Gucci, i successi e la storia di Alessandro Michele: «Mio padre, con i capelli più lunghi dei miei»

Gucci, la storia di Alessandro Michele: «Mio padre e quei capelli più lunghi dei miei»

17/04/2021 11.22.00

Gucci, la storia di Alessandro Michele: «Mio padre e quei capelli più lunghi dei miei»

Dalle citazioni a Guccio e Tom Ford, al lavoro con Balenciaga. Lo stilista parla dell’anniversario ma anche di «paternità in prestito», dell’amore per il compagno e dei suoi capelli lunghi

Con lui, da colazione a cena, è una scuola quotidiana. Conversazioni così di valore che è impossibile resistere». E succede che dagli abiti si passi a parlare di omofobia: «Come non sono tornati i vecchi regimi, anche i pregiudizi non vinceranno più. Il processo sta andando avanti e per i figli dei nostri figli sarà diverso». Lei vorrebbe dei figli? «Non è un pensiero che ho perché ho due nipoti, Tommaso e Pietro, che sono i figli di mia sorella e sono due grandi stelle.

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Primarie, il segretario del Pd Enrico Letta vota al Testaccio: 'Grande affluenza, popolo centrosinistra c'è' - Il Fatto Quotidiano

Chiamiamola paternità in prestito, sì. Sono però figlio di levatrici e ostetriche, la nascita era parte integrante della mia famiglia. Mi sento vivo e prolifico attraverso quello che faccio. Poi di fronte a questa domanda penso “oddio forse i figli veri sono un’altra cosa”, non lo so.

Sono molto affezionato alle cose che non farò mai: sono belle lo stesso, non sono occasioni perse, sono scelte e sono preziose».Il successo?«Quando per strada mi salutano, li ricambio nella convinzione che li conosco.Ho una considerazione così autentica di quello che faccio che non mi sembra possibile che mi salutino perché sono famoso». Certo che con i suoi lunghi capelli neri non passa inosservato... «Sono diventato il falso di me stesso. Quante volte mi taggano: headtopics.com

è facilissimo travestirsi da me. È l’unico difetto di essere così. Ma mi fa piacere quando mi fermano per parlare».A proposito, il «cambiamento» sembrerebbe non riguardare il suo look: ci tiene molto? «Solo una volta ho tagliato i capelli molti corti

, volevo vedermi. Li trovo comodi: mi alzo, una spazzolata e via». Neanche un capello grigio? «Nooooo, li ho ma ho un parrucchiere-amico bravissimo che ogni due mesi me li riprende senza tingermeli.Mio papà ha sempre avuto capelli e barba ancora più lunghi dei miei

. La mattina quando si alzava c’era il rito mio o di mia madre di fargli la coda o le trecce. Forse, sì, è una faccenda di famiglia».«Un po’ Bacco e Re Sole: così addobbato ho incontrato Tom Ford» racconta MicheleI cent’anni di Gucci e le citazioni

a Tom Ford e alla storia di Guccio. Nessun riferimento a Leggi di più: Corriere della Sera »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Gucci, 100 anni della maison in una collezione «hackerata» da Balenciaga - VanityFair.itLa collezione «Aria», svelata dall'omonimo cortometraggio co-diretto da Alessandro Michele e Floria Sigismondi, è un omaggio al primo secolo della maison fiorentina. Presentata con una serie di creazioni inedite, ispirate all'estetica di Demna Gvasalia e Tom Ford

Gucci, 100 anni da festeggiare in felicità, eleganza ed erotismo100 anni di Gucci: Alessandro Michele firma con Aria una collezione che unisce desideri globali a messaggi filosofici e consegna la moda a un ottimismo festoso. Con l’aiuto di un amico.

House of Gucci: la famiglia critica il cast del film (e non solo)'Mio nonno era un uomo molto bello, come tutti i Gucci, alto, occhi azzurri, molto elegante”. Al Pacino invece è 'grasso, basso, con le basette, davvero brutto'

Gucci è il marchio italiano di maggior valoreMa nella classifica ci sono altri brand di moda, secondo voi quali sono?

Gucci Tarot. Sophie McElligott per Vogue ItaliaSul numero di maggio McElligott ha interpretato la collezione “Ouverture Of Something That Never Ended” di Gucci