Gusto e letteratura, al bar con lo scrittore - iO Donna

Il Ristorante del Cambio a Torino, amato da Balzac. Cova a Milano, preferito da Arrigo Boito. Viaggio nei caffè letterari e nelle loro belle storie

26/07/2021 02.46.00

Il Ristorante del Cambio a Torino, amato da Balzac. Cova a Milano, preferito da Arrigo Boito. Viaggio nei caffè letterari e nelle loro belle storie

Il Ristorante del Cambio a Torino, amato da Balzac. Cova a Milano, preferito da Arrigo Boito. Viaggio nei caffè letterari e nelle loro belle storie

che può essere considerato, tra quelli noti, il primo caffè letterario italiano.Procedendo da Nord a Sud, Clerici cita il «Pedrocchi a Padova (che dal 1845 stampa il foglio settimanale Caffè Pedrocchi dedicato ad arti, letteratura, critica, industria e cose patrie),

Scossa sui vaccini: la corsa al green pass fa volare le prenotazioni nelle Regioni Preside di Ferrara pubblica un post contro il green pass che rievoca Auschwitz. Il ministero avvia procedimento disciplinare - Il Fatto Quotidiano Covid, morto l'operatore sanitario Gabriele Gazzani: era fra i vaccinati del VaccineDay - Il Fatto Quotidiano

il Baldi a Genova dove Garibaldi bevve l’ultimo bicchiere prima di imbarcarsiper la spedizione dei Mille, Le Giubbe Rosse a Firenze, il Caffè Greco e lo scomparso Caffè Aragno a Roma (qui il clamoroso schiaffo di Bontempelli a Ungaretti che li porta a incrociare le sciabole nel 1926),

il Gambrinus di Napoli, il Caffè Stoppani a Bari e il Caffè Tettamanzi a Nuoro frequentato quotidianamente da Sebastiano Satta».La storia dei caffè ambrosianiFra le tante città «Milano appare come la capitale di una vita mondana eclettica in cui la pratica della conversazione si attua all’insegna della disponibilità aristocratica alla commistione sociale». headtopics.com

La storia dei caffè ambrosiani è inaugurata nel 1817da un soldato di Napoleone, Antonio Cova, già esercente di una bottega analoga in galleria De Cristoforis.Il nome Cova ci dice qualcosaAccanto alla Scala, nei locali di una precedente trattoria,

Cova apre il Caffè del Giardinoche diventerà famoso per aver ospitato i promotori delle Cinque Giornate e che sarà frequentato da attori, musicisti, giornalisti e poeti. Verso le quattro del pomeriggio ci passava anche Arrigo Boito. Adesso ci si va per le praline di cioccolata, per la crostata alla frutta, per il celeberrimo panettone preparato tutto l’anno.

Interior of Caffe Florian. St Mark’s square, Venice. ItalyA Firenze, un insolito premio di poesiaA oriente di Milano ecco Trieste, un tempo città più letta che visitata, la cui anima di confine ha nutrito l’espressività poetica di Joyce, Svevo e Umberto Saba. Le sue Rive hanno ispirato anche Franco Battiato per le musiche originali del film Il viaggio della signorina Vila diretto da Elisabetta Sgarbi. È stato nell’attuale

Harry’s Bistrò del Grand Hotel Duchi d’Aosta, affacciato sull’ariosa Piazza Unità d’Italia, un tempo ristorante, tra argenti e cristalli d’antan, che James Joyce (che frequentava volentieri anche la storica Pasticceria Pirona, ancora nota per i suoi pasticcini da tè) cominciò a scrivere l’ Ulisse. Oggi, l’Harry’s Bistrò incuriosisce gli attuali frequentatori per la sua crema di finocchi con baccalà all’arancia. headtopics.com

Scuola, aumentano positivi e classi in Dad: le soluzioni proposte L’Ordine dei medici «non riesce a radiare i medici no vax per un problema burocratico» La scuola alla prova del terzo anno di pandemia: in aula con il sogno di restarci

Il Ristorante del Cambio a TorinoA Torino brillava la stella delRistorante del Cambio aperto il 5 ottobre 1757. Ai suoi tavoli si sono avvicendati Cavour, Casanova, Puccini, Balzac, Marinetti, D’Annunzio, Mario Soldati. Anche Eleonora Duse, Maria Callas e Audrey Hepburn. Oggi, tra le opere di Pistoletto, gli arredi di Martino Gamper, l’arte astratta di Carmen Herrera, lo chef Matteo Baronetto, allievo di Marchesi, propone una cucina che sperimenta in modo audace sulla materia prima. La carne cruda con bianco d’uovo e peperoni resta uno dei piatti da provare.

E l’Antico Fattore di FirenzeA Firenze è stata la trattoria Antico Fattore ad attrarre ogni mercoledì sera scrittori, artisti e musicisti non solo fiorentini. Con il compositore Luigi Dallapiccola, il locale diventa la base della dodecafonia italiana.

La trattoria è scoperta dai pittori Felice Carena e Alberto Magnellie dallo scultore Libero Andreotti che nella saletta interna organizzarono un insolito premio di poesia, giudicato non da letterati, ma da artisti. Il vino, oggi come allora, proveniva dal Chianti. I tortelli ai funghi porcini e il crostone di cavolo e lardo restano tra i piatti più scelti.

iO DonnaEntra in un club fatto di novità,consigli personalizzati ed esperienze esclusivePer te subito in regaloUn anno di Amica in DigitaleIl mitico Caffè Greco della capitaleNella capitale, oltre al molto noto Caffè Grecoconosciuto da Goethe, Byron e Stendhal, è l’ Hotel Locarno di via della Penna, fondato nel 1925 e rinnovato di recente a tessere il legame tra arte, cibo e cultura. Nelle sue stanze Art Nouveau hanno passato notti creativamente inquiete Chaplin e la Dietrich, Borges e Kerouac. Adesso ci si va per i cocktail in giardino: strepitosi, e con molta storia headtopics.com

Leggi di più: IO donna »

11 settembre: 20 anni che valgono un secolo

Le storie

Nuovo decreto Covid, i criteri per il cambio di colore delle regioniLeggi su Sky TG24 l'articolo Nuovo decreto Covid, come cambiano i colori delle regioni: i nuovi parametri

Manifestazioni contro il Green Pass in tutta Italia: diretta video da Milano, Roma, Napoli e TorinoAl grido di «Basta dittatura» in molte piazze si protesta contro l’obbligo della certificazione verde Il fallimento di una sinistra che si limita a mentire ed intimidire... Imbarazzante sia stata assecondata anche da Draghi... 24JForaBolsonaro 24JPovoNasRuas 24JPovoSemMedo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! mi ricorda tanto “meglio un giorno da leone che 100 da pecora” … la storia insegna che non finí bene né per l’Italia nel per chi lo disse …

Perché il rame sta diventando il nuovo petrolioMentre i Grandi del Mondo riuniti a Napoli per il G20 discettano di un futuro rinnovabile, ecco i motivi per cui il rame, metallo dove passa tutta l’elettricità, potrebbe condizionare il futuro

Giustizia, disciplina d’emergenza per tutto il 2021 - Il testo del decretoVideoudienze e trattazione scritta sino a fine anno La separazione delle carriere tra pm e giudici è essenziale per riformare sul serio la giustizia! La grande paura dei PM di grido e ci fosse la separazione delle carriere!!

“L’altra Terra”, il corto green dei ragazzi di Giffoni - Il Sole 24 OREDomenica 25 luglio al Giffoni Film Festival sarà presentato in anteprima “L'altra Terra”, il cortometraggio di Daniele Pignatelli coprodotto dalla... i giovani sono tutti green, gli iphone crescono sugli alberi

Conte resiste: modifiche per convincere Draghi e tenere compatto il M5S - Il Fatto QuotidianoL’avvocato che diventerà capo ha una montagna da scalare e si sapeva, quel monte si chiama Mario Draghi. Eppure Giuseppe Conte vuole insistere sulle sue proposte per sminare la controriforma Cartabia. Anche se Palazzo Chigi ha eretto un primo muro, quello del voto di fiducia, l’ex premier proverà a tenere il punto, “perché i nostri … Capo de che ? Ma non è già capo ... decidetevi a proposito chissà se ha fatto il vaccino covid Resiste per stare attaccato al potere che gli hanno dato i pentagrulloni 😂😂😂