Asti

La discarica di Cerro importa la spazzatura - La Stampa

La discarica di Cerro importa la spazzatura

16/07/2019 11.20.00
Asti

La discarica di Cerro importa la spazzatura

Con l’ampliamento riceve carichi anche dal resto del Piemonte. Prosegue il piano di investimenti di Gaia

L’Astigiano non solo non rischia alcuna emergenza rifiuti per i prossimi quindici anni, ma alla discarica di Cerro Tanaro stanno arrivando anche camion di spazzatura proveniente da altre città del Piemonte, da Piacenza e da Parma, da quando sono stati avviati i lavori di ampliamento. A fine anno avrà ricevuto 80 mila tonnellate di materiali di scarto, quei materiali, non pericolosi, che non finiscono nel ciclo della differenziata. La metà provengono da 115 Comuni astigiani soci di Gaia, la società astigiana che si occupa di recupero, trattamento e smaltimento, le altre 40 mila dal resto della Regione e dal bacino di Iren Ambiente, socio al 45%

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino”

.Il piano industrialeValido fino al 2023, il piano prevede l’arrivo di circa 60 mila tonnellate in più ogni anno. L’area di Cerro aveva rischiato di diventare satura, ma nonostante questo non è mai stata chiusa, perché ha continuato ad accettare conferimenti riducendo solo i quantitativi e senza aumentare i costi per le amministrazioni pubbliche, spiegano da Gaia. I lavori di ampliamento erano iniziati lo scorso anno con la costruzione e l’apertura di una nuova vasca, entrata in funzione il 3 dicembre. Gli altri due lotti previsti saranno pronti uno entro la fine del 2020 e l’altro per la fine del 2021. In totale ci saranno circa 700 mila metri cubi dove smaltire oltre 500 mila tonnellate di rifiuti. Il costo degli investimenti previsti per questi ultimi due lotti è di circa 6 milioni di euro.

Gli investimentiIl Piano industriale, che va ad ampliare la capacità ricettiva di tutti e quattro gli impianti astigiani di trattamento dei rifiuti e delle 12 ecostazioni del territorio, prevede grandi investimenti anche all’impianto di compostaggio della borgata Martinetta a San Damiano dove è in corso la ristrutturazione per tornare a produrre compost e per la prima volta anche biometano. headtopics.com

I lavori stanno procedendo da cronoprogramma. Tre le fasi: la prima sarà ultimata a ottobre, quando si prevede che riparta la raccolta dell’umido e nel giro di tre mesi l’avvio di produzione di compost per l’agricoltura; lo step successivo nell’estate 2020, quando sarà pronto il nuovo digestore per la produzione di biometano. Oggi, che l’impianto è fermo (i cancelli erano stati chiusi ad aprile 2018), i rifiuti «umidi» prodotti nell’Astigiano continuano a essere esportati, ma non rappresentano una spesa gravosa per il bilancio di Gaia.

Investimenti per i prossimi anni sono previsti anche alla linea di lavorazione della plastica dell’impianto di Valterza, per passare da 18 mila a 30 mila tonnellate di materiali plastici di recupero trattati con una spesa di 5, 6 milioni di euro. Entro l’anno il via alle gare di affidamento.

Altri 6,6 milioni di euro saranno utilizzati per il processo di riciclo, per migliorare il trattamento meccanico biologico (tmb) e la produzione del combustibile solido secondario (css), un materiale di recupero prezioso che trasforma i rifiuti in carburanti per alimentare centrali e altri impianti produttivi. Nelle dodici ecostazioni invece stanno per essere ultimati i lavori di automotizzazione e ammodernamento.

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

La Borsa corre con Amplifon e Recordati - La StampaIl Banco guida i cali del credito. Male anche Saipem

La prova: Bose Frames, gli occhiali intelligenti per la musica e l’audio - La StampaUna montatura, lenti scure come dei normali occhiali da sole, ma dentro nascondono altoparlanti e sensori che aprono le porte alla realtà aumentata con i suoni. E l’effetto è sorprendente .

L’ospedale: “Nessuna discriminazione Quella è la prassi” - La StampaLa lettera di dimissioni con la scritta “omosessuale”. Il primario: scriviamo anche che il paziente è etero. Ma la privacy non esiste più, questo è omofobo non esiste, non ho mai visto su un cartellino di Dimissioni che ci sia una scritta verso le tendenze sessuali siamo veramente allo schifo più assoluto e nessuno si ribella sono veramente molto ma molto delusa😠😠😠😠😱😱😱🤮🤮🤮🤮

Mercedes “dà voce” alle elettriche: in un video la differenza tra Europa e Usa - La StampaDal luglio 2019 l’Unione Europea ha reso obbligatorio dotare tutte le auto elettriche di nuova generazione di un sistema di allerta sonoro

Tigri e leoni nati deformi negli allevamenti industriali creati per la “medicina” cinese tradizionale - La StampaNascono deformi. Malformazioni che li condannano a una vita dolorosa. Sino a quando la stessa mano che ha causato quei problemi toglie loro la vita. E’ il triste destino a cui vanno incontro leoni e tigri a causa della consanguineità che si verifica negli allevamenti “industriali” per soddisfare la sempre ... lazampa fulviocerutti La medicina tradizionale cinese è una me...da. Poco più che superstizione. Anche le loro pratiche religiose sono superstizione, per lo più volte ad ottenere salute e denaro. E' un popolo privo di etica e per questo pericoloso per l'intero pianeta. lazampa fulviocerutti Che triste ☹️ lazampa fulviocerutti Che orrore!

Arriva la nuova “Torino Airport App” - La StampaAl via da oggi, lunedì 15 luglio, la nuova Torino Airport App, l’applicazione scaricabile gratuitamente da Google Play e Apple Store che punta a migliorare e personalizzare l’esperienza dei passeggeri all’aeroporto di Caselle. Per lo stesso scopo, anche il portale e-commerce di Torino Airport è stato rinnovato. Molte le funzionalità di questa App, disponibile sia in italiano che in inglese. Innanzitutto la comodità di un viaggio totalmente paperless, perché la nuova applicazione permette di acquistare e conservare direttamente sul cellulare i ticket per servizi quali parcheggi, Fast Track e Piemonte Lounge, con sconti che possono variare tra il 10% e il 50%. Con la funzione “Order&Pick up” si potrà ordinare la propria spesa e ritirarla in appositi locker in Area riconsegna bagagli quando si atterra all’Aeroporto. “Da casa al gate” permette invece di stimare con precisione i tempi necessari per arrivare dalla porta di casa fino alla porta d’imbarco, tenendo anche conto dei tempi di attesa ai controlli grazie a un sistema intelligente di monitoraggio e gestione delle code. Infine il servizio di “tracking real time”, per rimanere costantemente aggiornati sullo stato del proprio volo fino al momento dell’imbarco. Lo sviluppo dell’applicazione è stato possibile grazie al lavoro congiunto in sessioni di co-design, ma soprattutto grazie all’ascolto di numerose interviste ai passeggeri sulle loro esigenze. Molti i partner che hanno aderito al progetto: Barbonese, Camicissima, K-Way, Max Mara, Weekend, Robe di Kappa, Superga, +39, Baladin, Crai Supermercati, l’Amme e Rossorubino.