Italiana Coke, via al progetto per controllare le emissioni

23/01/2022 09.14.00

Italiana Coke, via al progetto per controllare le emissioni

Italiana Coke, via al progetto per controllare le emissioni

L’azienda ha affidato l’installazione del sistema di monitoraggio a una ditta specializzata

Modificato il: 23 Gennaio 20222 minuti di letturaItaliana Coke: firmato il contratto con una ditta specializzata: entro il 15 giugno l’installazione del sistema di monitoraggio ai camini prescritto dall’Aia, che sarà attivo da settembre. Intanto si sta pensando anche a nuovi progetti: in primavera verrà presentato il programma di diversificazione delle attività che, forti anche del surplus di energia prodotta, si indirizzerà verso nuovi servizi tecnologici e ambientali, escludendo la termovalorizzazione (inceneritore).

Leggi di più:
La Stampa »

Com'è finito il piano per cambiare ExxonMobil da dentro - Il PostDopo le pressioni di un 'fondo attivista', la grande azienda petrolifera ha annunciato un piano per ridurre le emissioni, giudicato poco convincente

Ritrovato il corpo senza vita del pescatore disperso in un lago nel CasertanoTre notti fa il 38enne si era allontanato per controllare la lenza e da allora si erano perse le sue tracce Qui la colpa di chi è?

Ape sociale 2022, al via la domanda INPS: cosa sapereLeggi su Sky TG24 l'articolo Ape sociale 2022, al via la domanda INPS per il riconoscimento dei requisiti: cosa sapere

Quirinale, Berlusconi tiene tutti appesi. Partiti in tilt, avanza Draghi. Vertice decisivo Letta-SalviniIl Cavaliere non scioglie la riserva, oggi il segretario dem incontra il leghista per convincerlo a dare il via libera al premier e siglare un patto di legisla… Solo berlusconi metterà a posto l’Italia e la Magistratura! Lo hanno bruciato per la corsa al Quirinale, se fosse intelligente dovrebbe ripagarli facendo cadere questo GOVERNO IDIOTA. Sbaglia Berlusconi se rinuncia alla sua candidatura, e sbaglia il cdx ad assecondarlo, dando vinta ancora una volta al csx

Carolina Impu, mora o bionda con la passione per l'Argentina FOTOQualcuno di voi si ricorderà di lei per uno scandalo nato all&39;interno di un albergo della nazionale messicana di calcio, o per le comparsate accanto al il sito di news di calcio n.1 in Italia

Esplosione a Tonga: una petroliera italiana sotto sequestro per danno ambientale (ma in Perù)La «Mare Doricum» stava effettuando operazioni di scarico quando è stata investita dall’onda anomala (a 9.800 km di distanza!) provocando una vasta fuoriuscita di greggio. Lima chiede 34 milioni di euro

MAURO CAMOIRANO Modificato il: 23 Gennaio 2022 2 minuti di lettura Italiana Coke: firmato il contratto con una ditta specializzata: entro il 15 giugno l’installazione del sistema di monitoraggio ai camini prescritto dall’Aia, che sarà attivo da settembre.sabato 22 Gennaio 2022 Com’è finito il piano per cambiare ExxonMobil da dentro Dopo le pressioni di un"fondo attivista", la grande azienda petrolifera ha annunciato un piano per ridurre le emissioni, giudicato poco convincente (Dean Mouhtaropoulos/Getty Images) L’azienda petrolifera statunitense ExxonMobil, una delle più grandi e ricche al mondo, ha annunciato un piano per ridurre le emissioni di gas serra, tra i principali responsabili del cambiamento climatico.Ansa Caserta, il lago dei Cigni di Ciorlano Dopo quasi tre giorni di ricerche, i Vigili del Fuoco hanno trovato il corpo, senza vita, del giovane pescatore scomparso in un lago di Torcino in località Ciorlano, in provincia di Caserta, meglio conosciuto come il Lago dei Cigni.nell'ambito della procedura di conciliazione obbligatoria 6/10 ©Ansa Serve anche che abbiano integralmente esaurito la prestazione di disoccupazione loro spettante, come ad esempio la Naspi.

Intanto si sta pensando anche a nuovi progetti: in primavera verrà presentato il programma di diversificazione delle attività che, forti anche del surplus di energia prodotta, si indirizzerà verso nuovi servizi tecnologici e ambientali, escludendo la termovalorizzazione (inceneritore). Riguardo le prescrizioni dell’Aia, confermano dall’azienda: «Sono già attivi i nuovi cicli di monitoraggio e autocontrollo delle emissioni, e le misure gestionali e tecniche prescritte. 1, un piccolo “fondo attivista” che si era prefissato l’obiettivo di cambiare le politiche ambientali della compagnia petrolifera per renderle più sostenibili. I principali investimenti richiesti dall'autorizzazione riguardano un sistema di monitoraggio in continuo delle emissioni (SME) delle ciminiere delle batterie forni. In solitudine il pescatore si era allontanato dalla comitiva, salendo a bordo di un gommone, presumibilmente dopo aver avvertito la presenza di un pesce abboccato alla sua lenza. Italiana Coke, in linea con le tempistiche, ha presentato agli enti il progetto del sistema e ne ha ottenuto l'approvazione con provvedimento della Provincia il 15 dicembre. ExxonMobil estrae circa il 3 per cento del petrolio e offre il 2 per cento dell’energia a livello globale: ottiene la maggior parte dei propri ricavi dalla vendita di carburanti con i marchi Exxon, Mobil ed Esso. Decorrono pertanto da questa data i 6 mesi per l'installazione dell'impianto e i successivi 3 mesi per l'attivazione del monitoraggio. Anche in questo caso vale la regola dei 63 anni, almeno, di età e dei 30 anni di contribuzione 9/10 L’anticipo pensionistico spetta anche ai lavoratori che svolgano un lavoro cosiddetto gravoso indicato nella tabella C allegata alla Legge 232/2016, con un’ anzianità contributiva.

Italiana Coke ha già emesso un contratto di fornitura di questo sistema con una società specializzata e ha avviato le prime attività propedeutiche all'installazione». La neutralità carbonica è un obiettivo che sempre più paesi e aziende promettono di voler raggiungere per contrastare il cambiamento climatico.A. Sempre per ottemperare alle prescrizioni, «è in corso la fase di progettazione della pavimentazione che verrà realizzata, entro il 1 settembre, presso l'area del Parco fossile 3». L’ingresso del nuovo socio, il gruppo Monaco Resources, che ha acquisito dalla famiglia Ascheri il 38,7% del capitale sociale, aprirà una nuova fase? «Il gruppo Monaco Resources – rispondono dall’Italiana Coke - ha attività industriali simili e complementari alle nostre: commercio internazionale di materie prime e produzione di semilavorati industriali. Con neutralità carbonica ed emissioni zero si intende una condizione in cui per ogni tonnellata di gas come l’anidride carbonica (CO 2 , uno dei principali gas serra) che si diffonde nell’atmosfera se ne rimuove altrettanta. La partecipazione societaria nasce dall’evoluzione di una collaborazione commerciale già in atto, in particolare sul fronte delle forniture siderurgiche, su cui Italiana Coke si è affacciata solo di recente, ma che è in forte crescita, non solo per quanto concerne le acciaierie italiane».A. Oltre a questo, c’è però «un percorso di potenziale diversificazione ed aumento delle attività in ambito di servizi tecnologici e ambientali per darsi un orizzonte di lungo periodo, studiando le possibilità dell’economia circolare (un sistema economico per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi) che non riguardino le termovalorizzazioni. In molti casi le aziende che promettono la neutralità carbonica non attuano particolari cambiamenti strutturali e puntano molto sui meccanismi di compensazione delle emissioni di CO 2 carbon offset ”.

Non dimentichiamo in tal senso il valore aggiunto della disponibilità di energia a basso costo, prodotta dalla centrale di cogenerazione (oltre 9 milioni di kWh disponibili ogni anno), che con gli attuali prezzi energetici costituisce un vantaggio competitivo fortissimo per nuove iniziative industriali in loco. A ciò si aggiungono le sollecitazioni pervenute da partner italiani di primo livello, attivi sulla filiera delle rinnovabili e dell’economia circolare anche in Liguria e il PNRR che indirizza ingenti risorse pubbliche su alcuni filoni. Questo sistema, che ha favorito lo sviluppo di numerosi progetti per ridurre in generale le emissioni, ha ricevuto nel tempo critiche perché spesso i crediti sono generati da aziende poco affidabili o sulle quali è difficile effettuare controlli. (Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto) del comando di Caserta per le ricerche dall'alto, il nucleo cinofili del Comando di Caserta e di Benevento e il nucleo soccorso fluviale del Comando di Salerno e Napoli. Tali iniziative sono, però, ancora allo studio e non costituiscono il presupposto della recente operazione con il gruppo Monaco Resource, basata sul business tradizionale». — © RIPRODUZIONE RISERVATA . Entro il 2030 la società ridurrà le proprie emissioni del 20 per cento rispetto ai livelli del 2016, intervenendo in modo più incisivo nelle sue divisioni che si occupano della ricerca di nuovi giacimenti e nelle estrazioni.