Istat: cala la popolazione, minimo storico di nascite, meno immigrati e più italiani all’estero

Istat: cala la popolazione, minimo storico di nascite, meno immigrati e più italiani all’estero

13/07/2020 12.06.00

Istat: cala la popolazione, minimo storico di nascite, meno immigrati e più italiani all’estero

Il 2019 registra il nuovo minimo storico di nascite a partire dall'Unità d'Italia: gli iscritti in anagrafe per nascita sono appena 420.170, con una diminuzione di oltre 19mila unità rispetto all'anno precedente (-4,5%)

10:07Non nascono bambini, arrivano meno immigrati, aumentano gli italiani che cercano fortuna all'estero. E’ questo il poco confortante quadro del Paese che offre il Bilancio demografico nazionale dell’Istat, diffuso stamani. Come detto, il 2019 registra il nuovo minimo storico di nascite a partire dall'Unità d'Italia: gli iscritti in anagrafe per nascita sono appena 420.170, con una diminuzione di oltre 19mila unità rispetto all'anno precedente (-4,5%). Il calo si registra in tutte le aree del Paese, ma è più accentuato al centro (-6,5%).

Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Kjaer, «capitano ed eroe»: per primo ha soccorso Eriksen e ha chiesto ai compagni di fargli scudo Europei, il momento in cui Eriksen si accascia a terra

Ancora, al 31 dicembre 2019 la popolazione residente in Italia è inferiore di quasi 189mila unità (188.721) rispetto all'inizio dell'anno passato. Il persistente declino avviatosi nel 2015 ha portato quindi a una diminuzione di quasi 551mila residenti in cinque anni. Il numero di cittadini stranieri che arrivano nel nostro Paese è in calo (-8,6%), mentre prosegue l'aumento dell'emigrazione di italiani (+8,1%). Sono 126mila gli italiani che si sono trasferiti all'estero, mentre i cancellati per l'estero dalle anagrafi sono stati in tutto 182.154, il 16,1% in più rispetto all'anno precedente.

 La recessione demografica - spiega l'Istat - è dovuta ai cittadini italiani, che al 31 dicembre erano 54 milioni 938 mila, 236 mila in meno dall'inizio dell'anno (-0,4%) e circa 844 mila in meno in cinque anni: una perdita consistente, di dimensioni pari, ad esempio, a quella di province come Genova o Venezia. Nello stesso periodo, al contrario, la popolazione residente di cittadinanza straniera è aumentata di oltre 292 mila unità, attenuando in tal modo la flessione del dato complessivo di popolazione residente. Il ritmo di incremento della popolazione straniera si va tuttavia affievolendo. Al 31 dicembre 2019 sono 5.306.548 i cittadini stranieri iscritti in anagrafe, l'8,8% del totale della popolazione residente, con un aumento, rispetto all'inizio dell'anno, di sole 47 mila unità (+0,9%). headtopics.com

Nel 2019 la distribuzione della popolazione residente per ripartizione geografica resta stabile rispetto agli anni precedenti. Le aree più popolose del Paese si confermano il nord-ovest (dove risiede il 26,7% della popolazione complessiva) e il sud (23,0%), seguite dal centro (19,9%), dal nord-est (19,4%) e dalle isole (11,0%). Il decremento di popolazione coinvolge tutte le ripartizioni: nel nord-ovest e nel nord-est è contenuto (rispettivamente -0,06% e -0,03% rispetto a inizio anno), mentre i maggiori decrementi, sopra la variazione media nazionale (-0,31%), si rilevano nelle isole (-0,70%) e al sud (-0,63%).

A livello regionale, il primato negativo in termini di perdita di popolazione è del Molise (-1,14%), seguito da Calabria (-0,99%) e Basilicata (-0,97%). All'opposto, incrementi di popolazione si osservano nelle province di Bolzano e Trento (rispettivamente +0,30% e +0,27%), in Lombardia (+0,16%) ed Emilia-Romagna (+0,09%).

I cittadini stranieri risiedono soprattutto nel nord e nel centro. Il primato di presenze, in termini assoluti, va alle regioni del nord-ovest con 1.792.105 residenti di cittadinanza straniera, pari a oltre un terzo (33,8%) del totale degli stranieri. Un cittadino straniero su quattro risiede nelle regioni del nord-est e in quelle del centro. Più contenuta è la loro presenza nel sud (12,1%) e nelle isole (4,8%). Rapportando la popolazione residente straniera a quella totale si conferma un'incidenza superiore al 10% al centro-nord, in linea con il 2018. Anche nel Mezzogiorno il rapporto resta stabile, ma più moderato rispetto al resto d'Italia: 4,6 residenti stranieri per cento abitanti nel sud e 3,9 nelle isole.

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni. headtopics.com

Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia Astrazeneca, Crisanti a La7: 'La verità è che hanno vaccinato i giovani per smaltire dosi inutilizzate e per immunità di gregge' - Il Fatto Quotidiano Sono amici, non colleghi: così l’Italia di Mancini ricuce il rapporto col Paese

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone, Tadini al gip: “Messo forchettone altre volte”

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone-Stresa, Tadini al gip: “Messo forchettone anche altre volte”

Continua la sostituzione etnica auspicata dalle donnine della sinistra politica italiana e dai loro amici LBGT. Meno immigrati è sicuramente una una grande bugia visto il trasferimento Africa in Italia E doveva certificarlo l'ISTAT? Grazie a Salvini.... A no giusto il PD ne ha mandati più a casa che la Lega 😂

patriziagatto3 Meno immigrati? Avete proprio le fette di prosciutto negli occhi. Fornire dati errati è diventata la passione dei giornalai. ISTAT dice altro. Certo che avete proprio la faccia di tolla La soluzione è aumentare le tasse Perché siete così intellettualmente disonesti? Lo fate per chi legge solo i titoli? Gli immigrati regolari sono aumentati ma un po’ meno che in anni prima, quindi nn sono di meno, sono cmq di più. E gli irregolari nn li contate proprio per cui l’aumento è ben più alto. istat

cala sempre più la vostra 'onestà' intellettuale Ma che strano... 🙄🤔

Elezioni Polonia, il presidente conservatore uscente Duda vince con il 51% dei voti - Il Fatto QuotidianoDopo un serrato testa a testa il presidente uscente polacco Andrzej Duda ha vinto le elezioni con il 51,21%. Mentre lo sfidante, il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski, si ferma al 48,79%. Questi sono i risultati resi noto la commissione elettorale nazionale, con lo spoglio arrivato al 99,7%: per i risultati definitivi bisognerà aspettare fino … Sin Duda. LGBT sconfitti. Bene. Al Peggio non c'è limite e i Polacchi, nella Storia, non hanno sempre agito bene...La loro vocazione reazionaria ha portato alla realizzazione di certi Orrori in passato.

Aishwarya Rai, star di Bollywood, colpita dal Covid (anche il marito e il suocero)Padre e figlio sono ricoverati in ospedale a Mumbai. Colpita anche la figlia della coppia E sticazzi no?

Trieste, il rogo del Narodni dom e le foibe: il giorno storico del ricordoLunedì 13 luglio 2020, centenario dell'incendio contro l’identità slovena che distrusse la Casa della Cultura nel 1920: il presidente Mattarella e l’omologo sloveno Pahor per la prima volta onorano insieme i morti italiani della foiba di Basovizza e i martiri della repressione italiana contro la minoranza slava Marzio, stiamo sulle foibe, se no poi colpa di tutti colpa di nessuno

Polonia al bivio tra Duda e Trzaskowski: il ballottaggio per eleggere il nuovo presidenteIl presidente in carica Duda al primo turno ha ottenuto il 43% dei consensi. DIstante, al 30%, il sindaco di Varsavia Per il bene dei polacchi speriamo che vinca Duda. Duda non e' nazionalista PO non e' centro destra. Al PE hanno fatto coalizione cob post- comunisti, sono semmai centro- sinistra.

Il Milan acciuffa il pari al San Paolo, col Napoli finisce 2-2Rossoneri avanti con Hernandez cui risponde Di Lorenzo, nella ripresa gli azzurri la ribaltano con Mertens poi il pari dal dischetto di Kessie

Dopo il mondo, il Piemonte Sui pedali in nome della sicurezzaUna pedalata da millecinquecento chilometri per promuovere la sicurezza dei ciclisti: l’atleta endurance di Ivrea Paola Gianotti, 39 anni, alle 8 di oggi inizierà un’inedita versione del giro del Piemonte. «In sella alla bici – racconta – raggiungerò un’ottantina di Comuni piemontesi. L’obiettivo è inaugurare la segnaletica collocata in strada per favorire la sicurezza di tutti coloro che pedalano». Gianotti con la bicicletta ha un rapporto molto stretto: detiene il «Guinness world record» al femminile per aver circumnavigato il globo in bici in soli 144 giorni. È pure la donna più veloce al mondo ad aver pedalato in 48 Stati degli Usa in 48 giorni oltre a detenere il miglior riscontro cronometrico nel «coast to coast» ciclistico del Giappone, concluso in 9 giorni. Nel 2014 è scattato il desiderio di diffondere la cultura della salvaguardia dei ciclisti: «Durante il Giro del Mondo del 2013 – racconta – sono stata investita da un’auto in fase di sorpasso. L’incidente mi ha causato la frattura della quinta vertebra cervicale. Da quando sono tornata a pedalare, dopo tanta sofferenza fisica e parecchia riabilitazione, ho avviato la campagna di sensibilizzazione e di attenzione per la sicurezza sulle strade. Ogni 35 ore, sulle strade italiane, muore un ciclista. Ognuno di noi deve fare qualcosa per evitarlo». In una settimana Paola Gianotti transiterà da tutte le otto province piemontesi: «Per il terzo anno consecutivo, in occasione del giro d’Italia 2020, avevo in programma di anticipare di un giorno le tappe della Corsa rosa maschile, per diffondere la campagna sul rispetto del ciclista. L’emergenza coronavirus ha reso necessaria una riformulazione dell’iniziativa. È nata così la pedalata limitata al solo Piemonte, ma non è escluso che nel prossimo futuro possa essere estesa ad altre regioni». Sono 500 i cartelli segnaletici che verranno installati. Il messaggio trasmesso agli automobilisti è diretto: «Attenzione strada frequentata da ciclisti, mantenere una distanza d