Il turismo sotto stress va a caccia di aiuti. Da Recovery e Manovra 8,7 miliardi

Il turismo sotto stress va a caccia di aiuti. Da Recovery e Manovra 8,7 miliardi

21/01/2021 17.05.00

Il turismo sotto stress va a caccia di aiuti. Da Recovery e Manovra 8,7 miliardi

Otto miliardi di euro nel Recovery fund e circa 700 milioni nella legge di Bilancio 2021 vanno a sostenere hotel, agenzie e tour operator. Ma non basta: il settore chiede più sostegno

3' di letturaUndici miliardi euro di aiuti stanziati nel 2020 per arginare gli effetti del Covid su turismo e cultura. Circa 700 milioni di euro messi a budget nella legge di Bilancio 2021 e una bozza di Recovery plan che, partita con soli 3,1 miliardi di euro dedicati ai due settori, è arrivata a 8 miliardi. Sono queste le cifre più importanti spese o programmate dal Governo Conte-bis per sostenere il comparto turistico, che vale circa il 13% del Pil italiano, con il solo settore alberghiero che nel 2020 ha registrato perdite per circa 18 miliardi, secondo quanto riportato da Confindustria Alberghi, a fronte di un calo dei turisti stranieri del 70% circa e un picco negativo del -76,3% per le presenze complessive nelle grandi città a luglio, agosto e settembre 2020 (fonte Istat). Manca il “conto” invernale che ancora deve essere presentato. E che ci si aspetta sarà salato.

Diletta Leotta vola in Turchia per conoscere la famiglia di Can Yaman: nozze in vista? - VanityFair.it Per SuperMario l’Immenso si citano Gesù, Sánchez, Kissinger e Gadda - Il Fatto Quotidiano Nicola torna a casa, il piccolo ha lasciato l'ospedale. Anche il fratellino si allontanò - Cronaca

NEXT GENERATION EULoading...Gli aiuti in manovraPer tamponare la situazione - dopo le misure varate durante l’anno, tra cui il bonus vacanze, con 2,4 miliardi di euro stanziati e voucher emessi per poco più di 800 milioni - nella legge di Bilancio compaiono circa 700 milioni di euro di aiuti al settore: 205 milioni circa è il valore dello stop alla prima rata Imu (cui si aggiungono 425 milioni a copertura dello stop nel 2020); 200 milioni sono stati inseriti per finanziare il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture. Con la manovra sono stati stanziati anche due milioni (uno all’anno) per la formazione turistica esperienziale; 5 milioni per le città portuali e 20 milioni all’anno per due anni per le Pmi creative, nelle quali sono incluse anche le strutture ricettive. Non abbastanza, secondo Federalberghi, che sottolinea come il settore sia stato penalizzato sul fronte ristori: «Gli indennizzi sono ancora tarati sul fatturato di aprile - fa notare il direttore generale Alessandro Nucara - che per il turismo è un mese di transizione: gli hotel nelle località marittime riaprono, mentre quelli di montagna chiudono dopo la stagione invernale. E nel decreto Natale non siamo menzionati. Speriamo - continua Nucara - in un decreto Ristori 5 più perequativo, che tenga conto di spese che gli operatori del turismo devono sostenere pur avendo chiuso per mesi, come il canone Rai o la Tari, e impieghi a supporto del turismo i fondi avanzati dal bonus vacanze».

Loading...Due misure nella manovra 2021 tutelano le agenzie di viaggio: l’estensione del credito d’imposta affitti e 100 milioni a fondo perduto. Che secondo la presidente di Fiavet Ivana Jelinic dovrebbero però essere gestiti meglio rispetto ai ristori stanziati ad agosto:«La prima erogazione - sottolinea - è avvenuta il 23 dicembre e moltissime aziende a oggi non hanno ricevuto il bonifico per problemi tecnici, mentre altre sono state escluse. Affidare i fondi a un unico bando ha generato una grande confusione e ribellione nel comparto». headtopics.com

Gli otto miliardi del Recovery planC’è poi il grande tema del Recovery plan: gli aiuti nella bozza firmata dal Cdm sono saliti a otto miliardi: di questi, 1,1 miliardi andranno a potenziare il piano strategico dei grandi attrattori turistico-culturali; un miliardo andrà al Piano nazionale borghi e un miliardo e mezzo al miglioramento delle infrastrutture di ricettività e dei servizi turistici, mentre 500 milioni sono destinati al turismo lento. Le associazioni lamentano - per ora - la scarsità di misure che sostengano il settore in modo specifico: «Nella bozza si parla di «Turismo e Cultura 4.0» - chiosa Nucara di Federalberghi - ma l’investimento negli operatori culturali, sebbene sia importante, non è sempre un aiuto al turismo. Sul lungo termine - aggiunge - sarebbe opportuno assistere le imprese che hanno volontà di investire per migliorare la qualità del prodotto o del servizio».

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Va a caccia di aiuti, ma se ne frega che incentivi costosi come il TaxFree vengano mangiati per un terzo dalla intermediazione, sottraendolo ai Turisti cui lo Stato li destina

Scandalo incesti, il gemello della Kouchner denuncia il patrigno: “Stuprato da Duhamel” - Il Fatto QuotidianoCi sono voluti trent’anni per trovare il coraggio: “Victor” Kouchner ha finalmente sporto denuncia per violenza sessuale contro il patrigno, Olivier Duhamel, che aveva abusato di lui quando era solo un adolescente. Sul caso Duhamel è scoppiato uno scandalo a inizio mese in Francia con l’uscita del libro La Familia grande, in cui l’autrice, Camille …

Blog | Da Marte il selfie da 318 Megapixel scattato da Curiosity - Info DataIl selfie che vedete è stato ottenuto combinando insieme 71 immagini scattate da due fotocamere diverse. Sempre soldi sprecati pure li non c'è in giro nessuno ma perchè 'selfie' ? Solo io non vedo dove sia Curisity ?

Blog | Mapping, da Marte il selfie da 318 Megapixel scattato da Curiosity - Info DataIl selfie che vedete è stato ottenuto combinando insieme 71 immagini scattate da due fotocamere diverse.

Recovery, la Francia accusa: “I ritardi vengono da Bruxelles” - Il Fatto QuotidianoAlla fine il vero ritardo sul Next Generation Eu è quello europeo. Gli ostacoli stanno a Bruxelles, non certo nelle decisioni degli Stati che hanno ancora del tempo, fino al 30 aprile, per presentare i loro piani. E gli ostacoli non sono meramente tecnici o burocratici, perché esprimono invece una volontà politica della Commissione di … marcotravaglio scannavo Quello che il bollettino quotidiano di propaganda contiano mai potrà riferirvi 🤓

Scostamento di bilancio, Def e Recovery Plan: da domani Draghi incontra i partiti - Il Fatto QuotidianoSaranno settimane fitte di appuntamenti, incontri e decisioni da prendere in materia economica per Mario Draghi. Tra scostamento di bilancio da 40 miliardi per finanziare nuovi ristori, Def e Recovery Plan l’agenda è fitta e da domani inizieranno così i faccia a faccia con le principali forze politiche del Paese che si protrarranno fino a … Vatt cucc Vatt a nna che è meglio

Recovery, slitta il Cdm: ancora nodi da sciogliereIl nodo è il superbonus al 110%: Cinquestelle, Pd e Forza Italia chiedono 10 miliardi per prorogarlo fino al 2023. In corso confronti anche su fisco e liberalizzazioni. Il clima è di grande nervosismo