Valentına Arcovıo

Valentına Arcovıo

L'utilizzo delle staminali mesenchimali per combattere Covid-19

22/01/2021 02.34.00

L'utilizzo delle staminali mesenchimali per combattere Covid-19

21 Gennaio 20213 minuti di letturaMentre in tutti questi mesi di pandemia l'attenzione di buonissima parte della comunità scientifica si è concentrata prevalentemente suivaccini e sui farmaci anti-Covid, lo scienziato italianoCamillo Ricordi

La Juve si tuffa su Donnarumma. Blitz di Raiola a Torino. Se parte gratis... Vitalizio a Formigoni, Gomez a La7: 'Fa orrore restituirlo a un condannato per corruzione' [VIDEO] Vitalizio al condannato Formigoni? Chi l'ha concesso dice che era 'un atto imposto da una legge dei 5 stelle'. Ecco perché è una balla - Il Fatto Quotidiano

ha iniziato caparbiamente a seguire un approccio alternativo per la cura dei pazienti colpiti dal virusSars-CoV-2Cell Transplant Center presso l’Università di Miamichedirige, ha iniziato subito a dirottare i suoi studi sullestaminali mesenchimali derivate dal cordone ombelicale contro il diabete di tipo 1

, verso la possibilità di usare queste stesse cellule per la lotta contro ilCovid-19. Approccio ora consacrato con un'importante pubblicazione sulla rivistaStem Cells Translational Medicine, in cui annuncia che il trattamento funziona praticamente in quasi la totalità dei casi gravi. headtopics.com

 Lo studio e i 24 pazienti coinvoltiNel paper vengono descritti i risultati di uno studio controllato randomizzato cheha coinvolto 24 pazienti con Covid-19 ricoverati presso la University of Miami Tower o il Jackson Memorial Hospitalin seguito allo sviluppo di una sindrome da distress respiratorio acuto. Ciascun paziente ha ricevuto

due infusioni di staminali cordonali o placeboa distanza di pochi giorni l'una dall'altra.“Sono state effettuatedue infusioni di 100 milioni di cellule staminali entro tre giorni, per un totale di 200 milioni di cellule in ciascun soggetto nel gruppo sottoposto a trattamento”, dice

Ricordi. Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che il trattamento è sicuro e non presenta eventi avversi gravi. Non solo. La sopravvivenza dei pazienti a un mese di distanza è stata del 91% nelgruppo trattato con cellule staminali rispetto al 42% nel gruppo di controllo

. Tra i pazienti di età inferiore agli 85 anni,il 100% di coloro che hanno ricevuto l'infusione di staminali è sopravvissuto a un mese di distanza. Il gruppo di ricerca diRicordi Leggi di più: La Stampa »

M5s, Crimi: 'Frasi di Casaleggio misere e diffamatorie'

Leggi su Sky TG24 l'articolo M5s, Crimi: 'Frasi di Casaleggio misere e diffamatorie'