Pagamenti%20Digitali%2Cintesa%20Sanpaolo%2Cgoogle%2Candroid

Pagamenti%20Digitali%2Cintesa%20Sanpaolo%2Cgoogle%2Candroid

Intesa San Paolo, arrivano i pagamenti digitali con Google Pay - La Stampa

Intesa San Paolo, arrivano i pagamenti digitali con Google Pay

28/12/2019 01.37.00

Intesa San Paolo, arrivano i pagamenti digitali con Google Pay

La piattaforma digitale di Mountain View disponibile solo per clienti con smartphone Android

23:12Da oggi Google Pay è disponibile per tutti i clienti Intesa Sanpaolo possessori di dispositivi Android. Lo riferisce una nota, spiegando che si completa così "l'ampia proposta delle soluzioni che consentono i pagamenti in mobilità in modo semplice, veloce, sicuro e a costo zero". L'esperienza di attivazione di Google Pay, prosegue la nota, "è immediata e in completa sicurezza, grazie all'app Intesa Sanpaolo Mobile". Già diffuso a livello internazionale, Google Pay è compatibile per i pagamenti su tutti i Pos contactless ed è utilizzabile anche su numerose app e siti web per gli acquisti on line. È disponibile su tutte le carte di credito, le carte prepagate e le carte di debito con circuito internazionale emesse dal gruppo Intesa Sanpaolo. Completa quindi l'offerta delle soluzioni di pagamento digitale con tecnologia Nfc (near field communication) che la banca mette a disposizione dei propri clienti.

Auto elettrica, la rivoluzione è partita. Presto diremo addio al motore termico 'Saman? Le politiche di integrazione hanno fallito. E le donne restano invisibili' Elisabetta Sgarbi: «Sento i fantasmi di papà e mamma. La Milanesiana per Battiato»

Attraverso la nuova partnership con Google, prosegue la nota, Intesa Sanpaolo offre tutte le principali e innovative soluzioni di pagamento tramite smartphone e/o wearable disponibili sul mercato, offrendo ai propri clienti la possibilità di gestirle direttamente da XME Pay, il portafoglio digitale nell'app Intesa Sanpaolo Mobile. L'integrazione con Google Pay "aggiunge un altro importante tassello al processo di digital transformation intrapreso da Intesa Sanpaolo, confermando la volontà della banca di essere leader anche nel settore dei pagamenti digitali", spiega ancora la nota. "L'accordo con Google Pay rende familiare il pagamento via smartphone a un pubblico sempre più vasto", dichiara Andrea Lecce, responsabile direzione sales and marketing privati e aziende retail. "Con il lancio di Google Pay - continua -, diamo l'opportunità ai tantissimi nostri clienti possessori di un device Android di disporre di un ulteriore strumento di pagamento all'avanguardia, per fare acquisti nei negozi e on line, con un'esperienza di attivazione e di uso veloce, semplice e sicura. L'obiettivo è quello di abilitare sempre più persone all'utilizzo di soluzioni innovative, in grado di far diventare il momento del pagamento digitale un gesto semplice e quotidiano". "A partire da oggi, i clienti di Intesa Sanpaolo possono aggiungere la propria carta di credito a Google Pay e da quel momento utilizzare Google Pay per effettuare acquisti in milioni di negozi in tutto il mondo e nelle proprie app o siti web preferiti, in totale sicurezza e velocità", commenta Florence Diss, responsabile Emea commerce partnerships di Google. 

©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...." headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Intesa Sanpaolo.

E’ morto Paolo Pesando, l’oculista che curava poveri e bambini - La StampaAveva 69 anni. Originario di Ivrea era tra i più stimati e conosciuti professionisti del settore in Piemonte. Era impegnato in una missione umanitaria in Messico. ♥️🙏 EugenioCardi I migliori se ne vanno Grazie di tutto. R.i.p. ❤⚘⚘⚘

Conte cerca la sponda di Putin per rilanciare la diplomazia in Libia - La StampaTelefonata fra il premier e il presidente russo: necessaria una soluzione pacifica della crisi. Diventa fondamentale l’incontro del 7 gennaio fra il leader di Ankara e il capo del Cremlino. Siamo ostaggio della Francia e della sua politica filo Haftar portata avanti sottotraccia. Abbiamo sostenuto sempre Sarraj, con interessi nella Regione,ONU che riconosce Tripoli aggredita e questo governo abbassa la testa.

La promessa di Ronaldo: “Voglio vincere tanti trofei con la Juve” - La StampaCR7 intervisto da Diletta Leotta su Dazn non ha dubbi: «Sono il migliore, gioco perché mi diverto». La rovesciata a Buffon «il gol più bello della mia carriera» Te salutano Luis Luis Alberto Lulic e Cataldi

La Bce rivede al ribasso la crescita del Pil dell’Eurozona nel 2020: +1,1% - La StampaROMA. Per il terzo trimestre del 2019 la crescita del Pil dell'area dell'euro in termini reali si è confermata allo 0,2% sul periodo precedente - fa notare la Bce - invariata rispetto al secondo trimestre. «La perdurante debolezza del commercio internazionale in un contesto di persistenti incertezze a livello mondiale continua a pesare sul settore manifatturiero dell'area dell'euro e frena la crescita degli investimenti. Allo stesso tempo, i dati economici più recenti e gli ultimi risultati delle indagini congiunturali, pur rimanendo nel complesso modesti, indicano una certa stabilizzazione del rallentamento economico nell'area». I servizi e le costruzioni mostrano capacità di tenuta, malgrado qualche moderazione nella seconda metà del 2019. In prospettiva, la crescita dell'area dell'euro continuerà a essere sostenuta da condizioni di finanziamento favorevoli, dall'ulteriore aumento dell'occupazione affiancato da un incremento delle retribuzioni, da un orientamento lievemente espansivo delle politiche di bilancio nell'area, nonché dal perdurare dell'espansione dell'attività mondiale, seppur a un ritmo lievemente meno sostenuto». un altra conferma del disastro socio economico che decenni di questa inetta europa ha causato a questo disgraziato continente! CAMBIAMO O LASCIAMO QUESTA EUROPA DI INCOMPENTENTI! ma davvero? un altro fiasco delle serie infinita di questa europa di inetti e incompetenti

La sorella di George Michael muore a Natale come la popstar: la fine di Melanie PanayiotouMelanie Panayiutou è morta mercoledì scorso nella sua casa di Londra, proprio come il fratello deceduto il 25 dicembre del 2016. Non sembra una morte sospetta Riposa in pace 😌. Una preghiera 🙏🌹

Latini (Coop): «La prossima sfida per la sostenibilità è il packaging»Dopo la lotta ai pesticidi e agli antibiotici negli allevamenti di carne e pesce, occorre conciliare impatto ambientale e durata degli alimenti.