Il presidente della Rai Marcello Foa: “Cambierò la Rai per rispecchiare la realtà dell’Italia di oggi”

E sul caso Fazio, dopo le parole del vicepremier Salvini: “Il suo compenso è molto elevato, al di sopra di qualunque valutazione di merito sugli ascolti”.

05/05/2019 19.10.00

E sul caso Fazio, dopo le parole del vicepremier Salvini: “Il suo compenso è molto elevato, al di sopra di qualunque valutazione di merito sugli ascolti”.

E sul caso Fazio, dopo le parole del vicepremier Salvini: “Il suo compenso è molto elevato, al di sopra di qualunque valutazione di merito sugli ascolti. Questa è la Rai del cambiamento e Che tempo che fa è in onda dal 2003, sono 16 anni. È un format che non ha più quella carica innovativa che forse aveva all’inizio. Questo dovrebbe farci riflettere

Dogliani è anzitutto il Festival della Tv, da Foa non può mancare una battuta sul caso dei compensi di Fabio Fazio, uno dei temi del giorno, dopo le parole di Salini e la replica di Salvini: «Il compenso di Fazio è molto elevato, al di sopra di qualunque valutazione di merito sugli ascolti. Nella Rai del cambiamento, rispettosa del canone pubblico, è chiaro che, per quanto vincolato da un contratto che la Rai naturalmente deve rispettare, si pone un problema di opportunità». E poi ribadisce il presidente della Rai: «Spetta all’amministratore delegato trovare risposte opportune a una questione che è sul tavolo da tanto tempo. Non interferisco con il suo lavoro. Questa è la Rai del cambiamento e “Che tempo che fa” è una trasmissione che va in onda dal 2003, sono 16 anni. È un format che non ha più quella carica innovativa che forse aveva all’inizio. Questo dovrebbe farci riflettere». E ancora. «È stata portata su Rai1 e gli indici di ascolto non sono aumentati. Questo induce a una riflessione dal punto di vista aziendale», ha aggiunto. «Non gestisco io i palinsesti, non voglio entrare nel campo di Salini, è compito dell’ad», ha risposto Foa sulla possibilità che la trasmissione di Fazio venga spostata su un’altra rete Rai.

Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia» Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Gli auguri dal carcere di Zaki per la partita Italia - Svizzera

Tutti gli attacchi di Salvini a Fazio: il conduttore viene chiamato in causa in qualunque occasione Copyright © Credibilità e autorevolezza sono le parole che Foa usa più frequentemente sul palco. Con identità cattolica, «che andrebbe maggiormente rappresentata». Molinari cita il nuovo libro di Bernard Guetta, che racconta i quattro paesi in cui il sovranismo ha vinto le elezioni (Ungheria, Polonia, Austria e Italia), tutti parte dell’ex Impero Austro Ungarico. E chiede: «Anche la Rai sente questo ritorno alle origini, questo richiamo alle radici cattoliche?». «Anche, ma non solo - risponde il presidente -. Oggi l’Italia è diversa, ma sì, penso ci sia bisogno di essere rassicurati, di un’identità nazionale e culturale, benché gli italiani non siano assolutamente nazionalisti perché amano viaggiare e sono affascinati dalle altre culture».

BRUMUR Si parla anche di Raiplay che fa 12 milioni di utenti al mese, della fiction «che funziona perché è un racconto che rispecchia la realtà e parla di personaggi in cui ci si può identificare» (vedi Don Matteo o Montalbano). E de La7, «una sorta di rivendicazione sul servizio pubblico» puntualizza il direttore de La Stampa. Per Foa la tv di Cairo è una realtà positiva e una concorrenza stimolante che ha una sua fisionomia, per esempio nei talk-show. Ma non fa quello che fa la Rai. «Soprattutto per la copertura che noi garantiamo anche con le redazioni regionali e all’estero». headtopics.com

Foa ammette invece che la tv nazionale deve colmare il ritardo su digitale e web, specie nel ranking dei canali di informazione. Mentre per Molinari, a cui viene chiesto un giudizio, «la Rai è un momento di intrattenimento per gli over 60 che ha un valore sociale altissimo, esattamente come i lettori dei quotidiani di carta. Ma dove sono le rivendicazioni, i temi quotidiani del Paese che oggi si esprime in modo dirompente?». «Non ci sono ancora come vorrei, ma arriveranno con il cambiamento» garantisce il presidente.

BRUMUR Infine, cosa pensa Marcello Foa della legge sul copyright (che tra gli articoli prevede un compenso per gli editori da parte delle piattaforme online e una maggiore responsabilizzazione di queste ultime per le violazioni dei diritti d’autore ndr) approvata dal parlamento europeo? «Ci vuole una tutela se vogliamo la qualità dei contenuti, ma penso che una democrazia non dovrebbe mai limitare la libertà di informazione o bloccare pagine - risponde il presidente Rai -. Vedremo come sarà applicata in ogni Paese, ma confido in un giusto equilibrio per non rischiare di cadere nella censura. Sarebbe una sconfitta, provocherebbe ancora più rabbia e sfiducia. Difendiamo la libertà del web».

Infine, un passaggio sulla vicenda Predappio: «È un evento ricorrente ogni anno che, in un’ottica regionale, va coperto giornalisticamente. Su un giornale vale 30-40 righe, in un telegiornale locale un servizio da 10-20 secondi. È una notizia piccola ma è una notizia. In questo caso c’è stato un eccesso di copertura, troppo spazio, una sproporzione. C’è stato un errore». Così il presidente Rai a margine dell’incontro dopo le dimissioni del caporedattore Tgr Emilia-Romagna, Antonio Farnè».

Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Lo speriamo tutti noi abbonati !! Bravo è bravo, niente da dire. Ma troppi soldi. Finalmente un governo italiano che lavora per il popolo italiano, e non per i soliti associati banche banchieri figlie e amici degli amici Buzzi Serra casamonica Renzi berlusconi carminati debenedetti Benetton e delinquenti vari con l’aiuto di giornalisti sovvenzionati

sadape54 Sono decisamente contro la politica di salvini, è doveroso sottolinearlo, e non voglio entrare nel merito del compenso di Fazio perché se si controllassero anche quelli dei dipendenti c'è una sperequazione con altri lavoratori inaccettabile. Il problema è che Fazio non è bravo Da bravo soldatino..li scelgono bene i Manager di assoluta indipendenza, mica lottizzano come i precedenti

State facendo pena ,asserviti al governo, penso che avrete un grand3 calo di ascolti Per fortuna ho Sky. Prevedo tempi di idiozia di massa nel palinsesto Rai... sadape54 Dopo i raid salviniani ecco che si muovono le truppe cammellate ! Le parole di questo individuo sono di una gravità assoluta! È i iniziata la totale occupazione della Rai da parte dell'estrema destra

Se non fosse che Rai2 in particolare è diventata l'emittente della propaganda della estrema destra. In maniera subdola come l'informazione pubblicitaria inserita nei talk shows. Più radicale di rete4 di Emilio Fede. La Rai ha sicuramente un potenziale non valorizzato. Bisogna cambiarla. Ma da quel che si vede nei TG, nell’intrattenimento e nella produzione di fiction, la presidenza Foa va più nella direzione di una restaurazione a servizio della politica. Non dell’indipendenza culturale.

Dopo Savini, anche Foa contro Fazio: «Il suo compenso è troppo alto»Il presidente della Rai Marcello Foa: «Nella Rai del cambiamento il suo stipendio pone un problema di opportunità. E poi gli indici di ascolto non sono aumentati» Era ora ... Compenso alto e Fazio... So ASSAI!!!! Lui quanto prende per far dare notizie faziose?

Meno calcio Ora se possibile Guadagna più o meno di 49 milioni? Vergogna Deve essere sbattuto fuori Non prende solo un inspiegabile stipendio (forse una ricompensa della sinistra per la sua propaganda politica) mangiare degli introiti elargiti alla societa' esterna che cura il palinsesto della quale è anche socio a quanto pare Vergogna

Pensate a pagare chi lavora, non buttate fumo negli occhi con la storia dello stipendio di Fazio

Salini: «La mia Rai guarderà ai giovani». Su Fazio il muro di SalviniIntanto ha rimesso il mandato il caporedattore del Tg3 Emilia Romagna, Antonio Farnè, dopo le polemiche per il servizio andato in onda domenica 28 aprile sulla commemorazione di Benito Mussolini a Predappio So' i giovani che nun guarderanno alla Rai. Come da 15 anni ormai... Fazio salini raifiction raicinema Finora non è cambiato niente RIDUCETE GLI STIPENDI A TUTTI, E NON PRENDETE TANTI SOLDI A CHI VUOLE PUBBLICIZZARE I PRODOTTI NELLE TV, CHE POI RISULTANO CARI E DOBBIAMO PAGARLI NOI I PRODOTTI O NON LE COMPRIAMO PERCHE' DOBBIAMO PAGARE LA PUBBLICITA'.

Lite Allegri-Adani, il tecnico juventino da Fazio: «Non accetto ramanzine da chi non è ferrato»Allegri ospite a «Che tempo che fa» torna sulla lite con Daniele Adani nel dopopartita della sfida con l’Inter Stile Juve non c'e' che dire quindi le accetta solo dai cavalli Fai tenerezza

Lite Allegri-Adani, il tecnico juventino da Fazio: «Non accetto “romanzine” da chi non è ferrato»Allegri ospite a «Che tempo che fa» torna sulla lite con Daniele Adani nel dopopartita della sfida con l’Inter Adani non sarà ferrato, ma l'analisi di Juve-Ajax fatta da Allegri in quel video è ridicola e autoassolutoria. Quindi parla solo coi cavalli? Allegri è stato ferito nell'orgoglio. Ha ragione Adani: non si prende CR7 per vincere l'ennesimo scudetto, in un campionato che non ha nulla da dire. Il fallimento sportivo della Juve, quest'anno, è palese: Allegri se ne sente responsabile.

Rai Storia - 30 anni senza Sergio Leone, l’italiano che cambiò il West 30 anni senza il “mito” Sergio Leone, l’italiano che da Roma cambiò il West - La Stampa

La Papessa sbarca in Rai grazie a Maglie e De Santis - Il Fatto QuotidianoLa papessa sbarca in Rai. Nella tv di Stato gialloverde c’è posto per tutti e così pure per Francesca Immacolata Chaouqui, la rampante lobbista calabrese, con padre francese di origini marocchine, diventata famosa dal nulla nel 2013 quando papa Bergoglio la chiama a far parte della Cosea, la commissione di studio e indirizzo sull’organizzazione delle … Che schifo Bene a sapersi, così si cambia canale subito. Certo i programmi Rai salvo Rai Storia sono inguardabili.

Rai: Salini difende Fazio. Salvini: 'Stipendio da tagliare' - CronacaTogliere lo stipendio è farlo vivere con la PENSIONE MINIMA. 'COME MOLTI ITALIANI' Così vediamo se difenderà più il PD La stessa storia di quando ' B ' fece fuori tutti quelli che non gli erano amici...FUORI LA POLITICA DALLA RAI Stipendio assurdo x una trasmissione fatta di marchette e contenuti infimi

Rai Storia - 30 anni senza Sergio Leone, l’italiano che cambiò il West 30 anni senza il “mito” Sergio Leone, l’italiano che da Roma cambiò il West - La Stampa

Allegri non ha digerito la lite con Adani: 'Ha mancato di rispetto e di educazione'Ospite da Fabio Fazio, su rai 1, la sera successiva alla lite in diretta tv con l'ex calciatore Daniele Adani, ora opinionista di Sky Sport, il... Allora solo da cavalli ? Dalle stelle alle stalle... E' un attimo. 😲😲😲 Altezzoso e senza rispetto per le persone

Predappio, Anzaldi (Pd): «Al TgR Emilia Romagna si fa apologia del fascismo?»|br/|L’Ad Rai Salini si dissocia dal servizioIl deputato, segretario della commissione di vigilanza Rai, lancia l’accusa. Ferme prese di posizione del direttore della testata giornalistica Rai e del Cdr Bellissima foto Ancora con queste sceneggiate, mi sa che la democrazia in questo paese sia diventata una cosa rara, possibile dico che di comunismo si parli ovunque,avendone fatte di cotte e crude, compreso nella scuola,ma nessuno s'indigna, ma parliamo di tutto,e bene su.

Antonio Tajani a Che tempo che fa: 'Governo concluda sua stagione prima possibile o finiremo nel baratro' - Il Fatto QuotidianoIl presidente del Parlamento Europeo e Vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani ospite domenica sera a Che Tempo che fa di Fabio Fazio su Rai1 sul Governo: “Io mi auguro che il governo concluda la sua stagione il prima possibile, non ha fatto nulla di utile per il Paese. La disoccupazione aumenta di giorno in … Tajani si faccia cucire la bocca prima possibile o finirà nel ridicolo (ed è già a buon punto). DaChePulpito! L'Europa in mano a questa gente è patetica. E rischia LaFine. EP_President Europarl_IT riportatelo in Egitto, di mummie ne abbiamo già abbastanza..