I cubani 'schiavi' sulle navi da crociera. Sequestrati l'80% del salario e il passaporto

27/01/2022 10.34.00

La dittatura cubana usa manodopera schiava, grazie alla collaborazione di alcuni giganti del mondo delle crociere internazionali

La dittatura cubana usa manodopera schiava, grazie alla collaborazione di alcuni giganti del mondo delle crociere internazionali

La dittatura cubana usa manodopera schiava, grazie alla collaborazione di alcuni giganti del mondo delle crociere internazionali

, tra cui spicca il nome della MSC, azienda leader mondiale del settore, con sede a Ginevra. La denuncia, presentata ieri a Bruxelles dall'ong Prisoners Defenders insieme a diversi eurodeputati del gruppo Renew Europe, fa scalpore. «Secondo le testimonianze raccolte da molti marittimi cubani che hanno lavorato anche in Italia - si legge nel rapporto - MSC Malta Seafarers Company Limited li contratta attraverso un agente cubano, la società Selecmar».

Nel contratto, di cui Prisoners Difender ha ottenuto copie che ha depositato presso la Corte Penale Internazionale con relativa denuncia, un'appendice indica che «la Selecmar trattiene l'80% del loro salario». Sulle sue navi «MSC sequestra i passaporti dei marittimi cubani non solo durante il viaggio, ma anche nei paesi dove le navi fanno scalo, per evitare che scappino». Secondo i dichiaranti, la MSC verrebbe multata di «10.000 dollari per ogni cubano che scappa», e per questo, denuncia Prisoners Defenders «i dipendenti di MSC Crociere sono diventati un'estensione della repressione del regime cubano». Restrizioni come queste, e il sequestro dei passaporti, non accadono al personale di altre nazionalità, solo ai marittimi dell'Avana. «Abbiamo molte prove. Abbiamo documenti che descrivono in dettaglio le terribili condizioni dei lavoratori cubani all'estero» spiega a Il Giornale Javier Larrondo, il presidente dell'ong che ha fatto la denuncia. «Ad esempio c'è la confisca delle loro proprietà e il divieto di tornare a Cuba per 8 anni, tenendo lontani questi lavoratori dalle loro famiglie se abbandonano il lavoro sulla nave o non fanno ritorno a Cuba alla fine del contratto. Abbiamo anche la legislazione cubana che lo conferma. E abbiamo certificati di lavoro della Selecmar che affitta lavoratori cubani come forza umana per crociere di lusso e trattiene l'80% del salario dei lavoratori. E abbiamo anche i certificati del Ministero dell'Interno cubano che provano queste accuse. Tutto è stato confermato da centinaia di denunce». Pure i cubani con visti Schengen validi ricevono i loro passaporti solo quando le autorità di immigrazione dei paesi europei salgono sulla nave e li controllano, ma poi - prima di lasciare la nave - i documenti vengono confiscati di nuovo e fanno scalo nei porti europei solo con una carta d'identificazione della MSC, mentre il loro passaporto viene conservato sulla nave da crociera «per motivi di sicurezza». La Croazia è stato l'unico paese Ue che si è rifiutato di farli scendere dalla nave senza passaporto, non l'Italia. «Poiché sembra che MSC sia consapevole che questa ritenzione provocherebbe una diserzione massiccia, dà ai marittimi dell'Avana 641 dollari in più fuori contratto, che Cuba non controlla. E così lo stipendio totale degli sfruttati marittimi cubani arriva a 727 dollari al mese in media», conclude il rapporto. Una miseria da lavoro schiavo.

Leggi di più:
ilGiornale »

Benedetta Porcaroli risponde a 18 domande in 128 secondi | Vanity Fair Italia

Benedetta Porcaroli, giovane attrice italiana, 'interpreta se stessa' nel video realizzato per Vanity Fair. Saranno bastate 18 domande e 128 secondi per rive... Leggi di più >>

Solo a cuba?. In Italia no?.

La Polonia avvia la costruzione di un muro lungo 186 chilometri al confine con la BielorussiaSono ancora migliaia le persone accampate al confine tra i due paesi e provenienti da Siria, Iraq, Yemen e Afghanistan La risposta della disumanità… i muri 😞

La Roma festeggia Mourinho: torta con la squadra, la prima fetta a PellegriniLo Special One oggi ha festeggiato a Trigoria i suoi 59 anni: grande applauso della squadra

La Bce non segue la Fed, per gli analisti la politica monetaria resterà espansiva«Eurozona e Stati Uniti stanno vivendo cicli diversi, pertanto richiedono un approccio diverso alla politica monetaria» spiega Rossignoli di Moneyfarm

Cosa è restato | La lunga eredità degli anni ’80 che influenza la politica di oggi - Linkiesta.itLa lunga eredità degli anni ’80 che influenza la politica di oggi Tutte le condizioni che hanno segnato il passaggio dalla prima alla seconda Repubblica sono ancora presenti Il libro di Simona Colarizi analizza gli effetti di questa continuità

Moderna: 'Al via la sperimentazione del booster contro la variante Omicron'Si sottopongono alla sperimentazione 600 adulti, metà dei quali ha già ricevuto due dosi del vaccino di Moderna almeno sei mesi fa, e l'altra metà ha ricevuto anche il booster già autorizzato Se lo infilassero su per il culo. Scusate il francesismo. Speranza, che aspetti ? Fai da cavia

Il Tar annulla la bocciatura di uno studente penalizzato dai prof per la scelta della DadI docenti avrebbero 'giudicato negativamente' la libera scelta dei genitori. Ora il ragazzo frequenta il quarto anno in un altro istituto Non basta. Deve ordinare il licenziamento dei responsabili!!! La soluzione per stare tranquilli è non bocciare più nessuno. In questo modo i miei ex colleghi risparmieranno di fare un verbale si bocciatura, la durata del consiglio di classe sarà più breve ed infine eviteranno di essere chiamati a giustificarsi dopo un ricorso al TAR.

0 , tra cui spicca il nome della MSC, azienda leader mondiale del settore, con sede a Ginevra.Dominika Zarzycka/NurPhoto via Getty Images Militari sorvegliano il confine tra Polonia e Bielorussia Austria, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Grecia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Polonia e Slovacchia.ROMA - Un grande applauso nello spogliatoio , poi l'abbraccio con alcuni suoi giocatori e la torta di compleanno.sandra riccio Modificato il: 26 Gennaio 2022 1 minuti di lettura C’era molta attesa per la riunione della Federal Reserve, la Banca centrale americana, faro per tutto il mondo degli investimenti.

La denuncia, presentata ieri a Bruxelles dall'ong Prisoners Defenders insieme a diversi eurodeputati del gruppo Renew Europe, fa scalpore. «Secondo le testimonianze raccolte da molti marittimi cubani che hanno lavorato anche in Italia - si legge nel rapporto - MSC Malta Seafarers Company Limited li contratta attraverso un agente cubano, la società Selecmar». Secondo un del centro studi Transnational Institute (TNI) dal 1990 al 2019 nell’Unione Europea e nell’area Schengen sono stati costruiti circa un migliaio di chilometri. Nel contratto, di cui Prisoners Difender ha ottenuto copie che ha depositato presso la Corte Penale Internazionale con relativa denuncia, un'appendice indica che «la Selecmar trattiene l'80% del loro salario». La prima fetta della torta è andata al suo capitano Lorenzo Pellegrini un brindisi con lo spumante per chiudere in bellezza il momento Special. Sulle sue navi «MSC sequestra i passaporti dei marittimi cubani non solo durante il viaggio, ma anche nei paesi dove le navi fanno scalo, per evitare che scappino». Secondo i dichiaranti, la MSC verrebbe multata di «10.

000 dollari per ogni cubano che scappa», e per questo, denuncia Prisoners Defenders «i dipendenti di MSC Crociere sono diventati un'estensione della repressione del regime cubano». Restrizioni come queste, e il sequestro dei passaporti, non accadono al personale di altre nazionalità, solo ai marittimi dell'Avana. «Abbiamo molte prove. Abbiamo documenti che descrivono in dettaglio le terribili condizioni dei lavoratori cubani all'estero» spiega a Il Giornale Javier Larrondo, il presidente dell'ong che ha fatto la denuncia. «Ad esempio c'è la confisca delle loro proprietà e il divieto di tornare a Cuba per 8 anni, tenendo lontani questi lavoratori dalle loro famiglie se abbandonano il lavoro sulla nave o non fanno ritorno a Cuba alla fine del contratto.

Abbiamo anche la legislazione cubana che lo conferma. E abbiamo certificati di lavoro della Selecmar che affitta lavoratori cubani come forza umana per crociere di lusso e trattiene l'80% del salario dei lavoratori. E abbiamo anche i certificati del Ministero dell'Interno cubano che provano queste accuse. Tutto è stato confermato da centinaia di denunce». Pure i cubani con visti Schengen validi ricevono i loro passaporti solo quando le autorità di immigrazione dei paesi europei salgono sulla nave e li controllano, ma poi - prima di lasciare la nave - i documenti vengono confiscati di nuovo e fanno scalo nei porti europei solo con una carta d'identificazione della MSC, mentre il loro passaporto viene conservato sulla nave da crociera «per motivi di sicurezza».

La Croazia è stato l'unico paese Ue che si è rifiutato di farli scendere dalla nave senza passaporto, non l'Italia. «Poiché sembra che MSC sia consapevole che questa ritenzione provocherebbe una diserzione massiccia, dà ai marittimi dell'Avana 641 dollari in più fuori contratto, che Cuba non controlla. E così lo stipendio totale degli sfruttati marittimi cubani arriva a 727 dollari al mese in media», conclude il rapporto. Una miseria da lavoro schiavo. Tag .