Il «vocabolario» arabo per la maestra scritto dai suoi alunni bilingui - VanityFair.it

In una scuola di Milano, due bambini di origine egiziana hanno compilato un vademecum per aiutare l’insegnante a comunicare con i compagni appena arrivati dall’Egitto

01/11/2019 19.30.00

In una scuola di Milano, due bambini di origine egiziana hanno compilato un vademecum per aiutare l’insegnante a comunicare con i compagni appena arrivati dall’Egitto

Nella classe multietnica della scuola del Parco Trotter, i bambini di origine egiziana hanno compilato un vademecum per aiutare l’insegnante a comunicare con i compagni appena arrivati dall’Egitto

Monica Coviello«Shater», «shocran», «mashi»: la maestra elementare Antonella Meiani, che insegna all’istituto comprensivo Giacosa (conosciuto come la scuola del Parco Trotter) di Milano, sta imparando che queste parole, in arabo, significano rispettivamente «bravo», «grazie», «va bene». Gliele hanno insegnate i suoi alunni,

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Covid: nuovo picco contagi Delta in Gb, oltre 16.000 - Europa Ddl Zan, Draghi : 'Il nostro è uno Stato laico, il parlamento è libero'

i bimbi di origine egizianadella quinta E, una classe multietnica.Tre di loro sono appena giunti dall’Egitto, mentre altri due, nati in Italia, sono perfettamente bilingui e, proprio per questo, spesso fanno da interpreti fra i nuovi arrivati e gli insegnanti: sono loro ad avere compilato

un vademecum per aiutare la maestraAntonella a comunicare efficacemente con i compagni che parlano, per adesso, solo l’arabo.Un vero e proprio mini vocabolario delle parole più utili, con tanto di pronuncia corretta.È stata l’insegnante (che tre anni fa ha scritto il libro headtopics.com

Tutti i bambini devono essere felici, storia di un maestro e della sua scuola) a raccontarlo in un post su Facebook: «Le mie meraviglie della 5 E mi hanno regalato questo straordinario vademecum e cercano con fatica di insegnarmi anche la pronuncia corretta, in modo che a ogni nuovo arrivo io sia minimamente adeguata. Nell’ordine hanno pensato prima a parole gentili e accoglienti con un “minimo” di matematica poi agli imperativi tipici della professione.

Da brevettare. Li adoro».Nel «vocabolario arabo per la maestra Antonella» sono elencate prima le parole e le espressioni più educate per salutare e avviare un colloquio, come «ciao», «come stai?», «grazie», «va bene», poi le disposizioni che l’insegnante dà solitamente agli alunni, come «colora», «studia», «aspetta». La maestra sta imparando passo passo a usare i vocaboli arabi: «Ora sto cercando di imparare a pronunciare correttamente le prime parole», spiega la maestra a

Repubblica, che ha raccontato questa bella storia di integrazione, «e quando dico “mashi”, che vuol dire “va bene”,gli occhi dei miei nuovi bambini si illuminano Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Capelli, la tendenza per le indecise è il bicolore alla Dua Lipa - VanityFair.itAltro che riflessi e schiariture. La cantante ha optato per una rivoluzione cromatica coraggiosa scegliendo non un colore, bensì due

Il cane che ha scovato Al Baghdadi ora è un eroe - VanityFair.itÈ stato il presidente Trump a pubblicare la sua foto, tenendone segreto però il nome. È il cane che ha catturato il capo dell’Isis

Giappone, un incendio distrugge il castello di Okinawa patrimonio Unesco - VanityFair.itL'edificio principale del castello di Okinawa, Patrimonio dell'umanità Unesco, è stato distrutto in un incendio. Non ci sono feriti e non sono note le cause del rogo

Vampire’s breakfast, il drink del Conte Dracula - VanityFair.itCi vuole il bicchiere giusto, il contesto per berlo, ma soprattutto il sangue (di mora) che si mescola al cocktail. Solo così si inizia bene la giornata di un vampiro

Il risveglio (gourmand) di Como: 8 ristoranti per una cena di stile - VanityFair.itCena fuoriporta? Solo ora Come e il lago esprimono locali grandi e piccoli, con tanta attenzione al cibo e al vino. Ecco la nostra selezione per un dinner experience sul lago

Sabina, la donna che accompagna chi sceglie il suicidio assistito - VanityFair.itSabina Cervoni da anni «accompagna», come volontaria, chi sceglie il suicidio assistito. Una scelta fatta in nome della libertà e in memoria di un fratello che non ha avuto alternative