La Bce alla sfida dei lockdown prolungati

La Bce alla sfida dei lockdown prolungati

20/01/2021 13.37.00

La Bce alla sfida dei lockdown prolungati

Le proiezioni di dicembre immaginano confinamenti fino a marzo, ma è molto probabile che si vada oltre. Le condizioni finanziarie restano espansive, ma sono saliti i rendimenti a breve periodo, mentre i prestiti sembrano volersi fermare.

ASPETTATIVE DI INFLAZIONE DI LUNGO PERIODOLoading...Il buon funzionamento delle politiche della Bce sono evidenti anche dall'andamento delle aspettative di inflazione di lungo periodo. Gli inflation rate swaps 5y5y – che si focalizzano sulla dinamica dei prezzi del periodo 2026-2013 – hanno toccato i massimi da febbraio, e sono tornati a quota 1,3, il livello sul quale si erano attestate prima della pandemia (durante la quale è stato toccato un minimo a 0,7175). Non è una situazione soddisfacente: Il presidente Mario Draghi, a fine nel 2019, aveva avvertito del rischio di un ancoraggio delle aspettative tra l'1 e l'1,5%, molto al di sotto del desiderato due per cento, e per questo aveva lanciato un secondo quantitative easing. Segna però la chiusura di una fase di grande anomalia.

Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega' Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi Scontro Ue-Orban, Bruxelles scrive all'Ungheria: 'La vostra legge viola le norme europee' - Europa

Costo del credito allineato in EurolandiaCOSTO DEL CREDITO - IMPRESE NON FINANZIARIELoading...Il passaggio dallo stimolo monetario all'economia reale è, ovviamente, molto condizionato dagli effetti economici dei lockdown e dalle stesse nuove abitudini dei consumatori. La Bce, come le altre banche centrali, ha spiegato ripetutamente che il ruolo economico principale, dopo il personale sanitario totalmente in prima linea, è oggi svolto dalla politica fiscale. Non si può dire però che la politica monetaria non svolga il suo ruolo. Il costo del credito nei maggiori paesi, per esempio, si è ulteriormente avvicinato (a parte l'anomalia, che sta rientrando, dei tassi bancari molto bassi della Francia). La distanza (la dispersione) delle condizioni nei maggiori paesi è ormai ai minimi.

La frenata dei prestitiLA CORSA DEI PRESTITI ALLE AZIENDELoading...L'aumento della base monetaria, gonfiata dagli acquisti di titoli e dalle aste di lungo periodo, ha determinato un'accelerazione – non proporzionale, ma avvertibile – dell'offerta di moneta M1 (banconote e depositi). La crescita dei crediti sembra però essersi fermata dopo il boom di marzo, anche se i prestiti si mantengono a livelli elevati. Nel quarto trimestre gli standard creditizi si sono infatti irrigiditi e la domanda è calata, anche a causa, secondo l'ultima survey, delle sofferenze in crescita. È però anche calata la domanda di prestiti garantiti dallo stato, probabilmente perché c'è meno bisogno di liquidità. È uno spaccato, questo, che richiede un'attenta analisi da parte della banca centrale. headtopics.com

Maggiori rischi al ribassoUlteriori iniziative, in questo scenario – e dopo la revisione di dicembre – non sono quindi necessarie. Grande attenzione a come affrontare un peggioramento della situazione economica è invece opportuna. Non è impossibile quindi – molti analisti ne sono convinti – che la Bce possa segnalare maggiori rischi al ribasso e quindi la volontà di intervenire ancora se la situazione lo dovesse richiedere. Nel complesso però, quella di gennaio sarà la classica riunione wait and see.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Crisi politica e Bce più «avara»: sui bond la Grecia batte l’ItaliaI tassi dei BTp sono più alti di quelli di Atene e fanalino di coda in Eurozona. Lo spread sale a 123, ma gli analisti credono ancora in un recupero quindi siamo riusciti a vincere il premio per la nazione peggiore dell'eurozona da un punto di vista finanziario / economico ? ah no scusate, anche sotto tutti gli altri punti di vista. Ma come di fa a fare un simile paragone? 🤦‍♀️ Ma il paragone non è un tantino 'forzato', giusto per usare un eufemismo?

Per aiutare le banche la Bce riduce i dividendi per gli Stati - Il Fatto QuotidianoNel 2019, prima che la pandemia costringesse la Bce a varare uno nuovo importante stimolo monetario, i profitti realizzati dalle 5 principali banche centrali della zona euro sono arrivati a quasi 22 miliardi. Gran parte sono stati girati agli Stati, come avviene ogni anno da decenni. Una regola che però potrebbe esser messa in discussione …

Mario Draghi, la fotostoria dell’ex presidente della BceLeggi su Sky TG24 l'articolo Crisi governo, Mario Draghi: la fotostoria dell’ex presidente della Bce Basta la lettera all'Italia e lo stop alla liquidità greca. Foto-horror Il presidente che ha dato i soldi alle banche e non ai cittadini. 🚮🚾

«Sui crediti deteriorati la Bce ha evitato lo scenario peggiore per le banche»Elizabeth McCaul, membro del consiglio di sorveglianza del MVU (Bce/Ssm) e responsabile dello Srep, resta fiduciosa: il 2021 è l’anno del ritorno alla crescita

Bce, le incertezze di Lagarde e quei mille miliardi che restano per contrastare la crisiInterventi in crescita significativa nel secondo trimestre Ah no! Per favore! Non questa la! “Rispetto alle tendenze pre Covid la zona euro sta perdendo oltre mille miliardi di investimenti privati in tre anni, quando l’intero Recovery plan ne vale 750 in sei. L’economia è crollata quasi il doppio rispetto agli Stati Uniti e sta ripartendo più piano.” 🇪🇺 È IN RITARDO !