La Cina rischia un nuovo focolaio di coronavirus (e le mascherine saranno cruciali)

Coronavirus a Wuhan: nuovo focolaio senza mascherine diffuse

02/04/2020 09.06.00

Coronavirus a Wuhan: nuovo focolaio senza mascherine diffuse

Mascherine a meno del 50% della popolazione? Non basterà. Uno studio calcola quale livello delle due misure di controllo comunemente usate sia necessario per prevenire una ripresa dell’epidemia

EmailLa Cina è in una posizione unica per aiutare il resto del mondo a capire se le misure di quarantena che hanno avuto successo nel contenimento del COVID-19 a Wuhan possano essere allentate consentendo al contempo una ripresa dell’attività economica.

George Floyd, 'omicidio volontario' per gli agenti. Scontro Trump-Esper - Nord America Renzi propone il condono sui soldi in nero: 'Voluntary disclosure sul contante. Chi lo tira fuori paga tassa del 15% e non viene perseguito' - Il Fatto Quotidiano Roma, ordine di sgombero per il quartier generale di Casapound. La viceministra Castelli: “Si ristabilisce la legalità”

Obiettivo riaperturaL’eliminazione delle restrizioni di quarantena a Wuhan e la riapertura dei trasporti con il resto della Cina è diventata la priorità assoluta per i politici cinesi. In un nuovo studio eseguito da esperti locali si determina quale livello delle due misure di controllo comunemente usate (distanziamento sociale e uso della maschera facciale) sia necessario per prevenire una ripresa dell’epidemia dovuta a casi attivi residui a Wuhan o a casi importati dopo la revoca della quarantena.

Cruciale quanti mettono la mascherinaGli scienziati hanno esaminato sei date proposte per l’interruzione della quarantena. Quando il contatto pubblico fosse tornato al 100% rispetto al livello pre-quarantena e l’uso delle mascherine diffuso al 95%, della popolazione, l’epidemia avrebbe seguito un regolare declino verso la scomparsa, indipendentemente dal giorno di revoca della quarantena. Al contrario, quando l’uso delle mascherine fosse stato ridotto al 50%, qualsiasi data di interruzione della quarantena prima del 25 aprile si sarebbe tradotta in un secondo grave focolaio. Ricordiamo che attualmente la data di fine delle restrizioni di massa a Wuhan è fissata per l’8 aprile. La combinazione tra un uso diffuso delle mascherine e una limitazione dei contatti pubblici possono portare a un regolare declino dell’epidemia, indipendentemente dalla data di fine delle restrizioni. Con una data di revoca anticipata al 21 marzo, le mascherine dovevano essere utilizzate almeno dall’85% della popolazione.

Cautela anche per assembramenti e trasporti«Lo studio – scrivono gli autori – dimostra che è possibile revocare la quarantena e controllare l’epidemia, ma solo se rimangono in vigore misure specifiche come l’uso diffuso della maschera facciale e la limitazione dei contatti pubblici. L’adozione di altri metodi come test, la tracciabilità dei contatti e il frequente lavaggio delle mani ridurrebbe ulteriormente la probabilità di una seconda ondata. I governi dovranno determinare anche in che modo ridurre al minimo i contatti pubblici nei luoghi di lavoro, nei negozi, nei luoghi di intrattenimento ed eventi pubblici. Anche gli spostamenti interurbani dovrebbero essere ridotti al minimo. Il ripristino completo del trasporto pubblico interurbano può richiedere mesi ed è necessaria un’attenta pianificazione delle dimensioni dell’afflusso di popolazione». «Infine, fanno notare gli studiosi, mantenere un uso continuo di maschere facciali tra la popolazione può essere difficile per una serie di motivi, in primo luogo per la quantità di materiale necessario e poi perché l’uso diffuso potrebbe limitare criticamente la loro disponibilità presso gli operatori sanitari ad alto rischio».

2 aprile 2020 (modifica il 2 aprile 2020 | 07:46) Leggi di più: Corriere della Sera »

senza vaccino il virus risalterà sempre fuori. Inutile illudersi E intanto hanno riaperto i mercati con cani, gatti e pipistrelli... Poi vengono a darci una mano... 🤡 Chissà quanti contagiati conteranno questa volta

Coronavirus, Lamborghini avvia la produzione di mascherine a Sant’AgataLa Casa del Toro (gruppo Audi) inizia a realizzare nel suo stabilimento i mascherine chirurgiche e visiere protettive mediche per il Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna Visto che sono firmate, avranno prezzi proibitivi!?.... Brava Elettra! (Ah, no?)

Coronavirus, Lamborghini avvia la produzione di mascherine | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Coronavirus, Lamborghini avvia la produzione di mascherine | Sky TG24 Sara04400782 Finalmente posso avere una Lamborghini anche io ..il problema sara' il bollo

La moda e le mascherine fai da te Stilisti, sarte e aziende al lavoroI francesi di Coperni hanno messo a disposizione in rete il cartamodello. A casa le artigiane: “Ci siamo inventate piccole catene di montaggio con i nostri mariti”. Nelle fabbriche quasi tutte le macchine convertite alla nuova produzione. Sembrano lontani i tempo in cui indossarne una (costosissima) era cool o quando in passerella quelle di Marine Serre inquietavano tutti. Türkiye’den İspanya ve İtalya halkına sevgilerle🇹🇷🇪🇸🇮🇹 With affection from Turkey to the Spanish and Italian people.🇹🇷🇪🇸🇮🇹 Con cariño desde Turquía al pueblo español e italiano. 🇹🇷🇪🇸🇮🇹 Con affetto dalla Turchia ai popoli Italiano e Spagnolo.🇹🇷🇪🇸🇮🇹

Coronavirus, 'dalla Cina potevano arrivare subito 1000 respiratori e 500mila mascherine ma Regione Friuli ha ignorato la segnalazione' - Il Fatto Quotidiano“Avevo segnalato ai vertici della Regione Friuli Venezia Giulia che un rivenditore cinese era in grado di fornire 1.000 respiratori polmonari e 500mila mascherine chirurgiche FfP2 per l’emergenza coronavirus. Ma nessuno mi ha dato retta. Eppure avevo scritto allo staff del presidente Massimiliano Fedriga e inviato messaggi whatsapp al mio ex compagno di scuola Riccardo … Che strano. Mi sa che tanti elettori leghisti in questo momento si stanno mangiando le mani... Sveglia!dalla cina è arrivato il virus.Sveglia! daje che er 1aprile2020 finisce tra meno di 7 ore

Cina, riparte la produzione della componentistica autoMa la domanda di vetture nuove è ancora ferma. Secondo le previsioni tornerà ai vecchi livelli a giugno

America-Cina di Mercoledì 01 aprilemgergolet marilisap viviana_mazza mikele_farina SimoneSabattini GiuseppeSarcina guidosant guidoolimpio massimogaggi AndreaMarinelli Chi se ne frega. Con tutte le notizie più importanti. Gli italiani non sanno chi sono in ogni caso.