La «bolla del Covid» e la coperta di Linus - VanityFair.it

Ci si prepara a un ritorno alla vita vera, eppure molte persone potrebbero ancora avere a che fare con gli impatti emotivi della pandemia

22/06/2021 09.31.00

Ci si prepara a un ritorno alla vita vera, eppure molte persone potrebbero ancora avere a che fare con gli impatti emotivi della pandemia

Ci si prepara a un ritorno alla vita vera, eppure molte persone potrebbero ancora avere a che fare con gli impatti emotivi della pandemia

Roberto D'AgostinoQuesto articolo è pubblicato sul numero 24-25 di Vanity Fair in edicola fino al 22 giugno 2021Il mondo contemporaneo è preda di una nevrosi, per ora clandestina. Per mesi siamo stati rinchiusi, davanti allo schermo di un computer, indossando pigiami e tute. Il lockdown ci ha spinto a coprirci il volto con una mascherina. Lontani dagli occhi e dal contatto di tutti. Nel momento in cui, grazie a una vaccinazione di massa, sta cadendo il confine tra il nostro appartamento e il resto del mondo, dovremmo avere la lucidità di capire che era una cacciata dall’eden: andatevene, appartatevi, il virus uccide.

Zingaretti riceve la seconda dose del vaccino anti-Covid: 'Per tornare liberi bisogna immunizzarsi. Chi dice il contrario è un bugiardo' - Il Fatto Quotidiano Tokyo 2020, terza medaglia Italia: Longo Borghini bronzo nel ciclismo A Rignano non c’è neanche Matteo. Finisce deserta la festa di Italia Viva - Il Fatto Quotidiano

Uscire di casa, finalmente, può e deve voler dire la cancellazione del trauma.L’ultimo weekend ha riportato in gran parte dei Paesi del mondo occidentale immagini festose di riunioni di famiglia e spiagge affollate, ristoranti presi d’assalto e gente in strada felice della prossima fine di un’esistenza «anormale». Aria! Aria! È tutto a posto ora? No: il ritorno alla vita «vera», sorpresa!, non piace a tutti. Uno psicologo clinico ha detto alla Cnn che molte persone potrebbero ancora avere a che fare con gli impatti emotivi della pandemia. «Dopo essere passati dall’interruzione dell’isolamento allo sforzo travolgente della vaccinazione di massa, il passaggio a una vita più normale potrebbe non essere così semplice per tutti», ha detto il dott. Jeff Gardere. «Ci eravamo trovati in una bolla molto sicura… E ora annaspiamo. Molte persone hanno paura di tornare al lavoro, riprendere il proprio posto tra i banchi di scuola, incontrare gli amici nei bar e in pizzeria e togliersi la mascherina», ha aggiunto. «La gente soffre di ansia». L’ansia di gettare la tuta e vestirsi, l’ansia di lasciare la protettiva cuccia casalinga, l’ansia di riapparire in società: per tanti vuol dire tornare sotto le forche caudine del giudizio degli altri. E soffrire.

Così per molti la «bolla del Covid» è diventata una gabbietta per essere felici e la mascherina si è trasformata in una miracolosa «coperta di Linus». Vi ricordate? Il bambino più piccolo della compagnia dei Peanuts è in grado di intrattenere il suo amico Charlie Brown con disquisizioni filosofiche, ma fatica a separarsi dalla sua copertina. Nella descrizione che ne fa Charles M. Schulz c’è proprio tutto il post-Covid: il terrore di non riuscire ad affrontare il mondo senza quello sporco e liso ma rassicurante pezzettino di stoffa, la paura dell’ignoto, il disorientamento di fronte alla sua sparizione. headtopics.com

Del resto, ammettiamolo, sarà capitato a tutti di sentirsi incapaci di lasciare la casa dove siamo cresciuti, di usare le sigarette come un calmante, di mollare il fidanzato storico: non sono forse anche queste copertine di Linus che devono rassicurarci sulla nostra esistenza? Che ci piaccia o meno, spesso siamo ancora tanti piccoli Linus, timorosi di fare un passo al di fuori della nostra zona di sicurezza, di preferire quindi un WhatsApp a un bicchiere di buon vino con gli amici.

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Euro 2020, Mattarella a Wembley esulta per vittoria dell'Italia. FOTO

Leggi su Sky TG24 l'articolo Euro 2020, Mattarella a Wembley esulta per la vittoria dell'Italia. LE FOTO

Per vincere la sfida contro le varianti (e contro la pandemia di Covid) dovremo essere generosiPossiamo con buona ragione immaginare che il nostro sforzo per vaccinare il maggior numero di persone possibile nel più breve tempo possibile possa essere decisivo per risolvere questa emergenza sanitaria Stregoni, Virologi o Faccendieri ?

La letalità del Covid è crollata dell'80% con i vaccini: ora uccide poco più dell’influenzaLo studio dell’Ispi sugli effetti sulla popolazione del piano di immunizzazione. Ma per chi non è protetto i rischi rimangono gli stessi Infatti e' una influenza Tranquilli, adesso apriranno le discoteche e avrete materiale per Ottobre. 'Con i vaccini': differenza dei positivi dovuta al numero di tamponi, morti giornaliere identiche all'anno scorso. Siete dei 🤡🤡🤡🤡

Entro un anno la «pillola anti Covid» - VanityFair.itLa Casa Bianca ha stanziato 3,2 miliardi per la ricerca di una pillola antivirale da prendere ai primi sintomi. La speranza? Che sia pronta per fine anno

Mutilazioni genitali femminili, sotto il Covid torna la minaccia - VanityFair.itLa pratica è riemersa anche nei Paesi, come il Camerun, dove era stata quasi del tutto superata. Anche in Italia vivono 87 mila donne che hanno subito mutilazioni genitali femminili

Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino”Le dure parole del Ministro: «I giudici tornino ad aver e la statura che la Costituzione richiede» E che crisi🤬🤬🤬 Ecco la credibilità Scegliamo meglio quelli che ci sono, mi sembra più veloce come soluzione.

'Tempation Island', ecco la quinta e la sesta coppia - Tgcom24Natascia e Alessio e Federico e Floriana si presentano: si parte il 30 giugno in prima serata su Canale 5