Il tennista vercellese Pietro Rondoni: “Sinner e Berrettini?​​​​​​​ Li ho incontrati: due fenomeni” - La Stampa

Il tennista vercellese Pietro Rondoni: “Sinner e Berrettini?​​​​​​​ Li ho incontrati: due fenomeni”

15/11/2019 08.07.00

Il tennista vercellese Pietro Rondoni: “Sinner e Berrettini?​​​​​​​ Li ho incontrati: due fenomeni”

Era il 2016, nel lussuoso circolo tennistico di Santa Margherita di Pula si stava svolgendo la finale di doppio di un torneo Itf Futures. Il vercellese Pietro Rondoni, in coppia con Pietro Licciardi, vinse il titolo sconfiggendo tale Matteo Berrettini (in coppia con Filippo Baldi). «Se ci ripenso oggi mi viene da sorridere. Oltre alle indiscusse qualità tecniche è stato bravo e fortunato ad attorniarsi di tecnici e professionisti che lo hanno accompagnato in un percorso diverso da molti altri. Che emozione vederlo entrare nella Top 10 e giocarsi le Atp Finals di Londra». Anche sul «baby fenomeno» Jannick Sinner, freschissimo vincitore alla «Next Gen» di Milano, il tennista vercellese conserva qualche aneddoto: «Fino al 2016 mi sono allenato anche io a Bordighera nell’Accademia di Riccardo Piatti: per un paio d’anni quindi ho giocato con Sinner che ai tempi era poco più che quattordicenne. Si vedeva già che aveva molto più talento di altri, per cui Piatti e l'entourage decisero di investirvi molto. E’ un autentico fenomeno: lui punta a diventare il numero 1 al mondo, penso davvero che possa raggiungere questo traguardo. Sin da piccolo non aveva l'assillo del risultato, della prestazione da ricercare in ogni singola partita». Intanto Pietro Rondoni sta continuando positivamente il campionato a squadre di A1: difendendo i colori del Sassuolo - con il compagno e amico biellese Stefano Napolitano - , il vercellese è appena stato protagonista della vittoria casalinga per 4-2 su Siracusa. Domenica per il team emiliano altro impegno casalingo contro il quotato Crema. L'infortunio alla caviglia patito nei mesi scorsi a Biella durante il Challenger parrebbe del tutto superato: l'atleta classe 1993, cresciuto sulla terra rossa di corso Rigola al circolo Pro Vercelli, vuole avanzare provando ad alzare l’asticella. A breve inizierà l'intensa fase di preparazione, sempre seguito dal fido coach siciliano Gianluca Naso. —

Filippo SimonettiPubblicato il15 Novembre 2019Era il 2016, nel lussuoso circolo tennistico di Santa Margherita di Pula si stava svolgendo la finale di doppio di un torneo Itf Futures. Il vercellese Pietro Rondoni, in coppia con Pietro Licciardi, vinse il titolo sconfiggendo tale Matteo Berrettini (in coppia con Filippo Baldi). «Se ci ripenso oggi mi viene da sorridere. Oltre alle indiscusse qualità tecniche è stato bravo e fortunato ad attorniarsi di tecnici e professionisti che lo hanno accompagnato in un percorso diverso da molti altri. Che emozione vederlo entrare nella Top 10 e giocarsi le Atp Finals di Londra».

'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo Padova, violentò cinque ragazze straniere in vacanza nel suo bed & breakfast: 9 anni e 8 mesi di carcere a un carabiniere - Il Fatto Quotidiano

Anche sul «baby fenomeno» Jannick Sinner, freschissimo vincitore alla «Next Gen» di Milano, il tennista vercellese conserva qualche aneddoto: «Fino al 2016 mi sono allenato anche io a Bordighera nell’Accademia di Riccardo Piatti: per un paio d’anni quindi ho giocato con Sinner che ai tempi era poco più che quattordicenne. Si vedeva già che aveva molto più talento di altri, per cui Piatti e l'entourage decisero di investirvi molto. E’ un autentico fenomeno: lui punta a diventare il numero 1 al mondo, penso davvero che possa raggiungere questo traguardo. Sin da piccolo non aveva l'assillo del risultato, della prestazione da ricercare in ogni singola partita».

Intanto Pietro Rondoni sta continuando positivamente il campionato a squadre di A1: difendendo i colori del Sassuolo - con il compagno e amico biellese Stefano Napolitano - , il vercellese è appena stato protagonista della vittoria casalinga per 4-2 su Siracusa. Domenica per il team emiliano altro impegno casalingo contro il quotato Crema. L'infortunio alla caviglia patito nei mesi scorsi a Biella durante il Challenger parrebbe del tutto superato: l'atleta classe 1993, cresciuto sulla terra rossa di corso Rigola al circolo Pro Vercelli, vuole avanzare provando ad alzare l’asticella. A breve inizierà l'intensa fase di preparazione, sempre seguito dal fido coach siciliano Gianluca Naso. headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Motorola reinventa il mitico cellulare Razr, ma ora ha il display flessibileRitorna il leggendario clamshell, un’icona dei cellulari a conchiglia degli anni 2000. Il marchio Usa di proprietà della cinese Lenovo ripropone il razr e ovviamente dice addio alla tastiera: al suo posto uno schermo pieghevole

Il sovranismo della bellezza | Il Caffè di Massimo GramelliniSiamo nella melma&46; Letteralmente&44; Cambiamenti climatici... bisogna metterlo in testa pure a Trump! C'è pure una poesia che ci richiama e, intanto, ho approntato la novella arca di Noè (“educazione morale” per sopravvivere a tanti scempi)! Sovranismo che brutta parola caro Grammellini. Continuiamo a pagare miliardi di Euro ALL'ONU, alla NATO alla Unione Europea. Per voi va tutto bene, tanto pagano sempre i soliti noti. Cioè noi contribuenti vessati. Patetico , scontato come sempre

“Il ponte Morandi forse crollato per il cedimento di un cassone” - La StampaUno degli indagati per i falsi report sulla struttura: “L’acqua infiltrata ha corroso i cavi”.

Spagna, David Villa annuncia il ritiro: 'Lascio prima che sia il calcio a ritirare me'L'attaccante spagnolo, 37 anni, attualmente in forza ai giapponesi del Vissel Kobe, appenderà le scarpette al chiodo al termine di questa Il migliore attaccante della storia della Spagna. ¡AMUNT!

Milano, il gip: 'Cianci pianificò tutto usando il permesso premio' | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Milano, il gip: 'Cianci pianificò tutto usando il permesso premio' | Sky TG24 Chi ha concesso il permesso.... Muto! LA LEGA (ZAIA) AMMINISTRA LA REGIONE VENETO CHIEDETEGLI PERCHÉ IL MOSE NON FUNZIONA E DOVE SONO FINITI I NOSTRI SOLDI (8MILIARDI) PER QUEST’OPERA CHE NON FUNZIONA 😡😡😡😡 TANTE CHIACCHIERE MA POI RUBANO SEMPRE I NOSTRI SOLDI 😡😡😡😡 LEGA LADRONA!!!!😡😡😡😡

Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil: 'Coltivava marijuana sulla sua isola privata' - Il Fatto QuotidianoColtivava marijuana sulla sua isola privata – Nukutepipi – in mezzo all‘Oceano Pacifico. Guy Laliberte, co-fondatore della compagnia di spettacoli circensi Cirque du Soleil, è stato arrestato nella Polinesia francese. In una dichiarazione, la compagnia di Laliberte, Lune Rouge, ha negato che il miliardario canadese stesse coltivando queste piantagioni per fini commerciali, ma, al contrario, … E come li crea altrimenti quei quadri artistici fantastici nei suoi spettacoli?! Ma lasciatelo stare!!! E capirai.. Ma sì dai.. è terapeutica!!😂🤫