara emozionante con Bergamo