Esteri%2Ciran%2Ciraq%2Cusa

Esteri%2Ciran%2Ciraq%2Cusa

L’Iran ammette: abbiamo abbattuto il volo ucraino per errore - La Stampa

Il ministro degli Esteri Zarif: l’incidente al Boeing precipitato mercoledì dovuto “a un errore umano in un momento di crisi provocato dagli americani”

11/01/2020 09.33.00

Il ministro degli Esteri Zarif: l’incidente al Boeing precipitato mercoledì dovuto “a un errore umano in un momento di crisi provocato dagli americani”.

Il ministro degli Esteri Zarif: l’incidente al Boeing precipitato mercoledì dovuto “a un errore umano in un momento di crisi provocato dagli americani”

7:01DALL’INVIATO A BEIRUT. L’Iran ammette, dopo aver negato per quattro giorni, di aver abbattuto il Boeing 737 ucraino precipitato all’alba di mercoledì dopo essere decollato da Teheran. La commissione delle Forze armate incaricata di fare luce sull’incidente ha ribaltato questa mattina la versione ufficiale, sostenuta fino a ieri sera dalle autorità per l’aviazione civile. Il primo a rivelare l’ammissione è stato il ministro degli Esteri Javad Zarif, esponente dell’ala riformista del regime, con un messaggio su Twitter. L’abbattimento, ha spiegato, è dovuto “a un errore umano in un momento di crisi provocato dall’avventurismo americano che ha portato a questo disastro”.

Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax

Il volo dall’aeroporto Imam Khomeini a Kiev si è schiantato alle 6 e 12 di mercoledì, quattro ore dopo i raid lanciati dalle Forze armate iraniane contro due basi in Iraq che ospitano soldati americani. Le difese anti-aeree erano in massima allerta ma le autorità hanno deciso di non sospendere comunque i voli civili. I responsabili della batteria anti-aerea che ha colpito il Boeing, hanno spiegato i militari, sono stati ingannati “da una improvvisa virata” che ha fatto credere loro a un attacco “contro un obiettivo militare sensibile” situato nei sobborghi della capitale.

Giovedì esperti dell’Intelligence e militari americani di altri Paesi occidentali avevano rivelato che molti elementi facevano pensare all’abbattimento con un missile terra-aria Tor-M1 di fabbricazione russe, in dotazione alle Forze armate iraniane. Adesso un’inchiesta internazionale dovrà stabilire la dinamica dell’incidente. Teheran ha invitato esperti americani, ucraini, canadesi e svedesi. Ci saranno in particolare i tecnici del National Transportation Safety Board (NTSB) americano, che ha già accettato. headtopics.com

Le scatole nere saranno aperte oggi e analizzate “nei prossimi due mesi”. Sul volo c’erano 176 passeggeri e uomini dell’equipaggio. La tragedia coinvolge anche il Canada perché 63 vittime erano di nazionalità canadese o con doppio passaporto, 82 erano invece iraniane, 11 ucraine.

©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...."

Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

ricpuglisi Tralasciando (difficilmente) l’errore umano... realDonaldTrump coscienza pulita ve!? ricpuglisi Certo, è sempre colpa degli americani ...per me hanno più meriti che difetti, però.... Sono degli inetti impediti incapaci e vorrebbero la bomba atomica? Ma che vadano affanculo pecorai zozzi😡😡😡

Gli americani sono il Male Assoluto. Sono degli assassini, chi ha a che fare con questo tipo di gente è loro complice chiunque sia. vi hanno chiamato x correggere il tiro 😂🤣😂🤣😂🤣 Ma chi l’avrebbe mai detto? Ma pensa un po’!

Il tribunale spagnolo smentisce la Corte europea: “Junqueras resta in carcere” - La StampaIl leader indipendentista, condannato a 13 anni, non potrà partecipare alla sedute del parlamento. Puigdemont invece prenderà possesso del seggio. Governo: Sanchez sceglie tre vicepremier donne

Fiamme vicino a casa, il cane abbaia e salva la famiglia - La StampaErano le tre di notte. Tutta la famiglia stava dormendo. Ma non il cane di casa che ha iniziato ad abbaiare. E aveva un buon motivo: vicino all’abitazione era scoppiato un incendio. Il tutto è capitato nei giorni scorsi nel Comune di Triora, nell’Imperiese, e l’intervento è stato fondamentale per ...

La più grande libreria d’Italia: 500 mila titoli al Salone della Cultura di Milano - La StampaFra le mostre, «Il verso d’amore sui Navigli», dedicata ad Alda Merini nel decennale della scomparsa. Brutta copia

Seria A, dove i bomber fanno la differenza ma comanda che difende meglio - La StampaL’Inter di Conte sembra la sua Juve, nessuno ha preso meno reti. Atalanta macchina fa gol Conte un grande ve lo dice un vecchio juventino

Libri per superare le frontiere: la scommessa di Book Mountain - La StampaLa rassegna alla prima edizione terminerà l’11 aprile a Bardonecchia.

La distruzione - La StampaL’ultimo approdo della nostra civiltà è squadernato in una notizia diffusa in solitaria dal Dubbio: a dicembre furono liberati dalla detenzione preventiva (cioè prima del processo) due indagati di Bibbiano, ai quali almeno stavolta si risparmieranno i nomi in pagina. I motivi della decisione sono stati ora illustrati dal giudice delle indagini preliminari: «Concordemente con il pm» si ritiene che «la distruzione dell’immagine pubblica» è tale che i due «devono temere per la loro incolumità» e rende impossibile l’inquinamento delle prove. Non solo. «Il timore della propria immagine pubblica» sconsiglierà chiunque di accostarsi a gente con la reputazione così ben infangata, e ne sortirà un «cordone sanitario» più efficace di «qualsivoglia altra misura cautelare». Riassunto brutale: due innocenti (non secondo me, secondo la Costituzione) sono stati sputtanati al punto da doversene stare alla larga dal consesso umano per non ricavarne sputi o botte, e questo sarà persino più efficace della prigione. Il caso suggerisce un’idea (al ministro Alfonso Bonafede potrebbe piacere): invece del gabbio, catrame e piume e calci nel sedere nella piazza del paese per tutti gli indagati, si risparmia anche sui costi di mantenimento. Se poi malauguratamente saranno assolti, si vedrà. Non è sarcasmo, è il nostro pane quotidiano, e non vorrei se ne riversasse la colpa esclusivamente sulla magistratura. Siete voi i cannibali, la volete voi la carne umana, lo spettacolo sanguinolento con contorno d’indignazione gratis. E siamo noi, noi giornalisti, gli chef stellati di questo osceno pasto. Bizzarri questi del Nord : il Corriere della Sera esce al mattino e il Buongiorno di Feltri lo pubblicano a mezzanotte. Mentre a Napoli Il Mattino esce correttamente al mattino. Quando si dice la superiorità del Sud