Film, Stan Laurel, Oliver Hardy, Cinema Muto

Film, Stan Laurel

L’amore eterno per Stanlio & Ollio (perché ci emozionano ancora)

L’amore eterno per Stanlio & Ollio: perché non smettiamo di emozionarci

07/05/2019 09.56.00

L’amore eterno per Stanlio & Ollio: perché non smettiamo di emozionarci

Dal muto alle comiche in tv, ora il successo del film che li mostra da vecchi. La pellicola sul crepuscolo di Stan Laurel e Oliver Hardy , seconda in Italia al botteghino

Adar retta agli incassi, solo due stagionati eroi del cinema muto hanno saputo frenare la marcia trionfale degli Avengers verso (e presto oltre) il muro dei 30 milioni di incasso in Italia.Dietro di loro, un po’ a sorpresa, si è imposta nel weekend la coppia del grasso e del magro, Stan Laurel e Oliver Hardy, il cui primo grande successo risale a ben 92 anni fa: «Metti i pantaloni a Philip» (1927), quattordicesima comica insieme — si erano incontrati per la prima volta nel 1921 ma avevano iniziato a recitare davvero in coppia nel 1926 — e primo trionfo di una lunga carriera. Che però nel film in questione, «Stanlio e Ollio» di Jon S. Baird, è raccontata quando stava scivolando verso un silenzioso tramonto, portati in Inghilterra all’inizio degli anni Cinquanta per cercare di monetizzare qualche attempato fan. E invece…

18/24 giugno 2021 • Numero 1414 Perché difendo il video della funivia Eriksen operato al cuore: impiantato il defibrillatore cardiaco

Il miracolo della comicitàE invece, anche se raccontati in un momento di declino, quando l’alcol e le malattie li stanno minando, la forza della loro comicità compie il miracolo: all’interno del film che vede la tournée inglese trasformarsi in un trionfo (come fu realmente) ma anche nel cuore del pubblico italiano che ha applaudito il film e lo ha premiato al botteghino. Per merito indubbio della straordinaria coppia di protagonisti — Steve Coogan nei panni di Stanlio e John C. Reilly in quelli di Ollio — ma molto di più perché il fascino dei due comici non smette di far presa. E non solo sui nostalgici di ieri o sui giovanissimi che li scoprono oggi per la prima volta, ma proprio su tutti. E sempre, bisognerebbe aggiungere, ogni volta che ci si imbatte in una delle loro comiche.

Una sicurezza per la RaiLo sanno alla Rai, dove programmare Stanlio e Ollio è una sicurezza per l’audience (quante sono state le repliche delle loro comiche? Forse non le contano nemmeno più), ma lo dimostrano le mille e mille occasioni in cui i due fanno capolino dove meno te li aspetti. Come nel film di Valeria Golino «Euforia», dove Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio si esibiscono nell’irresistibile headtopics.com

pas de deuxdi «I fanciulli del West». Per non parlare di Osvaldo Soriano che con «Triste, solitario y final» ha dedicato loro uno dei più commossi omaggi che la letteratura abbia tributato al cinema.Comicità semplice e diretta

La loro comicità è semplice e diretta, non suscita la risata, la strappa letteralmente anche allo spettatore più refrattario: da una parte l’ingenuità di Stanlio e dall’altra la supponenza di Ollio (che inevitabilmente paga le stoltezze dell’amico), a far da collante l’opposta forma fisica ma anche una serie di «nemici» sempre pronti a intervenire per imporre le loro idee, che si tratti di improbabili colleghi o di burbere consorti. E a delimitare il campo d’azione, una testardaggine degna di miglior causa, che li spinge a perseverare dove chiunque si sarebbe già arreso, quando per esempio vogliono vendere degli alberi di Natale nell’assolata California («Affare in grande», uno dei loro capolavori), devono consegnare un pianoforte in un’abitazione in cima a una scalinata infinita («La scala musicale», non per niente Oscar 1932) o quando per fuggire da un caporeparto infuriato devono fare i conti con una sega elettrica («Lavori in corso», esilarante). Ma forse il loro segreto sta tutto nella carica sottilmente anarchica e però mai nichilista delle loro comiche, dove l’intemperanza diventa sberleffo e la rabbia si placa con una torta in faccia. Universale perché capace di farci tornare tutti bambini.

6 maggio 2019 (modifica il 6 maggio 2019 | 22:12) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

ineguagliabili !! 💗🎹🎶😂 Ma 'noi' chi?

«Io, l’amore dei Sellerio per i libri e un’avventura che dura da 50 anni»«Mio padre era un fotografo. Mia mamma una funzionaria dell’ente regionale per la riforma agraria. Non sapevano nulla di editoria. I primi contratti vennero stilati usando come modello quelli di Leonardo Sciascia con Einaudi». Il racconto deldirettore editoriale della casa editrice fondata dai genitori Enzo ed Elvira

Moto e scooter, ad aprile ancora un rialzo: + 12 per centoSalgono le vendite di moto e scooter. Confermato un tred positivo che dura ormai da 9 mesi consecutivi. In particolare i primi 4 mesi di quest'anno hanno visto un trend sostanzialmente equilibrato sia per le moto che per gli scooter

Cristiano Ronaldo vola ancora in cielo, per lui 101 gol su colpo di testaCon il Torino gol n.601 in assoluto del portoghese

Toro, per il derby Mazzarri graziato e riecco Zaza ma ci sono anche Falque e BaselliSolo una multa per il tecnico granata dopo l’espulsione contro il Milan. Il grande ex e il centrocampista hanno scontato le squalifiche. Coperta corta solo in difesa

Barcellona-Liverpool 3-0: ci vuole un Messi formato super per abbattere i RedsNella semifinale d’andata segna Suarez. Gli inglesi reagiscono e spaventano il Camp Nou, poi arriva la doppietta di Leo Io credo che il Liverpool ribalterà il risultato.

Carol Alt e l’amore (segreto) con Senna: «Lui è il mio unico rimpianto»|FotostoriaLa modella e attrice ebbe una relazione con il pilota: «Il giorno in cui morì decisi di lasciare mio marito» Ora si spiegano tante cose. Quanto era bella Carol Alt?

Ayrton Senna, 25 anni senza un campione eterno - SportF1: il 1maggio di 25 anni fa il tragico incidente di AyrtonSenna, campione eterno ANSA Forse Dio lassù aveva bisogno di un buon autista. Grandissimo pilota e grandissimo uomo Io c'ero, ero in tribuna alla Tosa, quel maledetto 1° maggio 1994. Fu un gran premio tragico, in cui successero tantissimi fatti gravissimi sin dal venerdì. Poi Ratzenberger, e poi lui Senna...

F1: 25 anni senza Ayrton, magico Senna campione eterno - SportF1: 25 anni senza AyrtonSenna, magico campione eterno. 1 maggio 1994 incidente choc: libri, film per l'idolo di tutti FOTO ANSA UN GRANDE.. Ciao Campione, manchi tantissimo.❤️😘

Un asteroide verso la Terra: ci sfiorerà nel 2082. 'Rischio di impatto ancora basso'Si chiama 2019 SD1 passerà molto vicino, a circa 165.000 chilometri. Abbastanza da essere un osservato speciale. Secondo gli scienziati potrebbe Non temiamo le elezioni europee, e dovremmo preoccuparci di un asteroide che arriverà tra 60 anni?

Cina, perché è sbagliato considerarla un «antagonista estraneo»La direttrice della pianificazione politica del dipartimento di Stato americano, Kiron Skinner, ha detto che la Cina è un antagonista più estraneo dell’Urss, perché Marx era portatore di idee europee. Ma Marx è anche un punto di riferimento della Cina stessa

Perché piacciono caffé e birra - Scienza & TecnicaWhat about ciolla e passera? Ma dai non avrei mai detto che piacciono per le loro capacità psicoattive e non per il sapore