L’Italia piomba in inverno: temperatura in picchiata e neve a bassa quota

L’Italia piomba in inverno: temperatura in picchiata e neve a bassa quota

09/10/2020 11.37.00

L’Italia piomba in inverno: temperatura in picchiata e neve a bassa quota

Dopo la pausa anticiclonica arriva una profonda depressione da Nord Ovest: tornano temporali e piogge, ma da lunedì anche il freddo

10:10Dopo la pausa anticiclonica che ha garantito stabilità meteorologica e una breve tregua per l’Italia, ora tornerà il maltempo. Torneranno dunque le piogge, ma anche la neve a quote basse per il periodo con un carico di pioggia e neve questa volta anche sotto i mille metri di quota.

Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Euro 2020, Danimarca-Finlandia finisce 0-1. Belgio-Russia 3-0

Una nuova perturbazione è in arrivo dal Nord Europa e il fronte freddo si affaccerà sulle regioni Settentrionali nel corso di domani: «Arriveranno le prime piogge al Nord e sulla Toscana – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – ma sarà domenica che il maltempo tornerà ad interessare soprattutto il Nordest e le regioni del Centro con rovesci e temporali diffusi, localmente anche di forte intensità. Più ai margini il Nordovest, con precipitazioni più probabili tra Liguria, basso Piemonte e sulla Lombardia sud-orientale, mentre alto Piemonte e Valle d’Aosta dovrebbero vedersi anche delle belle aperture»

Le temperature previste intorno ai 1500 metri martedì 13Capitolo temperatureSarà sul fronte termico che sentiremo il vero freddo. Sarà quasi un assaggio invernale, anche perché in diverse zone di pianura si potranno sfiorare gli 0 gradi o addirittura andare sottozero (in particolare nelle zone di sbocco vallivo o nelle conche in cui ci sarà la possibilità che il freddo ristagni nei bassi strati). Le temperature, infatti, saranno in netto calo tanto. La neve potrà cadare anche sotto i 1000 metri, in particolare sulle zone delle Alpi Orientali. Nevicherà anche sull’Appennino. «In attesa il Sud con sole prevalente, salvo qualche rovescio o temporale anche forte in Campania, più occasionalmente su Molise e Sicilia. I venti saranno in netto rinforzo, di bora sull’alto Adriatico, Tramontana sulla Liguria, Maestrale sulla Sardegna, di Ponente, Libeccio e Scirocco altrove con raffiche anche di oltre 50-60km/h e mari nuovamente molto mossi o agitati» spiega Ferrara. headtopics.com

Le isoterme relativo allo zero termico: come si evince dalla mappa, martedì lo zero termico è previsto intorno agli 800 metri di quota sul Nord EstUn assaggio invernale Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Atene, scontri dopo la condanna di Alba DorataScontri tra manifestanti e polizia davanti al Tribunale di Atene, che ha condannato il partito neofascista Alba Dorata come 'organizzazione criminale' Oh se ne sono accorti alla fine In Italia invece tutti liberi Sembra che il fascismo sia legalizzato Ed essere umani è una condanna!😷😷😷😷😷 Digos Bergamo merda! Eco Bergamo merda DI CERTO NON SI PUÒ DIRE CHE BERGAMO SIA UNA CITTÀ DI CULTURA PARE DI PIÙ CHE TRA POLENTA RADIOATTIVITÀ COCAINA CRISTALLI MEDICIN Ha Bergamo si sono bruciati quei 4 neuroni che avevano!

Caso Inter, dopo Bastoni anche Skriniar positivo al CovidIl difensore si trova attualmente in ritiro con la nazionale slovacca. E' il secondo caso dopo quello del giocatore dell'Under 21

Giro, brilla la stella di Ganna: impresa sulla Sila dopo una fuga di 150 chilometriPer il campione del mondo a cronometro primo successo in una corsa in linea

Trivero riabbraccia il suo storico farmacista: torna a casa dopo 6 mesi di ricovero per CovidSei mesi passati in ospedale a Biella a combattere il Covid, e finalmente nei giorni scorsi il dottor Piero Furno è tornato a casa a Trivero. Lo storico farmacista è stato accolto anche da un comitato di benvenuto che l’ha aspettato davanti alla sua abitazione con tanto di striscione. Commosso per tanto affetto Furno, arrivato da Biella con l’ambulanza e ancora convalescente, ha salutato e ringraziato tutti. Proprio nel pieno della pandemia il farmacista era stato colpito dal virus e ricoverato d’urgenza: le sue condizioni erano critiche tanto da richiedere anche un ricovero in terapia intensiva. Poi il quadro clinico è migliorato nel corso dei giorni. Ma c’è voluto tempo prima di tornare a casa. La farmacia ha proseguito la sua attività grazie alla presenza del figlio Paolo, anche lui farmacista. Tanti i clienti che in questi mesi hanno chiesto notizie di lui, qualcuno ha avuto la possibilità anche di andarlo a trovare durante il ricovero. Proprio per questo quando si è saputo delle sue dimissioni, è stata organizzata l’accoglienza per dimostrargli l'affetto che merita. Piero Furno, ex assessore di Trivero ai tempi di Clara Mello Rella sindaco ed ex consigliere provinciale, è un professionista che ha saputo conquistarsi la fiducia delle persone per il suo modo di fare, ma anche per la sua grande esperienza nel campo sanitario con consigli sempre utili. La sua farmacia per i triveresi, ma non solo, è stata sempre un punto di riferimento importante. Per vederlo di nuovo dietro il bancone forse ci vorrà tempo, ma Trivero intanto ha potuto riabbracciarlo. Ringraziamenti per l’accoglienza sono arrivati anche da parte della famiglia. Tra l’altro Piero Furno è anche pro sindaco di Trivero nel Comune di Valdilana: candidatosi con il gruppo ora all’opposizione «Cambiamento per Trivero» aveva fatto il pieno di voti riuscendo a conquistare la carica, una ulteriore testimonianza della considerazione che hanno i triveresi per lui.

Inter, Skriniar positivo al Covid dopo Bastoni: a rischio per il derby con il MilanLo slovacco è il secondo nerazzurro positivo per il coronavirus dopo Bastoni che lo ha scoperto nel raduno dell’Under 21. Tutti negativi al Napoli possono fare come il napoli ... Ormai c'è il precedente: basta vedere (da domenica scorsa ad oggi) qual è la procedura da adottare! Via regolamenti e protocolli! Quelli non servono più... Poveretto. Ma raccontateci: che sintomi ha? 🤡

Dopo l’emergenza l’agrifood punta sull’innovazioneUno dei settori chiave dell’economia italiana, secondo comparto economico del Paese alle spalle della meccanica ma anche un settore che - grazie a prodotti come il vino, la pasta e ai prodotti a denominazione d’origine - è soprattutto un vero e proprio ambasciatore del made in Italy nel mondo, vuole ritrovare la propria centralità sui mercati