John Belushi, in arrivo il doc: gli esordi, i successi, la coca, la tragica fine, cinque cose che non sapete di lui

John Belushi, in arrivo il doc: esordi, successi, la cocaina e la tragica fine, 5 cose che non sapete

01/10/2020 14.46.00

John Belushi, in arrivo il doc: esordi, successi, la cocaina e la tragica fine, 5 cose che non sapete

Sarà diretto da R.J.Cutler e racconterà la vita breve e straordinaria, i film cult e gli abusi fatali di un’icona morta troppo giovane

John Belushi, oggi avrebbe 71 anni Leggi di più: Corriere della Sera »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Grandissimo Davvero? Finalmente non ci speravo piu!

Incontro segreto Toti-Carfagna: prove per un partito dei moderatiIl governatore ligure e la parlamentare di Forza Italia da tempo sostengono la necessità di un partito che accolga chi non condivide le posizioni populiste e sovraniste ho l'acquolina in bocca Per un partito di fascisti moderati. Proporzionale con sbarramento almeno al 5% e preferenze

Alitalia, la Newco non decolla ma è in arrivo nuova richiesta di cig per 6.800 lavoratoriNon c’è accordo nel governo sulla composizione del cda della nuova società pubblica. Il commissario ha pronta la lettera per prolungare fino al 31 marzo la cigs che scade a fine ottobre

Terre Des Hommes lancia la nuova Campagna Indifesa contro la violenza di genere: il numero di telefono gratuito e il nuovo spotContro la violenza un cerotto non basta: la Campagna indifesa e il nuovo spot di Terre Des Hommes iogiocoallapari Grazie di cuore per il supporto alla nostra campagna indifesa! sempre sensibile e attenti a queste tematiche. Grazie di essere con noi indifesa delle bambine e delle ragazze. iogiocoallapari

Se l’invidia uccide a sangue freddo«La miglior vendetta? La felicità. Non c’è niente che faccia più impazzire la gente che vederti felice», scriveva Alda Merini. Senza forse immaginare che, alcuni anni dopo, un ragazzo di 21 anni, Antonio Giovanni De Marco, avrebbe utilizzato l’argomento della felicità per spiegare il proprio gesto omicida. Eppure è proprio quello che è successo un paio di giorni fa, quando il giovane studente di Scienze infermieristiche di Casarano, che lo scorso 21 settembre aveva ucciso a coltellate due fidanzati di Lecce, ha confessato davanti al pubblico ministero di essere stato lui ad ammazzare Eleonora Manta e Daniele De Santis: «Li ho uccisi perché erano troppo felici e per questo mi è montata la rabbia». Peccato che il delitto, De Marco, lo abbia pianificato nei minimi dettagli, agendo a freddo con «spietatezza e totale assenza di ogni sentimento di compassione e pietà verso il prossimo», come scrive il pm nelle pagine che lo inchiodano. E che l’invidia, la rabbia, la frustrazione e l’impotenza non solo non giustifichino nulla, ma non spieghino nemmeno l’efferatezza del delitto. Che ognuno di noi desideri la felicità è scontato: è persino banale scriverlo. La voglia o il bisogno di ottenere ciò che non si ha (o di diventare ciò che non si è), sono il motore stesso dell’agire umano. Senza desideri si resterebbe paralizzati, non si farebbero sforzi, non ci si avvicinerebbe nemmeno agli altri. Cercare di migliorare la propria situazione, talvolta anche se stessi, è ciò che ci spinge a fare compromessi, a modificare le nostre traiettorie di vita, a batterci per raggiungere determinate mete. Spesso l’esempio o la presenza altrui ci stimolano a fare meglio, diversamente, di più. Qualche volta può anche accadere di provare invidia o gelosia. Ma l’invidia o la gelosia diventano assassine solo quando ci si illude che, privando gli altri di ciò che sono o di ciò che hanno, si possa poi essere sereni. Senza capire che l’equilibrio interiore lo si ottiene solo quando la si smette di pa

Notizie calciomercato - Il live di oggi 30 settembreAccordo tra il club sardo e l’Inter per la cessione del cartellino a titolo definitivo sulla base di 12 milioni più due giovani che prenderanno la via di Milano

Trento, il neo-sindaco Ianeselli: 'No a norma discriminatoria, pronti ad assegnare alloggi a stranieri'La decisione del primo cittadino dopo che il Tar ha bocciato un atto della Provincia che prevedeva che i cittadini extra Ue dovessero avere almeno 10 anni di Per forza! Altrimenti chi le raccoglie le mele Scusa, salva anche gli orsi. So che è competenza della provincia ma li c'è una persona che li odia, apri quelle gabbie per favore se no fai il possibile per trasferirli. Ti ringrazio una 70enne che non può camminare se no sarei già lì Peccato che non ti accorgi che i veri DISCRIMINATI sono gli italiani!!!!!Siete ciechi e sordi ,la colpa è di chi vi vota!!!!