Libia, Pierre Haski

I limiti del tentativo russo e turco di spegnere il conflitto in Libia

Le due facce del tentativo russo e turco di spegnere il conflitto in Libia. L’articolo di Pierre Haski.

14/01/2020 15.00.00
Libia, Pierre Haski, Nazioni Unite, Russia, Stati Uniti, Turchia, Unione Europea, Libia, Recep Tayyip Erdoğan, Faiez Al Sarraj, Khalifa Haftar, Ghassan Salamé, Nazioni Unite, Vladimir Putin, Cessate İl Fuoco

Le due facce del tentativo russo e turco di spegnere il conflitto in Libia . L’articolo di Pierre Haski .

L’emergere della Russia e della Turchia come attori di guerra e al contempo mediatori di pace mostra che i tempi sono cambiati. L’Europa cercherà di recuperare terreno con la conferenza di Berlino. Leggi

(Ministero degli esteri russo/Ap/Lapresse)14 gennaio 2020 11:37Sono pompieri piuttosto buffi quelli che cercano di spegnere l’incendio che minaccia di devastare la Libia. Il 13 gennaio, a Mosca, il presidente russo Vladimir Putin e il suo collega turco Recep Tayyip Erdoğan hanno riunito i due protagonisti della guerra civile libica: il primo ministro di Tripoli Faiez al Sarraj e il suo rivale di Bengasi, il maresciallo Khalifa Haftar. Erdoğan e Putin hanno provato a promuovere un cessate il fuoco, con un successo parziale visto che Haftar è

«Se si può andare al ristorante, si può tornare in ufficio»: perché le parole del Ceo di Morgan Stanley sono solo la punta dell'iceberg Etna, nuova eruzione: la sera illuminata dalle fontane di lava Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di domenica 20 giugno 2021

ripartito senza firmare l’accordo.Parlo di pompieri bizzarri perché Erdoğan e Putin sono allo stesso tempo piromani. Certo, non sono gli unici a gettare benzina sul fuoco libico (divampato prima del loro intervento), ma restano pur sempre piromani, impegnati con armi e uomini su entrambi i fronti della linea di frattura.

Non è la prima volta che i due capi di stato, che condividono il culto “dell’uomo forte”, trovano un’intesa su un conflitto in cui non sostengono lo stesso schieramento., paese che in materia di ingerenze estere ha battuto tutti i record della nostra epoca, creando un pericolose precedente per la Libia. headtopics.com

I due “padrini”La Russia ha scelto il campo di Haftar, un altro “uomo forte”. Il maresciallo ha ricevuto armi ma anche uomini, ufficialmente mercenari e dipendenti dell’azienda privata russa Wagner. Evidentemente a Putin non dispiacerebbe essere decisivo per il futuro della Libia, dopo esserlo stato in Siria.

Dal canto suo, la Turchia ha appena ufficializzato il suo impegno a favore di Al Sarraj, riconosciuto dalla comunità internazionale ma in posizione di debolezza. Ankara ha già trasferito a Tripoli armi e miliziani islamici siriani, in vista di un intervento diretto.

e torna su territori che in passato hanno fatto parte dell’impero ottomano.Quella che chiamiamo solitamente comunità internazionale, nel frattempo, appare impotenteQuesti due “padrini” saranno in grado di riportare la pace? In realtà rischiano piuttosto di prolungare la guerra, con tutte le conseguenze del caso per i civili, i migranti bloccati in Libia e i paesi vicini come Tunisia, Algeria e Sahel. Quella che chiamiamo solitamente comunità internazionale, nel frattempo, appare impotente. A fine dicembre Ghassan Salamé, rappresentante speciale delle Nazioni Unite per la Libia, ammetteva

di essere “deluso e ferito” dal fatto che dopo nove mesi di combattimenti a Tripoli non era stato possibile ottenere un appello del consiglio di sicurezza per un cessate il fuoco.Credibilità in discussioneSalamé, inoltre, sottolineava con amarezza che alcuni paesi, dopo aver votato l’embargo sulla consegna di armi alla Libia, avevano violato le proprie risoluzioni, e riconosceva che la credibilità dell’Onu è ormai in discussione. headtopics.com

Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo Verso lo stop alle mascherine all’aperto: si parte dalla zona bianca Omicidio Desirée: tutti i 4 imputati condannati, due all'ergastolo

L’emergere della Russia e della Turchia come attori di guerra e al contempo mediatori di pace mostra che i tempi sono cambiati. Gli Stati Uniti proseguono la loro ritirata, mentre gli europei hanno chiaramente perso il treno anche se stanno cercando di recuperare con l’organizzazione di un negoziato per il 19 gennaio a Berlino.

La Libia è l’immagine del mondo futuro, senza né regole del gioco né arbitro.(Traduzione di Andrea Sparacino)LibiaSostieni il giornalismo indipendente Leggi di più: Internazionale »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Libia, accuse per violazioni del cessate il fuoco ma tregua regge | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Libia , accuse per violazioni del cessate il fuoco ma tregua regge | Sky TG24

Libia, nave cargo italiana fermata nel golfo di Sirte | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Libia , nave cargo italiana fermata nel golfo di Sirte | Sky TG24 Perquisitela a fondo e, se è tutto regolare, rilasciatela subito

Libia, Putin convoca Serraj e Haftar: “Venite a Mosca per firmare la tregua” Libia , Putin convoca Serraj e Haftar: “Venite a Mosca per firmare la tregua” [aggiornamento delle 00:29] Serraj va se faire certainement Tancer Il peut toujours appeler son copain Le Petit Turc Cela ne changera rien.

Editoriale | Gli errori (a sinistra) sul conflitto in LibiaL'editoriale di Paolo Mieli sul Corriere del 13 gennaio 2020 Voi giornalisti come potete sopportare questi cosidetti poltici , conte e di maio , come italiani non si vergognate?

Libia, Haftar e Sarraj oggi a Mosca per firmare la tregua | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Libia , Haftar e Sarraj oggi a Mosca per firmare la tregua | Sky TG24 Ma non dovevano venire a Roma? DaniloToninelli A mosca!? Vanno dopo tutto da chi conta ed ha un peso politico internazionale. La UE ha fallito totalmente il compito per cui era nata. Un ammasso di paesi scoordinati inutili assetati solo di denaro con la Germania che fa il bello e cattivo tempo

Libia, fragile tregua: al-Sarraj e Haftar vanno a MoscaOggi a Mosca Fayez al-Sarraj e il generale Khalifa Haftar firmeranno il cessate il fuoco . Dopo le pressioni di Russia e Turchia , la tregua in Libia è iniziata ufficialmente ieri e sembra tenere. Il premier Conte vola ad Ankara e poi al Cairo Mica veto! Entrambe le parti hanno già infranto la tregua!