Arte

Arte

I grandi luoghi dell'arte italiana: la cappella degli Scrovegni, dove Giotto dà il meglio di sé - VanityFair.it

Un capolavoro! #Arte

23/05/2020 13.00.00

Un capolavoro! Arte

Realizzata nei primissimi anni del Trecento, il capolavoro di Giotto a Padova è più moderno che mai. Scopriamola insieme

Paolo Sorrentino, un progetto tra editoria e cinematografia, che ci porta verso una nuova «Fase 4», cheper Sorrentino, questa fase potrebbe coincidere col ritorno di un’idea di bellezza possibile e diversa.Torniamo alla cappella e all’inizio del Trecento a padova. Del progetto di Enrico Scrovegni oggi resta solo la cappella (detta anche dell’Arena per l’edificio preesistente) che

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Gabriele Paolini in carcere: la condanna definitiva a 8 anni da scontare nella casa circondariale di Rieti Sara Napolitano, un’ingegnera contro le malattie rare

il ricco banchiere scelse di far decorare dal pittore migliore allora su piazza: Giotto.E qui il pittore fiorentino realizza il capolavoro della sua carriera,ancor più che nella basilica di san Francesco ad Assisi, alla quale aveva lavorato qualche tempo prima, negli anni ’90 del Duecento. La cappella Scrovegni appare oggi da fuori come un semplice edificio in mattoni, tanto lineare nella struttura esterna quanto ricchissimo nella decorazione interna, che Giotto progetta per coprir praticamente ogni centimetro di muro. Gli affreschi raccontano, sulle due pareti laterali,

le storie della Vergine Maria e di Gesù, e lo fanno in un modo del tutto moderno, che si lascia alle spalle una certa leziosità di alcuni maestri medievali o l’eccessiva rigidità dell’arte di derivazione bizantina, dando alle figure un vero corpo, vere espressioni (guardate i visi sconvolti delle donne nel compianto su Cristo morto, o il volto mortificato di Gioacchino cacciato dal tempio), veri spazi all’interno dei quali vivere, come la deliziosa casetta che compare nell’Annuncio ad Anna dove tutto, anche il copriletto a righe, viene rappresentato da Giotto con estrema cura ed attenzione. E poi, le barbe: ecco, headtopics.com

fino ad allora le barbe degli uomini non erano mai state così soffici e morbide. L’inizio del Rinascimento passa forse anche da questi particolari.Ma la decorazione della cappella non si limita alle sole pareti laterali: qui infatti anche il soffitto, interamente dipinto di blu, pare non esista più, ma sembra aver lasciato spazio ad un cielo limpido. Così come la controfacciata, la parete nella quale si apre la porta d’accesso, che

incute timore e soggezione con l’immagine del Giudizio Universale(che occupa tradizionalmente questo posto, dato che doveva essere l’ultima cosa che i fedeli vedevano prima di uscire da una chiesa). E finalmente proprio qua,poco sotto l’immagine di Cristo giudice, se ne sta Enrico

, inginocchiato mentre porge a Maria un modellino di quella stessa cappella, offerta per espiare definitivamente le colpe del suo casato.La cappella Scrovegni è aperta tutto l’anno, ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00(è prevista la chiusura al pubblico solo il 25 e 26 dicembre ed il primo gennaio). A seconda del periodo dell’anno i turni di visita durano 15 minuti (da marzo a metà giugno e ancora ad agosto, settembre, ottobre e dal primo al 15 dicembre). Il biglietto intero viene 13 euro, 8 il ridotto (tra gli altri, per i soci WWF e Italia Nostra), € 6 per i ragazzi dai 6 i 17 anni (i più piccoli pagheranno solo un euro).

La prenotazione e il pagamento anticipato sono obbligatori, da fare chiamando lo 049 2010020 o sul sito. Una volta arrivato il giorno della visita vi converrà essere sul posto con un po’ di anticipo per ritirare il biglietto, anche perché la biglietteria si trova a circa 100 metri dall’ingresso della Cappella, in headtopics.com

Covid: nuovo picco contagi Delta in Gb, oltre 16.000 - Europa «Nicola è vivo, è vivo»: il bimbo scomparso al Mugello si era calato a 25 metri Vaticano-ddl Zan, Fico: «No alle ingerenze, Parlamento è sovrano»

piazza Eremitani, 8: giunto il vostro turno, dovrete passare un quarto d’ora all’interno del CTA (sta per Corpo Tecnologico Attrezzato) in modo da stabilizzare il microclima. Solo trascorso questo tempo (durante il quale viene trasmesso un video sulla storia del luogo che state per visitare) si apriranno per voi le porte di uno dei più fantastici capolavori dell’arte italiana. Un ultimo consiglio: all’interno della cappella la temperatura è stabile sui 18 gradi, quindi d’estate sarà meglio portare con sé un maglioncino da infilare alla bisogna, per godersi la vista di un tale meraviglia senza soffrire il freddo.

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Storia e bellezza di Piazza di Spagna, dai francesi alla cover di Vanity Fair - VanityFair.itProtagonista della cover del numero speciale diretto da Paolo Sorrentino, piazza di Spagna è tra le più belle di Roma. Dal re di Francia al Bernini, da Keats a De Chirico fino a un branco di fenicotteri rosa, ecco la sua storia

Emma Marrone torna in Puglia dopo la quarantena: «Salento, profumo di casa» - VanityFair.itLa cantante, dopo aver passato la quarantena da sola, nel suo appartamento romano, è tornata dalla sua famiglia. In Puglia, e ha condiviso su Instagram i balli con papà Rosario, le coccole a letto con il fratello Checco e i pranzi di mamma Maria

Ibrahim Keshk, Rami in SKAM Italia: «La paura di apparire dolce» - VanityFair.itNella quarta stagione di «SKAM Italia», l'acclamata serie originale prodotta da Cross Productions e TimVision, interpreta Rami, il fratello di Sana. Qui si racconta per la prima volta tra la fede e il sogno di diventare infermiere, l'affetto dei fan e una certa «dolcezza» che voleva tenere nascosta

ClioMakeUp, il video del parto e del primo abbraccio con la figlia Joy - VanityFair.itLa youtuber e imprenditrice beauty ha postato su Instagram una tenera clip che «racchiude i momenti più belli» del 22 aprile, giorno in cui ha messo al mondo la sua seconda bambina

«Rain on Me»: la prima volta di Lady Gaga e Ariana Grande - VanityFair.itLe due popstar collaborano per la prima volta in occasione dell'uscita del secondo singolo estratto di «Chromatica», l'ultimo album di Lady Gaga disponibile 29 maggio. La traccia, «Rain on Me», sarà rilasciata il 22 maggio

Radio Monte Carlo Tv: la musica di gran classe arriva in Tv - VanityFair.itLa musica di gran classe di Radio Monte Carlo adesso è un piacere anche per gli occhi: tutto il meglio dei video di grandi artisti internazionali e italiani è disponibile, infatti, su Radio Monte Carlo TV, sul canale 716 di Sky e sul canale 67 di TivùSat