Ita Airways, arriva il via libera a volare e atterrare anche con la nebbia

Ita Airways, via libera dell’Enac per volare con la bassa visibilità

28/10/2021 09.00.00

Ita Airways, via libera dell’Enac per volare con la bassa visibilità

La nuova compagnia aerea ottiene la certificazione per la categoria III A per muoversi quando negli aeroporti c’è la nebbia. Possibili atterraggi con 200 metri di visibilità

La nota«Ita Airways ha ottenuto oggi dall’autorità aeronautica Enac la certificazione ad operare con i minimi di bassa visibilità appartenenti alla categoria III A», viene scritto nella nota. Il vettore — si legge ancora — «in virtù dei crediti acquisiti con l’esperienza del proprio personale di volo, nonché dalla flotta già precedentemente certificata per tali operazioni, ha ottenuto la certificazione in soli 12 giorni». «La compagnia fin dall’ottenimento del certificato di operatore aereo avvenuto lo scorso 18 agosto ha esercitato tutte le azioni possibili volte all’ottenimento della certificazione categorie III A». Questo via libera consente anche di decollare da una pista con «portata visiva» inferiore a 400 metri.

Caso plusvalenze, indagine sulla Juve a Torino Augusta, nel pomeriggio lo sbarco di 461 migranti dalla Sea Watch Procura Figc al lavoro. Cosa rischia la Juve? Ma il tema delle plusvalenze è il più insidioso

LEGGI ANCHEAltavilla (Ita Airways): «Regole uguali contro le low cost»Le norme internazionaliIta Airways tecnicamente era già autorizzata a procedere in condizioni di bassa visibilità: i suoi piloti e gli aerei utilizzati — presi da Alitalia per l’avvio delle attività, in attesa dei nuovi Airbus con la livrea azzurra e il nuovo logo — avevano già le certificazioni necessarie. Ma le normative internazionali stabilite dall’Icao, l’agenzia Onu per l’aviazione civile — recepite da Easa (l’agenzia europea per la sicurezza aerea) e l’italiana Enac — impongono un tempo minimo necessario di «rodaggio» prima di consentire a tutte le nuove compagnie di muoversi quando le condizioni meteo non sono favorevoli. Questo aveva costretto Ita Airways nei giorni scorsi a dirottare otto voli a causa della nebbia a Milano Linate proprio perché si tratta di una startup. Dopo il via libera dell’Enac, questa eventualità non si ripresenterà.

Il riconoscimento ai dipendentiIn una comunicazione interna, poi, il presidenteAlfredo Altavillae l’amministratore delegatoFabio Lazzerinihanno spiegato ai dipendenti di Ita Airways che la loro busta paga di ottobre coprirà l’intero mese e non soltanto dal 15 ottobre, giorno di avvio delle operazioni. «Abbiamo avviato le operazioni della nostra compagnia nei tempi previsti centrando un obiettivo ambizioso — scrivono Altavilla e Lazzerini nel messaggio —. L’impegno e la dedizione di tutti voi ha permesso un avvio delle operazioni con indicatori di estrema efficienza operativa e di soddisfazione della clientela». «Per riconoscere l’impegno profuso in questa fase estremamente delicata — proseguono — abbiamo deciso di inserire nelle competenze del mese di ottobre un importo una tantum pari a 15 giorni lavorativi dello stipendio base. Questo a conferma che l’attenzione alle persone ed il riconoscimento dei risultati raggiunti sono valori fondamentali di Ita Airways in coerenza con quel principio di meritocrazia che abbiamo condiviso nel corso del nostro incontro del 15 ottobre». headtopics.com

lberberi@corriere.it27 ottobre 2021 (modifica il 28 ottobre 2021 | 07:48) Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan