L'apocalisse incantanta di Chen Zhen

L'apocalisse incantanta di Chen Zhen

08/10/2020 19.13.00

L'apocalisse incantanta di Chen Zhen

L'HangarBicocca a Milano propone ben venti installazioni dell'artista. L'universo creativo che viene descritto dai lavori è postapocalittico eppure incantato, simile al nostro mondo di tutti i giorni, ma trasfigurato con la forza del simbolo e di associazioni inaspettate

2' di letturaLaica per definizione, l'arte contemporanea va poco d'accordo con il tema della spiritualità. Ma ci sono autori che fanno eccezione, riuscendo nell'impresa di coniugare un approccio concettuale rigoroso ad argomenti e simboli che hanno attinenza con questioni “eterne”. È il caso di Chen Zhen (Shanghai, 1955-Parigi, 2000): percorrere una sua mostra è come seguire un percorso iniziatico, che non regala allo spettatore una specifica e univoca forma di consapevolezza, ma piuttosto lo “ripulisce” dai preconcetti e dalle dicotomie preconfezionate.

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Gabriele Paolini in carcere: la condanna definitiva a 8 anni da scontare nella casa circondariale di Rieti Sara Napolitano, un’ingegnera contro le malattie rare

Nelle sue maestose e spesso monumentali installazioni, interventi quasi architettonici, si coniugano infatti materiale e immateriale, Oriente e Occidente, analisi razionale e sensazione immediata. E non manca un indiretto, ma tagliente approccio critico rispetto alle grandi questioni sociopolitiche dell'epoca postmoderna.

Leggi ancheBergamo si riaccende con Daniel BurenDella Cina ha fatto in tempo a vivere la Rivoluzione culturale, prima di trasferirsi in Francia nel 1986. Qui, abbandonando la pittura, sviluppa il linguaggio dell'installazione che lo farà entrare tra le figure più importanti dell'arte contemporanea, nonostante la breve vita. In Italia, rimane memorabile l'antologica che gli dedicò il Pac nel 2003. Ed è ancora Milano, ora, a dedicargli una grande mostra: l'HangarBicocca propone ben venti sue installazioni. headtopics.com

L'universo creativo che viene descritto dai lavori è postapocalittico eppure incantato, simile al nostro mondo di tutti i giorni, ma trasfigurato con la forza del simbolo e di associazioni inaspettate.Fu Dao(1997) è un enorme, paradossale “pergolato”, un groviglio di elementi vegetali e artificiali dal quale pendono decine di statuine del Buddha.

Dancing Body/Drumming Mind(2000) si propone invece come uno strumento musicale “esponenziale”: sedie, sgabelli, testiere di letti e molti altri oggetti di recupero danno vita a un'enorme cassa di risonanza. E poi si incontrano in mostra ruote di preghiera tibetane, letti, sistemi idraulici, automobili malridotte invase da modellini di automobili come fossero blatte… E non manca l'enorme spazzolone che scende dal soffitto, composto da tubi per la trasfusione e aghi, una delle sue opere più celebri (

Black Broom, 2000).La fantasia di Chen Zhen è vulcanica, ma il risultato è sobrio e misuratissimo. Coniugando con naturalezza culture diverse, cosa niente affatto scontata, i suoi lavori parlano di vita e morte, di corporeità ed elevazione, in ultimo della possibilità della trascendenza. Senza mai nemmeno sfiorare il dogmatismo.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Ipertensione, l'esercizio fisico fa bene anche se si vive in un luogo inquinatoA dimostrarlo è stato un gruppo di ricercatori dell’Università di Hong Kong

Covid, l’Oms: «C’è speranza di un vaccino entro fino anno»Ci sono circa 40 vaccini alla stadio di studi clinici, incluso uno sviluppato dall’Università di Oxford Ma per favore. Ecco, testatelo su speranza e la sua famiglia dopo fateci sapere 😂😂😂 Ma state boni, via.

Captato il canto radio di una nebulosa, resto di una supernovaLeggi su Sky TG24 l'articolo Captato il canto radio di una nebulosa, resto di una supernova Strano non si parla del virus in questo tweet mi sto preoccupando , terrorismo mediatico fra 3,2,1

Marco Carta assolto anche in appello per il furto delle maglietteLa Corte d'Appello di Milano ha confermato la sentenza di primo grado Eh. Carta canta. Che peccato... Grande marco finalmente

Kate Middleton in abito azzurro e décolleté nudeLa Duchessa di Cambridge ha scelto un'altra creazione di Emilia Wickstead tutti hanno COVID -19 !!!

Roma, crolla ponte ciclabile: nessun feritoTragedia sfiorata questa mattina Roma sulla via Laurentina dove è crollato parte del ponte, in legno, della pista ciclabile