In manette “l’esaurito”, il boss torinese fuggito in Spagna

In manette “l’esaurito”, il boss torinese fuggito in Spagna

11/10/2020 15.39.00

In manette “l’esaurito”, il boss torinese fuggito in Spagna

Deve scontare 20 anni per associazione per dleinquere finalizzata la traffico internazionale di droga

Pubblicato il11 Ottobre 2020Tecnicamente è un «Vangelo» dote apicale della ‘ndrangheta calabrese nella cosiddetta «Società Maggiore». Ma nemmeno l’altezza del rango all’interno delle consorterie calabresi è bastata a Vittorio Raso, 41 anni, soprannominato «l’esaurito», originario di San Giorgio Morgeto (Rc), ma membro centrale della cosca «Crea» padrona della fetta criminale di Torino, per sfuggire all’arresto. E’ stato fermato ieri in Spagna a Barcellona dopo una latitanza di oltre due anni. Inseguito dalla squadra Mobile di Torino, dagli investigatori dell’Udyco iberico, ma anche da una condanna a 20 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico internazionale. A questa sentenza si è aggiunta recentemente una nuova ordinanza di custodia cautelare (a cui si è sottratto). Già raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Torino nell’ambito dell’operazione della locale Squadra Mobile «Pugno Duro», per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, usura aggravata dal metodo mafioso, traffico di sostanza stupefacente, ricettazione ed illecita detenzione di armi. Conseguentemente all’arresto in territorio iberico del latitante, la Squadra Mobile di Torino ha dato corso ad alcune perquisizioni a carico di soggetti presenti in Italia, risultati strettamente legati a Raso. L’attività ha consentito di sequestrare una somma in contanti superiore a 360 mila euro, oltre 13 chilogrammi di sostanza stupefacente, una pistola, una carabina ed un fucile mitragliatore (tutti di provenienza furtiva) nonché numerosissimo munizionamento. 

La seconda vita della verdura imperfetta Austria: come gioca l'avversaria dell'Italia agli ottavi La classifica marcatori 'per club' agli Europei

Contestualmente è stato fermato Domenico Dell’Osa, 58 anni, gravemente indiziato in concorso con Raso dell’illecita detenzione e commercio di sostanza stupefacente; nelle giornate precedenti, infatti, la Squadra Mobile di Torino aveva sequestrato, oltre 128 chili di marijuana e circa 38 chilogrammi di hashish. 

Leggi di più: La Stampa »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Il royal look della settimana: Letizia di Spagna e Maxima d'Olanda, regine in rossoKate Middleton ha incantato tutti con le iniziali dei figli nella collanina, Alexandra di Hannover ha detto di ispirarsi alla made, Carolina di Monaco.

Fanno saltare bancomat nel Torinese, ladri scappano a mani vuoteLeggi su Sky TG24 l'articolo Fanno saltare bancomat nel Torinese, ladri scappano a mani vuote

Coronavirus, l’eurodeputato della Lega: “In Francia e Spagna più malati perché più sporchi degli italiani”La provocazione di Angelo Coccia durante un intervento in una trasmissione su Telelombardia quelli della lega se ne intendono di sporcizia Ma cos'è, la gara di rutti? se ci cacciano a calci in culo, gli vuoi dare torto?

Rave party con circa 300 persone a Settimo TorineseStanotte, a Settimo Torinese, i carabinieri hanno scoperto un rave party in corso con circa 300 persone. La festa si stava svolgendo in via Cebrosa nei capannoni di una ditta abbandonata. La situazione è controllata dai carabinieri che stanno seguendo il deflusso di persone già iniziato. Ma come siamo messi 😡 Più che normale . . . Quando privi le libertà. . Come nel proibìzionismo . . .si creavano locali e bische clandestine. . . . 300 da multare e prendere a calci in culo...

Lo slalom dei club per non chiudereAttività di squadra penalizzate: il calcio perde 5 mila ragazzi, azzerato il minibasket Speranza è boccia sono al corrente ?non credo

Mancosu, le scuse al Lecce e una promessaIl centrocampista spiega il suo sfogo sui social