Il patchwork di Sicilia di Dolce&Gabbana: un’arte tessile che diventa metafora dell’isola e dei tempi post Covid

Il patchwork di Sicilia di Dolce&Gabbana: un’arte tessile che diventa metafora dell’isola e dei tempi post Covid

24/09/2020 08.33.00

Il patchwork di Sicilia di Dolce&Gabbana: un’arte tessile che diventa metafora dell’isola e dei tempi post Covid

Sfilata nel quartier generale, l’ex cinema Metropol, ma un terzo del pubblico rispetto a febbraio - Una collezione dove, per la prima volta nella storia del brand, non c’è neppure un abito o un accessorio nero - «Il colore come inno alla vita», dicono gli stilisti

Il patchwork come scintilla di creatività«È stato bellissimo constatare che pur avendo dato a tutte le nostre sarte gli stessi materiali e indicazioni, ognuna ha fatto il “suo” patchwork - raccontano Domenico Dolce e Stefano Gabbana –.Per costruire o ricostruire dei capi da singoli pezzi di tessuto ci vuole tecnica e maestria, certo. Ma allo stesso tempo ricordiamoci sempre che tutti possiamo recuperare stoffe e capi dai nostri armadi

G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano La moglie di Johnson al G7 con abiti noleggiati Calhanoglu, c'è l'offerta dell'Atletico Madrid

e creare qualcosa secondo il nostro spirito del momento».L’immagine sul grande schermoTra i film di maggior successo di Harrison Ford c’è sicuramenteIl testimone, storia di un poliziotto newyorchese che si ritrova in una comunità Amish. In molti sicuramente ricordano la scena in cui le donne della comunità, tra le quali la madre del bambino che Ford deve proteggere (una bellissima Kerry McGillis),

mentre gli uomini lavorano alla costruzione di un fienile, si radunano sotto un grande albero a lavorare a un quilt. Queste occasioni hanno anche un nome,quilting bee(poiché bee significa anche ape, potremmo tradurre con raduno operoso per lavorare a una coperta). headtopics.com

Ma ci sono molti altri precedenti: per il filmSette spose per sette fratelli, uscito nel 1954, fu scelta una locandina in cui le ragazze indossavano tutte ampie gonne fatte in casa con la tecnica del patchwork / quilting.La situazione post lockdownDomenico Dolce e Stefano Gabbana non nascondono le difficoltà: «

Come tutti, nei negozi fisici vendiamo fino al 50% in meno rispetto a prima dell'epidemia e dei lockdown e le vendite online compensano solo in parte.Ma è importante dare un segnale di ottimismo: dall'inizio dell’emergenza sanitaria e poi economica abbiamo continuato a lavorare su nuovi progetti. Il Covid ha cambiato tutto, è inutile crucciarsene. Bisogna pensare a come reagire». I due stilisti-imprenditori arrivano a ipotizzare scenari diversi anche per il retail fisico, alla luce di una maggiore integrazione tra online e negozi fisici. «Nessuno può fare previsioni certe, ma dobbiamo tenerci pronti a ogni nuovo scenario: sono cambiate le abitudini di acquisto e non tutto tornerà come prima. Forse i negozi fisici del futuro saranno più piccoli, forse no.

L'importante è non essere spaventati dal fatto che niente resta uguale per sempre, da qualche anno i cambiamenti sono estremamente accelerati. Non si hanno mai abbastanza “antenne” per coglierli in tempo, ma noi cerchiamo di essere attenti e ricettivi».

I problemi delle PmiDolce&Gabbana è un'azienda da 1,3 miliardi di fatturato, che può assorbire il colpo della pandemia, ma un pensiero va alle aziende più piccole, ai laboratori artigianali e ai giovani stilisti:«Ci consideriamo fortunati, ad avere i mezzi economici per resistere – aggiungono –. Questo possiamo fare: allestire una sfilata, dare lavoro ai nostri artigiani, sostenere la scuola interna headtopics.com

Cane con una zampa paralizzata sopravvive a una vita di stenti in mezzo all’indifferenza più totale Droga a Torino, spacciatore arrestato per la quarta volta in un anno Speranza: “No AstraZeneca sotto i 60 anni. Sì al mix di vaccini. Seguiamo le nuove indicazioni degli scienziati”

. Parlare è un’arte leggera, fare moda come la intendiamo noi è un’arte pesante. Anzi, meglio, di peso».Domenico Dolce e Stefano Gabbana non usano l’espressione “questo momento”, bensì “questo minuto”, una scelta che riflette l’incertezza del mondo post Covid

. Ma anche il desiderio, quasi filosofico, di cogliere l’attimo, come forse la moda fa da sempre.Il legame con la sostenibilitàSul tema centrale per la moda, e non solo, la sostenibilità, Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno le idee molto chiare: «Se parliamo di quella sociale, il nostro modello di business e come abbiamo condotto l’azienda in questi mesi parla da solo.

Tuteliamo le persone che lavorano per noi e quindi le rispettive famiglie e continuiamo a investire sul made in Italy.L’evento di Firenze, ad esempio, ha ridato speranza agli artigiani locali ma anche ad albergatori e ristoratori, reduci da mesi di inattività». Sull’altro grande tema, il rispetto e la tutela dell'ambiente, i due stilisti spiegano: «Come tutti, siamo consapevoli dell’importanza della responsabilità individuale e di quella delle aziende e della necessità di tenere comportamenti virtuosi, senza sprecare. Non amiamo protocolli e certificazioni, ma mettiamo tutto il nostro impegno a ridurre sprechi di energia, acqua e di ogni materiale».

C’è un aspetto che secondo Domenico Dolce e Stefano Gabbana è indicativo più di ogni protocollo o azione di “green washing”: «Utilizziamo da sempre, cioè da 37 anni, solo filati naturali. Non vedrete mai un abito plissé nelle nostre collezioni perché per farlo servirebbe un tessuto con una percentuale di filato acrilico. headtopics.com

Creiamo collezioni che durano nel tempo e non vanno buttate o smaltite perché non si possono più mettere. Alle parole,anche in questo caso, ai proclami, preferiamo i fatti. Il nostro è un lavoro sotto gli occhi di tutti e non abbiamo segreti e probabilmente è anche per questo che siamo diventati un marchio globale, restando profondamente italiani».

Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

sempre bravi veramente un grande punto di ripartenza, bravi bravi bravi Un Brand che fa la propria pubblicità con foto ineeggiante allo stupro, per me deve morire.

Il Recovery farà salire il Pil, ma resta il rischio austerità - Il Fatto QuotidianoQuale sarà l’impatto economico del Recovery fund, o meglio Next Generation Eu (NgEU)? Una prima risposta l’avremo all’inizio della prossima settimana, quando il governo approverà la Nota di aggiornamento al Def di aprile. Le prime stime sono promettenti, ma sono subordinate a una serie di condizioni che possono vanificarne l’effetto, da quelle imposte dai regolamenti … cdifoggia Il rischio austerità🤔 Il rischio?😂

Dolce&Gabbana e il richiamo alla concretezza del made in ItalyLa donna sfilerà domani al Metropol, dopo la trasferta estiva dell'uomo all'Humanitas

Il dolce tributo di Brigitte Nielsen a Jackie Stallone, appena scomparsa a 98 anniIl giorno dopo la morte di Jackie Stallone, Brigitte Nielsen dedica alla donna una commovente dedica sui social. «Mancherai», le scrive

Con il Covid nascono i «voli verso il nulla» - VanityFair.itDi cosa si tratta? Volare, guardare cosa c’è fuori dal finestrino, senza arrivare da nessuna parte perché a destinazione è la stessa della partenza In che senso? È stata scoperta una porta spazio-temporale? .....o un nuovo tipo di metanfetamina

Milano Fashion Week: il gelato con il nome degli stilisti da Gusto 17Un gelato rosa Schiaparelli? O preferite l'iconico grigio Armani? No forse meglio il giallo Fendi 🍨 Ebbene sì, anche il gelato festeggia la Milano Fashion Week 💃. Lo assaggiamo? 😋 Хочу к вам на неделю моды 😭😭😭 и мороженое 🍨 хочу, господи! Я готова душу дьяволу отдать.

Starmer resuscita Blair e archivia il corbynismo - Il Fatto QuotidianoDa quando, il 4 aprile scorso, Sir Keir Starmer è stato eletto leader del Labour con il 56% dei voti degli iscritti, ha quietamente attuato due strategie: riprendersi il controllo del partito sottraendolo ai corbynisti e approfittare degli errori del governo conservatore. Attendismo premiato dai sondaggi, che da settimane ormai danno i laburisti quasi alla … Mentre si lavora la cocaina per estrarre il crack, c'è pericolo di esplosione. Avvengono esplosioni e incendi nei palazzi dei centri abitati. Forze dell'ordine e vigili del fuoco hanno sempre nascosto la verità sulle cause dell'esplosione e conseguente incendio, perché è mafia