I magistrati 'accusati' da Palamara: 'nostre nomine all'unanimità, nessuna lottizzazione'

Giuseppe Amato, procuratore capo a Bologna, risponde alle affermazioni dell’ex collega secondo il quale la sua “nomina” avvenne col meccanismo delle correnti

22/06/2020 09.35.00

Giuseppe Amato, procuratore capo a Bologna, risponde alle affermazioni dell’ex collega secondo il quale la sua “nomina” avvenne col meccanismo delle correnti.

Giuseppe Amato, procuratore capo a Bologna, risponde alle affermazioni dell’ex collega secondo il quale la sua “nomina” avvenne col meccanismo delle correnti

8:06Roma. «Forse sembrerà strano, ma la mia prima nomina a procuratore capo, che risale al 2007, è stata all’unanimità. Non capisco dunque quale sia la lottizzazione». A parlare è Giuseppe Amato, oggi procuratore capo a Bologna, citato dall’ex collega Luca Palamara che – in un’intervista al quotidiano La Repubblica – ha sostenuto che proprio quella “nomina” fu effettuata secondo i meccanismi di correnti che oggi vengono tanto criticati. Amato, già procuratore di Pinerolo e Trento, la pensa in maniera diversa. «Si può dire che sia più o meno bravo come procuratore, ma io sono convinto che la maggior parte delle nomine venga fatta valutando le carte. Sono passaggi delicati e, in caso di illegittimità, si può andare anche davanti al Tar», ha spiegato Amato che ha ribadito: «Secondo questo discorso anche il ministro dovrebbe entrare nella lottizzazione, e non è così. Il meccanismo è la garanzia che sono nomine lineari e condivisibili».

Il Fatto di Domani del 15 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano Bari, è gravissimo il quadro clinico del 54enne in Rianimazione: ischemia dopo il vaccino J&J - Il Fatto Quotidiano Alberto Sordi, nuovo omaggio a 'Il marchese del Grillo': il murale nel quartiere di Roma Garbatella

Caso Palamara, all'unanimità l'Anm si pronuncia per l'affermazione di responsabilitàAmato è solo uno dei tre magistrati che Palamara - dopo essere stato cacciato dall’Associazione nazionale magistrati di cui è stato anche presidente – ha individuato come capofila del sistema delle correnti utilizzato per «gestire il potere interno alla magistratura».

Tra le persone tirate in ballo anche Bruno Di Marco, membro dei probiviri dell’Anm ed ex presidente del tribunale di Catania, considerato da Palamara vicino a Giancarlo Longo, il magistrato che, secondo le originarie accuse rivolte all’ex pm di Roma dai magistrati di Perugia, poi cadute, sarebbe stato avrebbe favorito nella corsa per l’assegnazione della procura di Gela. headtopics.com

Caos Procure, Palamara: "Non farò il capro espiatorio di un sistema"«Tutte le mie nomine sono avvenute all’unanimità. – ha commentato detto Di Marco - L’unico riferimento specifico alla mia persona fatto da Palamara è il procedimento nei confronti del magistrato Longo, che io ho difeso nel lontano 2006 nell’ambito di un procedimento disciplinare». Il magistrato ha poi aggiunto: «Ho assistito Longo solo in quell’occasione, nella quale è stato assolto dalla sezione disciplinare, e da allora non l’ho mai più sentito».

Caos procure, Presidente Anm: "In magistratura gigantesca questione morale"Le dichiarazioni di Palamara, intenzionato a non fare da capro espiatorio dell’intera vicenda, hanno suscitato reazioni durissime, in primis dall’Associazione nazionale magistrati, che respinge con sdegno l'accusa di aver usato con lui metodi di inquisizione negandogli la possibilità di intervenire nel corso Comitato direttivo centrale che ne ha decretato l'espulsione.

Quella di Palamara è una menzogna, fa sapere infatti la giunta del sindacato delle toghe: “come prevedono le norme è stato ascoltato dai probiviri, di fronte ai quali non ha mai preso una posizione sugli incontri con consiglieri del Csm, parlamentari e imputati" da ci sono derivate pesanti  un'interferenze nell'attività del CSM. 

Palamara: "Negato diritto alla parola, nemmeno nell'Inquisizione"«Nel disperato tentativo di difendersi attaccando, Palamara inventa una realtà che non corrisponde ai fatti», è invece la replica del segretario dell’Anm, Giuliano Caputo, che Palamara definisce inserito nel sistema delle nomine. Minaccia infine il ricorso alle vie legali un altro ex presidente dell'Anm, Eugenio Albamonte, pm romano e segretario di Area, il gruppo che rappresenta le toghe progressiste.​ headtopics.com

Eriksen, la foto dall'ospedale: 'Grazie a tutti, sto bene' M5s, voto e partecipazione online saranno gestiti da due piattaforme diverse In Edicola sul Fatto Quotidiano del 16 Giugno: Mix vaccini i dottori di famiglia: “vaghezze inaccettabili” - Il Fatto Quotidiano

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni.

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Adesso vogliono farci credere che questo se la cantava e suonava da solo... Se tutto fu negoziato e concordato dalle correnti ,mi pare normalissimo il voto all’unanimità 👎

Palamara: “Anm mi ha negato il diritto di parola. Peggio dell’Inquisizione”Il Comitato direttivo centrale dell'Associazione nazionale magistrati ha respinto all'unanimità la richiesta del suo ex presidente di essere sentito

Caso Procure, Palamara espulso da Anm: “No capro espiatorio sistema”Leggi su Sky TG24 l'articolo Anm espelle Palamara senza ascoltarlo. Lui: “Non farò il capro espiatorio di un sistema” In effetti un po’ la faccia da capro c’è ...🤣🤣🤣 Inizia a fare solo il Capro allora. Anzi il “pecoro” Non accadrà mai...ma si spera sempre che le toghe sporche spariscano...ma sono molte,forse troppe..

Anm, Palamara: 'Negata parola'. Poniz: 'Nessun capro espiatorio'Leggi su Sky TG24 l'articolo Caso procure, Palamara: 'Negato diritto di parola'. Poniz: 'Nessun capro espiatorio' Ma guarda un po' come se non si sapesse

Le accuse di Palamara non sono finite. Altri colleghi nel «sistema incarichi»L’ira dell’Anm: da lui soltanto falsità. Ma adesso la politica va in pressing: riforme sempre più urgenti. L’ex ministra Giulia Bongiorno (Lega): «È finito sotto i riflettori manon è credibile che il problema sia solo lui»

Palamara espulso da Anm. La replica: non farò il caprio espiatorioL’ex numero uno dell’associazione magistrati contrattacca: ”Mi è stato negato il diritto di parola”. Salvini: espulsione non basta Leonardo? Razza di onnipotenti magistrati Tutte le correnti debbono essere espulse,devono pagare tutti,troppo comodo cavarsela così..

Bufera procure, l’Anm decreta l’espulsione di Palamara. Lui: «Non ho mai agito da solo»Il Comitato centrale decide se accogliere la decisione unanime sull’ex capo dell’Associazione. Lui, che aveva chiesto di difendersi, non c’è. Dimessi tutti i componenti Md. Poniz: «Ingiustificato l’abbandono del confronto». Dimmi se questa é la frase di chi dovrebbe essere caposaldo e garante di giustizia ed equità. Ma la gente si rende conto di quanto sia grave la situazione o no? filippodf NicolaPorro anm