Jacobs, l’analisi dei 100 metri: la svolta quando ha liberato il piede

Jacobs, l’analisi dei 100 metri: la svolta quando ha liberato il piede

03/08/2021 05.20.00

Jacobs, l’analisi dei 100 metri: la svolta quando ha liberato il piede

L’allenatore Camossi spiega il lavoro svolto per portarlo alla massima velocità: «Quando il piede vola alla frequenza del battito d’ali di una farfalla uno sprinter non ha più limiti»

fisiologia sportiva. Non è un caso che domenica sul prato e sulle tribune dell’Olimpico di Tokyo ilNew York Timesabbia raccolto e poi passato a uno staff di sette tra fisiologi e biomeccanici — che ci lavoreranno per mesi — le immagini della gara raccolte da oltre 100 fotografi. Se per valutare

Pelé gioca a carte con la figlia Fanpage Il Papa decapita i vertici dei Memores Domini di Comunione e Liberazione per colpe gravi

la velocità di un’automobileil parametro standard è il tempo impiegato per raggiungere da ferma i 100 km/ora, per un grande velocista è il punto della gara in cui tocca i10 metri al secondo. «L’optimum — spiega Camossi, ex triplista di valore — è arrivarci al 18° metro, come lui a Tokyo: vuol dire che sei partito bene e hai rilanciato al massimo». Fino a quel punto,

Marcellera soltanto sesto.Al 24° metro, Jacobs ha innestato il turbo diventando il più veloce di tutti, al 72° ha raggiunto la velocità massima (43 km/ora), solo al 94° ha mollato, per stanchezza e perché non c’erano avversari nel suo orizzonte visuale. «Ha coperto i 100 metri in 45 passi e un piede — spiega Camossi — sviluppando headtopics.com

una falcata di 2 metri e 21. Per togliere quei pochi millimetri di ampiezza a falcata che servivano a ottenere la massima efficienza dai suoi muscoli, evitando ogni irrigidimento, abbiamo brigato per mesi perché lo sprint non è solo correre più veloce, ma

essere il più fluido possibile. L’aspetto più difficile è calibrare gli esercizi di forza: tra il troppo e il troppo poco il margine è minimo.Nelle ultime settimane i pesi non li abbiamo toccati».Tra i segreti di Marcell c’è l

’Optojump, un sistema di fotocellule e sensori montati su binari che analizza i tempi di volo e contatto col suolo nella ripetizione maniacale degli sprint, sputando migliaia di numeri.E poi la famosa «gabbia» di plastica agganciata a un’automobile che vince la resistenza dell’aria

e i cui video (registrati ai Marmi di Roma) spopolano sul web. «Ci corri un 100 metri in 9”40 — spiega Camossi — ma è stretta, scomoda e dentro ci si soffoca. Non serve per andare più veloci, ma per imparare a correre meglio sfruttando la leggerezza dell’aria». headtopics.com

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 25 Settembre: Così destra e sinistra han favorito la mafia - Il Fatto Quotidiano Berrettini show in Laver Cup: Auger Aliassime cede dopo tre ore Emily Ratajkowski già in forma dopo il parto. Metabolismo veloce? Non solo

E le scarpe? DelleNike MaxFly che Jacobs indossava domenica si dice facciano guadagnare fino a 8 centesimi. «Stando a Marcell che le trova molto comode — spiega Camossi — sonoleggermente penalizzanti nel primo tratto e vantaggiose nel finale. In finale le avevano in quattro ma altre hanno caratteristiche simili. Non abbiamo dati oggettivi, ma non ho mai sentito Mennea lamentarsi delle super scarpe di Bolt».

Leggi di più: Corriere della Sera »

Referendum cannabis legale, Magi (+Europa): 'Oggi 200mila firme'

Leggi su Sky TG24 l'articolo Referendum cannabis legale, Magi (+Europa): 'Oggi 200mila firme, è fatto politico'

Marcell Jacobs medaglia d'oro nei 100 metri alle OlimpiadiL'UOMO PIÙ VELOCE DEL MONDO È UN ITALIANO Marcell Lamont Jacobs è l'erede di Usain Bolt: vince la finale in 9'80 [Il racconto - di andtundo] Tokyo2020 Athletics GiochiOlimpici Orgoglio italiano!!! da quando c'é draghi campioni d'europa oro nelle discipline regina dell'atletica e pil superiore alla Germania. Quantomeno conte porta anche SFIGA Metà yankee, non vale.

Tokyo 2020, Jacobs oro nei 100 metri: l'impresa sulla stampa esteraLeggi su Sky TG24 l'articolo Tokyo 2020, Jacobs oro nei 100 metri: l'impresa dell'azzurro sulla stampa estera. FOTO

Numeri e dati dicono che l'impresa nei 100 metri di Jacobs è ancora più grandeL'uomo più veloce della Terra è italiano, l'abbiamo visto tutti: Marcell Jacobs primo nei 100 metri a Tokyo 2020 con un tempo di 9'8… Alle Olimpiadi di Mosca!!! Un minimo di controllo e documentazione era troppo? Chi ha scritto l’articolo e chi lo ha controllato non sono degni di far parte de “la Stampa” con e senza virgolette. MassimGiannini Interessante, ma Mennea il record di 19.72 lo ha fatto alle Universiadi di Città del Messico nel '79, sull'altopiano. Refuso che non inficia il contenuto del pezzo.

100 metri e salto in alto: arrivano due storici ori - Il Fatto QuotidianoPer una volta non è questione di retorica: la giornata di ieri entra nella storia dello sport italiano. Le Olimpiadi di Tokyo ci regalano le perle di Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs: il primo è medaglia d’oro nel salto in alto, il secondo è l’erede di Usain Bolt nell’Olimpo dei 100 metri. Tutto succede nel … Se questa cosa è detta dallo strafatto, credo sia prudente toccarsi i ciglioni! Non si sa mai! Ancora non ci posso credere, devo metabolizzare questa immane vittoria. Ma davvero questi due ragazzi ieri ci hanno ricoperto d'oro? WOW!!!! Lo racconterò ai nipoti,una cosa simile non si può e non si deve dimenticare. Grandissimi, immensi unici!!! Eroici!!! Ha ragione Malagò: questi due ori valgono di più dell'europeo di calcio, molto di più. Senza togliere nulla al genio di Mancini, sia chiaro.

La sfida di Fine Foods: sul piatto 100 milioni per crescere con l’M&ADa luglio il terzista di farmaci, integratori e cosmetici è quotato allo Star. Elevati ricavi da pochi clienti: la società dice che si tratta di solide multinazionali La sfida della Cannabis, ma solo per i più coraggiosi. SpiniNelFianco

Per la prima volta un italiano è nella finale olimpica dei 100 metri: Marcell Jacobs con 9''84Marcell Jacobs ha conquistato la prima finale azzurra nella storia con 9’’84, il nuovo record europeo Ditelo a Salvini