«Ho scoperto qual è il mio impatto mestruale sull'ambiente. E il risultato è inquietante» - VanityFair.it

Un'azienda produttrice di coppette mestruali lavabili ha creato un calcolatore che azzarda una stima. L'ho provato, per farmi subito un'idea

23/04/2021 00.30.00

Un'azienda produttrice di coppette mestruali lavabili ha creato un calcolatore che azzarda una stima. L'ho provato, per farmi subito un'idea

Mai come adesso mi sto rendendo conto di quanto la gestione del ciclo mestruale possa aumentare il livello di inquinamento. Del resto, chi sa davvero quanti chilogrammi di rifiuti si possono generare nel corso della vita utilizzando sempre e solo assorbenti usa e getta? Un'azienda produttrice di coppette mestruali lavabili ha creato un calcolatore che azzarda una stima. L'ho provato, per farmi subito un'idea

possa avere un impatto negativo sull’ambiente. Ci pensate mai a quanti rifiuti le donne producono nel corso della loro vita adoperando prodotti mestruali non riutilizzabili, come ad esempio gli assorbenti esterni e interni? I rifiuti derivanti da prodotti mestruali usa e getta possono impiegare secoli per decomporsi (un articolo apparso su

Astrazeneca, Bersani a La7: 'Speranza ha accumulato errori? No, è il capitano della nave che ci ha portato fuori dalla tempesta' - Il Fatto Quotidiano Biden unisce la Nato contro Cina e Russia: “Sono una minaccia” Usa, espolosione in uno stabilimento chimico dell'Illinois: evacuata cittadina di Rockton

afferma chegli assorbenti tradizionali impiegano circa 500 anni per disintegrarsi). E sappiamo bene quanto scegliere uno stile di vita sostenibile significhi creare abitudini di consumo che abbiano un impatto minimo sugli ecosistemi: unocitato dall’azienda

Natracare, che produce assorbenti totalmente biodegradabili, evidenzia che quelli tradizionali sono costituiti per il 90% da plastica (2,4gr), l’equivalente di 4 borse da spesa per pacchetto.Ad accendermi in testa un’ulteriore «spia» è arrivato poi headtopics.com

Intimina, marchio noto per i suoi prodotti sostenibili, che in occasione dellaGiornata Mondiale della Terra 2021ha pensato bene di attivareuno speciale calcolatore che permette a ogni donna di scoprire la quantità di rifiuti e il costo stimato derivante dal proprio utilizzo di prodotti mestruali non riutilizzabili

. In pratica, inserendo pochi semplici dati,permette di misurare i rifiuti derivanti dalla gestione del tuo ciclo mestruale, suggerendoti anche eventuali soluzioni alternative.Ho voluto testarlo,così – inserendo la mia data di nascita, il numero di cicli mestruali annuali e la durata media di ogni singolo ciclo – ho scoperto di aver

prodotto fino a questo momento 22.8 kg di spazzatura, rifiuti che sono andati a sommarsi a quelli che già inquinano inesorabilmente il nostro pianeta. Non solo:ho speso più di 4,670.68 euro per l’acquisto di prodotti mestrualie secondo le previsioni del calcolatore, con questo ritmo,

nel corso della mia vita butterò più di 11.000 prodotti mestruali usa e getta! Le cifre, in effetti, danno da pensare.«Sapere di produrre nella propria vita oltre 10 kg di materiale non compostabile, può apparire inquietante», commenta headtopics.com

Eriksen, la foto dall'ospedale: 'Grazie a tutti, sto bene' In Edicola sul Fatto Quotidiano del 15 Giugno: Vaccini nel marasma e nessun dato su AZ. Ora parli Draghi - Il Fatto Quotidiano Un video della tv australiana imbarazza Oms: 'Pipistrelli vivi nei laboratori di Wuhan'

Alessandra Bitelliwoman empowering coach. «Soprattutto se si sa di poterlo evitare facilmente.Si tratta di prendere coscienza di quanto un piccolo cambiamento personale possa incidere positivamente nell’ambiente che appartiene a tutti.Un cambiamento importante che parte tra le mura domestiche e scolastiche e si sviluppa maggiormente tra le giovani che facilmente ne possono comprendere l’utilità e l’efficacia. Un cambio di prospettiva che sostituisce il senso di colpa con “

ho il potere di tenere il mondo più pulito”». Leggi di più: Vanity Fair Italia »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Andrea Montovoli: «Ho smesso di vergognarmi» - VanityFair.itIn «Io non sono Grigio», il suo primo libro pubblicato da Mondadori, Andrea Montovoli racconta di quando, da adolescente, scontò una pena in carcere e di come, proprio lì, scoprì la passione per la recitazione: «È come se in tutti questi anni avessi ingoiato chili di emozioni che ora sto rispuntando»

Erica Jong: non ho smesso di volare - VanityFair.itA quasi 80 anni la scrittrice americana che per prima raccontò il desiderio delle donne parla della sua vita e di come la vecchiaia sia la stagione che ama di più ...l'ho letto a 20 anni e lo ricordo ancora....ho 63 anni!!! Una Mente Eccelsa + Invecchia + acq valore

Elon Musk: «Ho la sindrome di Asperger» - VanityFair.itIn occasione del suo monologo al «Saturday Night Live», il CEO di Tesla rivela di avere la sindrome di Asperger e di essere il primo conduttore ad ammetterlo su quel palco

Bella Thorne: «Quando ho capito che dovevo essere me» - VanityFair.itL'ex stellina della Disney, che ad aprile è tornata alla musica con il singolo «Phantom», «invito ad abbandonare di corsa i rapporti tossici», ha voluto raccontare le sfide di una vita che non è stata tutta rosa e fiori. Dagli abusi, alla perdita, alla paura del giudizio altrui per arrivare, oggi, alla consapevolezza

Giacomo come Malika: «Picchiato e offeso quando ho rivelato di essere gay» - VanityFair.itUn ragazzo toscano di 28 anni racconta di essere stato preso a calci e pugni e aggredito con una bombola del gas dai suoi stessi familiari doramengoni Ma che sta succedendo in Toscana?!?

«Ora di Punta», arriva su Instagram la nuova rubrica di Vanity Fair - VanityFair.itUn appuntamento quotidiano, per discutere con giornalisti della redazione e ospiti sempre diversi i temi caldi di attualità, cultura e spettacolo. Il nuovo spazio social di Vanity Fair vuole essere un'occasione di confronto e crescita, declinata via social