La ministra Marta Cartabia e la giustizia verso la riforma: «Al centro resta la persona»

La ministra Marta Cartabia e la giustizia verso la riforma: «Al centro resta la persona»

19/09/2021 01.19.00

La ministra Marta Cartabia e la giustizia verso la riforma: «Al centro resta la persona»

La guardasigilli al «Festival dell’Umano»: «Quando una madre partorisce all’interno di un carcere c’è qualcosa che non è umano». Sulla questione di genere: «Dove non ci sono donne la giustizia è più povera». Andrea Pezzi: «Il dono italiano è la nostra naturale spontaneità verso l’umano»

La Giustizia che ha in mente non ha la benda, ma mille occhi. «Per acuire la sua capacità di vedere, affinché il suo sguardo arrivi sempre alle persone, sia da una parte che dall’altra». È la sfida che vinse Atena, istituendo l’Aeropago, «in cui si passa dal restituire il male all’ascoltarsi», e trasformando infine le Erinni in Eumenidi, divinità della giustizia e non della vendetta. Ed è la lezione dei

Morta dopo AstraZeneca, perizia: 'Camilla era sana, effetto avverso al vaccino' Måneskin inarrestabili: tre nomination agli MTV EMAs 2021 Salvini: Meloni rompa i coglioni a Pd e 5 Stelle, non a noi

Miserabilidi Hugo, quando l’ispettore Javert si getta nella Senna. «Il suo atteggiamento è cambiato quando ha visto l’umanità di Jean Valjean, che non è solo ladro e malfattore». Con immagini efficacila guardasigilli Marta Cartabia ha parlato della sua idea di giustizia

nell’epoca di una tecnologia sempre più veloce. «La tecnologia è un’alleata straordinaria», ha risposto al direttore delCorriere della SeraLuciano Fontana duranteil Festival dell’Umano che si è svolto ieri a Milano al Museo della Scienza e della Tecnologia headtopics.com

, promosso dall’associazione «Io Sono» fondata da Andrea Pezzi, Cristiana Capotondi e Carlo De Matteo (). Ma, ha aggiunto la ministra, resta «fondamentale il fattore umano, imprevedibile, che è anche causa di errore, ma dà vita a una giustizia che guarda negli occhi la persona e la prende in considerazione non come un numero».

Carceri, questione di genere, estradizioneSenza entrare nel meritoriforma della giustizia, di cui ha anticipato solo i temi di due capitoli — uno sulla «giustizia riparativa» e l’altro sullo «status delle vittime nel processo» — Cartabia ha affrontato molti argomenti. Il carcere? «Se non sappiamo dire che cos’è un carcere umano, allora andiamo a vedere e proviamo a dire che cos’è un carcere disumano e partiamo da lì.

Quando una madre partorisce in carcere c’è qualcosa che non è umano». La rieducazione parte da piccoli gesti. «Consentire un colloquio, proporre un’attività, può far scattare la scintilla. Sentire gli ergastolani recitare Dante e concludere “e quindi uscimmo a riveder le stelle” ti fa venire i brividi».

Sulla richiesta di estradizione dalla Francia degli ex terroristi: «Ci si chiede che senso abbia dopo 40 anni insistere con le estradizioni, ormai hanno vissuto la loro vita. Ma l’esigenza della verità è intramontabile». Sulla questione di genere: « headtopics.com

Assurdo: Jacobs fuori dai 10 in nomination per Atleta dell'anno! No green pass: Trieste si prepara a un altro venerdì nero. Ma il fronte del porto si sfalda Trieste è la città con la più alta incidenza di contagi nell'ultima settimana. La Regione: 'Ci sono meno vaccinati della media' - Il Fatto Quotidiano

Dove non ci sono donne la giustizia è più povera. Non perché debbano esserci quote. La società è plurale: se manca lo sguardo femminile manca qualcosa». Sull’Afghanistan: «Sono stati anni molto belli di cooperazione con le istituzioni afghane per la costruzione di uno stato di diritto. Tra protagonisti di questa costruzione c’erano donne di grande coraggio e straordinaria dedizione. Ora rischiano tantissimo. L’Italia ha portato fuori circa 5.000 persone. Salvare loro significa anche salvare la memoria, la possibilità che quel patrimonio di valori non vada perduto».

Leggi di più: Corriere della Sera »

Cinema, Daniel Craig riceve la stella sulla Hollywood Walk Of Fame - Spettacolo

E' la 2704/a celebrita' a essere onorata sulla via delle star (ANSA)

Grazie Marcello 💩 HA PERFETTAMETE RAGIONE E SPERO CHE LEI RIESCA A FARE QUALCOSA, IL CARCERE DEVE SERVIRE PER FAR RINASCERE LE PERSONE CHE SBAGLIANO PER UNA VITA MIGLIORE Farebbe meglio a non parlare di giustizia.. Se al centro resta la persona come definisce la Cartabia il green pass dalla stessa approvato in CdM?

Ad una frase del genere ci si alza e si esce senza nemmeno salutare.

Scossa sui vaccini: la corsa al green pass fa volare le prenotazioni nelle RegioniL’annuncio sull’obbligo di green pass nei luoghi di lavoro da metà ottobre fa ripartire le adesioni alla campagna vaccinale in diverse Regioni Per forza… perdi il lavoro? Che riscontro interessante!!! Ma che strano, a cercare di trovano notizie un po’ diverse… tra cui, solo il 65% italiani ha doppia dose….. Si chiama ricatto lavorativo su di una questione in cui non c'è obbligo

Inarrestabile Bebe Vio: al via WEmbrace Sport e la sua Academy - iO DonnaAppuntamento il 25 ottobre a Milano per una serata benefica a favore di sport e disabilità. E poi si parte con la Bebe Vio Academy

Covid: ad Alicudi la scuola più piccola d'Europa si prepara al rientroLeggi su Sky TG24 l'articolo Covid: ad Alicudi la scuola più piccola d'Europa si prepara al rientro

Trionfa la Carmen al Teatro Massimo di Palermo: 11 minuti di applausiLeggi su Sky TG24 l'articolo Trionfa la Carmen al Teatro Massimo di Palermo: 11 minuti di applausi

Mattarella: 'La difesa comune europea rafforza anche la Nato'Il presidente rilancia a Napoli il progetto per i settant'anni della presenza dell'Alleanza atlantica in Italia

Megan Rohrer è il primo vescovo transgender: la svolta storica per la Chiesa luterana - iO DonnaLa chiesa apre in maniera importante alla diversità: la rivoluzione parte dalla Chiesa Evangelica luterana d’America