Papa, Dio, Cristo

Papa, Dio

Il Papa: «Dolore per lo Sri Lanka ma Dio non abbandona chi soffre»

Il Papa: «Dolore per lo Sri Lanka ma Dio non abbandona chi soffre»

21/04/2019 13.55.00

Il Papa : «Dolore per lo Sri Lanka ma Dio non abbandona chi soffre»

Il messaggio Urbi et Orbi davanti a 70 mila fedeli: «Vicino alle vittime, pace per Siria, Libia, Yemen e tutto il Medio Oriente»

EmailCITTÀ DEL VATICANO « Cristo vive e rimane con noi. Egli mostra la luce del suo volto di Risorto e non abbandona quanti sono nella prova, nel dolore e nel lutto». A mezzogiorno, davanti ad una piazza colma di settantamila fedeli, Francesco si affaccia alla loggia centrale di San Pietro per il tradizionale messaggio Urbi et Orbi, alla città e al mondo, nel giorno di Pasqua. Sono passate poche ore dagli attentati in tre chiese e altrettanti hotel in Sri Lanka. Dopo il messaggio e la benedizione, il Papa prende di nuovo la parola: «Ho appreso con tristezza e dolore la notizia dei gravi attentati che proprio oggi, giorno di Pasqua, hanno portato lutto e dolore nello Sri Lanka. Desidero manifestare la mia affettuosa vicinanza alle comunità cristiana, colpita mentre era raccolta in preghiera, e a tutte le vittime di così crudele violenza. Affido al Signore quanti sono così tragicamente scomparsi e prego per i feriti e per tutti coloro che soffrono a causa di questo drammatico evento». Francesco lo ha detto nel suo messaggio: «Davanti alle tante sofferenze del nostro tempo, il Signore della vita non ci trovi freddi e indifferenti. Faccia di noi dei costruttori di ponti, non di muri».

Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia» Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Gli auguri dal carcere di Zaki per la partita Italia - Svizzera

Il Papa ripercorre le troppe situazioni di dolore del pianeta, a cominciare dalla Siria: «Cristo il Vivente, sia speranza per l’amato popolo siriano, vittima di un perdurante conflitto che rischia di trovarci sempre più rassegnati e perfino indifferenti. È invece il momento di rinnovare l’impegno per una soluzione politica che risponda alle giuste aspirazioni di libertà, pace e giustizia, affronti la crisi umanitaria e favorisca il rientro sicuro degli sfollati, nonché di quanti si sono rifugiati nei Paesi limitrofi, specialmente in Libano e in Giordania». Il pensiero di Bergoglio si rivolge a tutta la regione: «La Pasqua ci porta a tenere lo sguardo sul Medio Oriente, lacerato da continue divisioni e tensioni. I cristiani nella regione non manchino di testimoniare con paziente perseveranza il Signore risorto e la vittoria della vita sulla morte. Un particolare pensiero rivolgo alla popolazione dello Yemen, specialmente ai bambini, stremati dalla fame e dalla guerra. La luce pasquale illumini tutti i governanti e i popoli del Medio Oriente, a cominciare da israeliani e palestinesi, e li sproni ad alleviare tante sofferenze e a perseguire un futuro di pace e di stabilità». E ancora, «le armi cessino di insanguinare la Libia, dove persone inermi hanno ripreso a morire in queste ultime settimane e molte famiglie sono costrette a lasciare le proprie case», alza lo sguardo il Papa: «Esorto le parti interessate a scegliere il dialogo piuttosto che la sopraffazione, evitando che si riaprano le ferite di un decennio di conflitti ed instabilità politica». Francesco invoca la pace per «tutto l’amato continente africano, ancora disseminato di tensioni sociali, conflitti e talvolta da violenti estremismi che lasciano insicurezza, distruzione e morte, specialmente in Burkina Faso, Mali, Niger, Nigeria e Camerun». In particolare si sofferma sul Sudan «che sta attraversando un momento di incertezza politica e dove auspico che tutte le istanze possano trovare voce e ciascuno adoperarsi per consentire al Paese di trovare la libertà, lo sviluppo e il benessere a cui da lungo tempo aspira», e sul Sud Sudan, i cui leader si sono di recente incontrati in Vaticano per cercare un accordo dopo cinque anni di guerra civile: «Possa aprirsi una nuova pagina della storia del Paese, nella quale tutte le componenti politiche, sociali e religiose s’impegnino attivamente per il bene comune e la riconciliazione della Nazione».

In questa Pasqua, prosegue Francesco, «trovi conforto la popolazione delle regioni orientali dell’Ucraina, che continua a soffrire per il conflitto ancora in corso. Il Signore incoraggi le iniziative umanitarie e quelle volte a perseguire una pace duratura». Il Papa si rivolge poi a chi, nel continente americano, «subisce le conseguenze di difficili situazioni politiche ed economiche». In particolare, pensa «al popolo venezuelano, a tanta gente priva delle condizioni minime per condurre una vita degna e sicura, a causa di una crisi che perdura e si approfondisce» e prega: «Il Signore doni a quanti hanno responsabilità politiche di adoperarsi per porre fine alle ingiustizie sociali, agli abusi e alle violenze e di compiere passi concreti che consentano di sanare le divisioni e offrire alla popolazione gli aiuti di cui necessita». Infine, «il Signore risorto illumini gli sforzi che si stanno compiendo in Nicaragua per trovare al più presto una soluzione pacifica e negoziata a beneficio di tutti i nicaraguensi». Ma la preghiera del pontefice è universale: «Cristo, che ci dona la sua pace, faccia cessare il fragore delle armi tanto nei contesti di guerra che nelle nostre città, e ispiri i leader delle Nazioni affinché si adoperino per porre fine alla corsa agli armamenti e alla preoccupante diffusione delle armi, specie nei Paesi economicamente più avanzati. Il Risorto, che ha spalancato le porte del sepolcro, apra i nostri cuori alle necessità dei bisognosi, degli indifesi, dei poveri, dei disoccupati, degli emarginati, di chi bussa alla nostra porta in cerca di pane, di un rifugio e del riconoscimento della sua dignità». headtopics.com

Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Cominciate a scendere dal pulpito ! È un'epoca questa che ha bisogno di fatti nn di buone parole finito il tempo del predicare bene e razzolare male.Gli insegnamenti di Cristo li dovete mettere in pratica dovete abbandonare potere e danaro. Voi nn lavorate ! Sono solo cristiani Pietro. Che fai ti preoccupi per loro?

macché dolore il gran mufti bergoglio ha esultato di gioia per le centinaia di cristiani ammazzati dai musulmani Da Stato, perché abbandonarli senza una delle protezioni donate, come la gendarmeria? caspita, bergoglio ha nominato Dio anziche' i migranti Si riferiva solo agli immigrati non vi illudete Seee vabbè

Roma, il piano di Salvini per conquistare il Campidoglio: già pronto il programma - Il Fatto QuotidianoIl dopo-Raggi a Roma? Uno o più inceneritori realizzati da Acea, tavolini a mo’ di “salotti” nelle vie del centro, lo smantellamento di tutte le piste ciclabili “inutili”. E una “città-Stato” che “liberi” la provincia. Matteo Salvini sembra fare sul serio nel puntare al Campidoglio e, a due anni di distanza dalle elezioni amministrative, ha … Ha collaborato o lo ha scritto qualcuno degli Arata? 🤔 🤔 😉 Aridatece mafiacapitale! Se i 5 stelle danno casa ai zingari Roma e della lega

Greta Thunberg in Italia: «Io e il Papa in lotta per il clima»L’intervista alla giovane attivista svedese che ha incontrato il Pontefice: «La scuola non fa abbastanza per il clima» Ha letto il libro del Papa? non vi fate male eh! Seeeeeeee...molto ci credo

Attentati Sri Lanka, Papa Francesco: 'Vicinanza a tutte le vittime di così crudele violenza'Attentati SriLanka, Papa Francesco al termine della benedizione Urbi et Orbi: 'Vicinanza a tutte le vittime di così crudele violenza' → questo non predica bene e razzola male il gran mufti bargoglio ha esultato di gioia alla morte dei cristiani chissà quando i musulmani faranno saltare san pietro come sarà felice?

Dagli Usa all'Italia, il grido di dolore per Notre Dame che bruciaAzoulay, direttore generale Unesco: 'Al fianco del Paese per salvaguardare il patrimonio'

Lo sgomento e il dolore negli occhi di parigini e turistiUn incendio è divampato nella cattedrale di Notre Dame a Parigi, dove erano in corso lavori di restauro. L’incendio sarebbe divampato dal cantiere (Francois Guillot/Afp) Brutto dirlo ma la sensazione forte è quella di un cattivo presagio. Speriamo di no 🙏 E lo sgomento e dolore perché non lo guardate su quello che lo sponsor Macron , sta causando in Libia.

Giovani promesse, Calabria è il top della 32ª: il Milan ha il suo 'pendolino'Il terzino rossonero si è aggiudicato la palma di migliore del turno di Serie A dopo la bella prova offerta nello 'spareggio Champions' contro la Lazio

Il fotografo Tugnoli vince il Pulitzer: «Il mio cuore tra i bimbi dello Yemen»Il fotografo romagnolo ha vinto il premio giornalistico più ambito per un servizio sullo Yemen pubblicato dal Washington Post. Una delle motivazioni del premio è stata la completezza di sguardo: «Entrare nello Yemen in guerra è difficilissimo» Che bizzarro, non vi sono ong che vanno.a salvare gli yemeniti? RescueMed valgono meno dei nigeriani.e senegalesi? in italia non ci sono bambini poveri.....noooo

Alessandria, spara e uccide il figlio dopo una lite: 'Il giovane chiedeva soldi' - Il Fatto QuotidianoHa ucciso a colpi di pistola suo figlio, al termine di una lite che potrebbe essere legata alla droga. È successo in un’abitazione di Rivalta Bormida, in provincia di Alessandria. A sparare è stato Luciano Assandri, 68 anni. La vittima è il trentanovenne Diego Assandri. Dopo aver sparato, Luciano ha chiamato una vicina che, a sua volta, ha … Parte di questa morte,appartiene alla nostra società che non è riuscita a capire il disagio di tanti giovani,imbambolati da una vita senza valori. Voleva solo soldi soldi

Salva-Roma, il no di Salvini è il bottone rosso per la crisi - Il Fatto QuotidianoOra può davvero saltare tutto. Non è più tempo per battutine e sciarade. Perché il caso Siri da crepa si è fatto faglia tra gli alleati per forza, Carroccio e M5S. Con i 5Stelle che ora tirano in mezzo direttamente lui, Matteo Salvini, chiedendogli se sapesse, se fosse a conoscenza del fatto che il figlio … lucadecarolis stammerda lucadecarolis Il barbaro legaiolo ha le ore contate! Di fronte alla schifezza della lega e della sua cozzaglia non possiamo più avere pazienza. La lega ladrona è abituata a tradire, lo ha già fatto col nano di arcore e lo sta facendo col M5S. Chiudere subito il manicomio, subito! lucadecarolis Ma è la solita pantomima elettorale. Si tirano i piatti un po di muso e poi si fa pace a letto con maggiore passione.

Casalesi, il pentito: 'Così il clan voleva speculare su un terreno della Curia' - Il Fatto QuotidianoSei pagine depositate nel corso di un processo a Santa Maria Capua Vetere che vede imputati prestanome del clan dei Casalesi e tecnici comunali di Villa di Briano. Sei pagine con qualche omissis, raccolte dal pm di Napoli Catello Maresca, che raccontano di come la camorra del casertano provò ad avviare una speculazione sui terreni … Quella del catechismo se la erano legata al dito proprio .. !!1!11!

Ecco il test di Einstein, il quiz da risolvere nei colloqui di lavoro. Prova il quesito logicoCi sono un inglese, un norvegese, un danese e un tedesco.... Comincia così uno dei test più raffinati e usati anche nei colloqui di lavoro. Fate la prova Come diffe QUALCUNO..credo che l intelligentza Non fta in tutti i CRANIIII