Clima, Ambiente

Clima, Ambiente

Innalzamento del mare, 300 milioni di persone a rischio inondazione - VanityFair.it

Le previsioni si verificheranno entro il 2050, a meno che le emissioni di carbonio non si riducano e le difese costiere vengano rafforzate, dicono gli esperti #clima #ambiente

01/11/2019 23.00.00

Le previsioni si verificheranno entro il 2050, a meno che le emissioni di carbonio non si riducano e le difese costiere vengano rafforzate, dicono gli esperti clima ambiente

Lo sostiene uno studio pubblicato su Nature Communications. Le previsioni si verificheranno entro il 2050, a meno che le emissioni di carbonio non si riducano e le difese costiere vengano rafforzate

300 milioni di personesaranno costrette a lasciare le proprie case per via dell’innalzamento del livello del mare. A meno che le emissioni di carbonio non si riducano in modo significativo e le opere di difesa delle zone costiere non vengano rafforzate, l’impatto del cambiamento climatico si concretizzerà anche così. Lo afferma uno studio pubblicato su

Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia» Gli auguri dal carcere di Zaki per la partita Italia - Svizzera Vaccini Covid, De Magistris a La7: 'In questo momento siamo tutti cavie, sapremo tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio'

Nature Communications. 300 milioni di persone sono molte più di 80 milioni, che era il numero determinato dalla precedente stima: quasi quattro volte tanto.La revisione al rialzo si basa su una valutazione più sofisticata della topografia delle coste di tutto il mondo: i modelli precedenti utilizzavano dati satellitari che

sopravvalutavano l’altitudinedel terreno a causa della presenza di edifici alti e alberi, ma il nuovo studio ha usato l’intelligenza artificiale per compensare tali inesattezze. L’entità della differenza rispetto al precedente studio della Nasa è stata uno shock per i ricercatori. «Queste valutazioni mostrano il potenziale dei cambiamenti climatici nel headtopics.com

rimodellare città, economie, coste e intere regioni», come ha affermato Scott Kulp, autore principale dello studio e scienziato senior pressoClimate Central.I più grandicambiamenti si registreranno in Asia,dove vive la maggior parte della popolazione mondiale. I dati sul rischio di inondazioni entro il 2050 sono già aumentati di oltre otto volte in Bangladesh, sette volte in India, dodici volte in Tailandia e tre volte in Cina.

La minaccia è già stata avvertita e recepita in Indonesia, dove il governo ha recentemente annunciato piani perspostare la capitalelontano da Giacarta, che sta diventando più vulnerabile alle inondazioni: 23 milioni di persone, rispetto alla stima precedente di 5 milioni, sono a rischio, nel Paese. Benjamin Strauss, capo scienziato e CEO di

Climate Central, ha affermato che potrebbe essere necessario che altri Paesi seguano l’esempio dell’Indonesia, a meno che le difese marittime non siano rafforzate o le emissioni di carbonio ridotte: «Un’incredibile, sproporzionata quantità di insediamenti si trova su un terreno pianeggiante e vicino al mare. Siamo davvero a rischio».

Addirittura, gli ultimi calcolipotrebbero ancora sottostimare i pericoli, perché si basano su proiezioni standard di innalzamento del livello del mare in uno scenario che ipotizza che i tagli delle emissioni seguano l’accordo di Parigi. Ma i Paesi non sono, al momento, orientati a rispettare questi impegni. Nel peggiore dei casi, fino a 2100 milioni di persone potrebbero essere minacciate entro il 2100. headtopics.com

'Grazie per gli auguri e il sostegno': il messaggio di Zaki all'Italia Prato, operai della Texprint picchiati dai vertici dell'azienda: un lavoratore colpito con un mattone. Sindacato: 'Tre finiti in ospedale' - Il Fatto Quotidiano Ci sono Riccardo Puglisi (università di Pavia) e Stagnaro dell'Istituto Bruno Leoni Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

I brand e le icone di stile più animaliste del 2019 - VanityFair.itL'organizzazione ha svelato i vincitori dei PETA Fashion Awards 2019, tra cui Miley Cyrus, icona di stile vegana, e Chanel, che ha abolito l'utilizzo di pelli esotiche nelle sue collezioni moda

Il risveglio (gourmand) di Como: 8 ristoranti per una cena di stile - VanityFair.itCena fuoriporta? Solo ora Come e il lago esprimono locali grandi e piccoli, con tanta attenzione al cibo e al vino. Ecco la nostra selezione per un dinner experience sul lago

I baffi più iconici e sexy di ieri e oggi in onore di #Movember - VanityFair.itSe credete che siano fuori moda, sbagliate di grosso. Non solo i baffi hanno contribuito a rendere iconiche alcune celeb del passato, ma anche quelle del presente con loro ne guadagnano in appeal. Per Movember (e i nostri occhi) ecco, allora, i baffuti più hot di sempre

Selfie estremi, gli esperti spiegano il «bisogno» di like - VanityFair.itI ragazzi che si fanno i selfie sui binari sfidano il pericolo, ma cercano anche visibilità. Ne abbiamo parlato con alcuni esperti e sociologi selfie social

Più ricce (e serene) in autunno: tagli e acconciature di tendenza - VanityFair.itLa forma a «goccia» li esalterà al massimo. L'asciugatura «plopping» gli darà il volume giusto. Barrette luccicanti e cerchietti faranno il resto. La nuova vita «felice» dei capelli ricci

Da «Matrimonio a prima vista» alla musica: l'esordio di Sara Wilma Milani - VanityFair.itLa donna ha partecipato alla seconda edizione dello show per uscirne con un divorzio. E oggi, di quell'esperienza, ha fatto una canzone dal titolo evocativo: «Non ne posso più» 😁 MatrimonioAPrimaVista SaraWilmaMilani Cantante mediocre e pessima moglie... simpatica come una ragade anale e completamente squilibrata!