Gucci contro la violenza sulle donne

Gucci contro la violenza sulle donne

25/05/2020 16.12.00

Gucci contro la violenza sulle donne

Pillole di moda: l'iniziativa «Chime for Change» e Giovanna Battaglia Engelbert al vertice di Swarovski

CELESTE FERRIO25 Maggio 2020 Durante la quarantena e la convivenza forzata, che ha obbligato famiglie e coppie a rimanere segregate in casa, le violenze sulle donne sono aumentate ovunque. Come hanno confermato i dati di Un Women, ente delle Nazioni Unite per l'uguaglianza di genere, e dall'Oms. Da qui nasce il nuovo progetto benefico di Gucci, che con l'iniziativa «Chime for Change»| si è unito con Kering Foundation per sostenere la campagna #StandWithWomen, per promuovere la raccolta fondi destinati alle organizzazioni no-profit che aiutano le donne e le bambine di tutto mondo a contrastare la violenza durante la pandemia da Covid-19. Attraverso la piattaforma di crowdfunding Global Giving entrambe le aziende invitano i sostenitori a partecipare e a contribuire con donazioni. La campagna è stata promossa da Salma Hayek Pinault, co-fondatrice di «Chime for Change»| e membro del cda di Kering Foundation, che ha lanciato sui social un messaggio in cui chiede alle donne di unirsi prendendo simbolicamente posizione contro questo tipo di soprusi.

Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Eriksen, video di auguri da tutte le nazionali Il riscaldamento della Finlandia con la t-shirt dedicata a Eriksen. FOTO

CAMBI AL VERTICE DI SWAROVSKIIl nuovo global director di Swaroski è una donna, Giovanna Battaglia Engelbert. La fashion editor, stylist e influencer, definita da New York Times «un’ eroina della moda», volto italiano dello stile, entra a far arte del marchio austriaco. Ora in fase di riallineamemto con un fatturato di 2, 7 miliardi di euro e 29 mila dipendenti in tutto il mondo. Battaglia Engelbert, per la quale è stato creato un incarico ex novo nell’azienda in procinto di compiere 125 anni, non è una new entry. Dal 2016 ha rivestito un ruolo analogo nella maison, ma ora ha carta bianca su ogni settore. Dove rienventerà i prodotti di tutte le divisioni. Giovanna, con i suoi 20 anni di esperienza come direttrice creativa e consulente di moda internaionale è nata e cresciuta a Milano, ha collaborato con molte realtà del lusso, occupandosi di marchi e immagine per grandi campagne. Il suo debutto parte nella primavera estate 2021 «Ho ricevuto la bacchetta magica- dice- e sono entusiasta di far parte del futuro di Swarovsky». Non ci resta che attendere.

VENTURINI NUOVO CEO DI VALENTINOJacopo Venturini, dopo aver lasciato il ruolo di capo del merchandising da Gucci, diventa ceo di Valentino a partire dall'1 giugno. Subentrerà a Stefano Sassi, leader del brand romano dal 2006. Venturini conosce bene il marchio e il suo direttore creativo, Pierpaolo Piccioli, avendo già lavorato per la maison in due momenti diversi in passato. Tra il 2008 e il 2015, prima di essere chiamato in Gucci. E tra il 2000 al 2004, per poi approdare da Prada. «Sono molto felice del mio ritorno per la terza volta in Valentino, la maison italiana che rappresenta il mio primo love affair nella moda. Per me questo brand significa heritage e al contempo il futuro». headtopics.com

NUOVA GENERAZIONE DI TESSUTI ANTIVIRUSLa ricerca sui tessuti anti Covid19 continua. Fra le new entry ecco il trattamento ViralOff, frutto dell'accordo di una partnership tra Marzotto Group e Polygiene, uno dei colossi del settore biomedicale, già fornitore di trattamenti per mascherine e camici. ViralOff permette di ridurre in brevissimo tempo oltre il 99% dei virus che potrebbero appoggiarsi sulla superficie dei tessuti. Compresi quelli in fibre naturali, come lana, lino e cotone. Dice Giorgio Todesco, ceo di Marzotto Wool Manufacturing: «Stiamo continuando le sperimentazioni per garantire la resistenza del trattamento anche dopo molti lavaggi, sia ad acqua, sia a secco». Il procedimento anti-virale sarà utilizzato da tutte le divisioni di Marzotto Group: Marzotto Fabrics, Guabello, Fratelli Tallia di Delfino, Marlane, Estethia/G.B.Conte, Opera Piemontese, Redaelli, Tessuti di Sondrio, Lanerossi, Linificio e Canapificio Nazionale e Nuova Tessil.

LA TECNOLOGIA TI PROTEGGELa parola d’ordine nel tessile è "protezione". Su questo concetto nasce il progetto di Esemplare, marchio della piemontese Pattern che lancia sul mercato i primi prototipi dotati di un sistema che protegge l’apparato respiratorio. Si chiamano B-in, acronimo di "breath-integrated". Sono quattro modelli, modulari e genderless: due soft shell, un passamontagna-seconda pelle e una mascherina - disponibili sulla piattaforma online di Esemplare da metà giugno. Nello specifico le leggere giacche hanno il sistema di protezione dell'apparato respiratorio integrato al cappuccio, dotato di un dispositivo di filtrazione rinnovabile e certificato. Testato per le sue proprietà antibatteriche, è una barriera efficace contro lo smog, il fumo, il polline e gli acari. Ogni articolo -provvisto di un kit di spare filters - è dotato di un sistema di areazione esterno che utilizza la tecnologia laser, con un design ergonomico, e un filtro infralayer sostituibile. Tutti i prodotti sono ecosostenibili, indeformabili, antipiega, anti peeling e resistenti all'abrasione. Questo progetto, dicono alla Pattern, anticipa il tema della "mobilità", che verrà presentato nella collezione Spring-Summer 2021. Risultato di una nuova concezione di abbigliamento funzionale da città, capace di adattarsi ai cambiamenti reagendo alle diverse sollecitazioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Perché ritengo il giornale valido con articoli interessanti, redatti da validi giornalisti ed opinionisti. Non ultimo, nonostante sia lontano, sono rimasto attaccato alla mia città, Torino. La possibilità di leggere il giornale online, puntualmente, è per me un vantaggio.

RobertoI perché dei nostri lettori“La Stampa è autorevole, lineare, ed essenziale. Senza fronzoli. E’ locale e globale. Copre spesso temi e aree geografiche lontane dalle luci della ribalta.Matteo, MantovaI perché dei nostri lettori“Sento il bisogno di avere headtopics.com

Anziani maltrattati e legati a letti in Rsa, 17 indagati - Cronaca Colore nero: quando il look total black è una garanzia anche nell'estate 2021 (vedi Emily Ratajkowski e Irina Shayk) Istat, nel 2020 cresce la povertà assoluta, 5,6 milioni, record dal 2005 - Economia

notizie affidabilie controllate sia a livello nazionale che locali. I commenti degli editorialisti sonopreziosi, aiutano a leggere tra le righe i fatti.Angelo, (TO)I perché dei nostri lettori“Nel 1956 avevo 5 anni e guardavo le foto (le figure) della Stampa che mio padre acquistava ogni giorno. Ho mantenuto l’abitudine paterna, ed in questo periodo, mi è arrivato, da mia figlia,

un abbonamento digitale: la ringraziai dicendole che quel cibo per la mia mente, valeva molto di più di una torta di compleanno.Ezio, Pocapaglia (CN)I perché dei nostri lettori“Perchè è comodissimo: a disposizione ovunque si sia, disponibile già di notte e a minor costo; ora anche email d'aggiornamento lungo la giornata: cosa si può chiedere di più?

Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

La scelta di Gucci: basta con il rito delle sfilate: «Due sole presentazioni senza stagione»L’annuncio a sorpresa sulla pagina Instagram con una sorta di lettera dattiloscritta da Alessandro Michele. «La stagionalità? Un rito stanco»

Gucci lascia il calendario tradizionale della moda - iO DonnaE lo annuncia con una serie di riflessioni del direttore creativo, Alessandro Michele, pubblicate su Instagram

Gucci: solo due presentazioni all'anno, senza stagioniAddio al calendario delle sfilate com'è stato finora. Alessandro Michele annuncia su Instagram: “Ci incontreremo solo due volte l’anno per condividere i capitoli di una nuova storia. Si tratterà di capitoli irregolari, impertinenti e profondamente liberi. Saranno scritti mescolando le regole e i generi' 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 bravo!

Gucci abbandona calendario delle sfilate: 2 sole presentazioni l’annoLeggi su Sky TG24 l'articolo Moda, Gucci abbandona il calendario delle sfilate. Due sole presentazioni l’anno

Donne maltrattate, raddoppiano i posti disponibili: il centro anti-violenza di Novara ha affittato 10 nuovi mini-appartamentiStare due mesi chiusi in casa, contrariamente a quanto molti immaginavano, non ha portato a un aumento dei casi di maltrattamenti in famiglia e di violenza sulle donne. O comunque, se ci sono stati, sono emersi con più difficoltà del solito. Risulta dai dati della polizia, riferiti dal questore, e anche da quelli dell’associazione Liberazione e speranza Onlus, che gestisce il Centro antiviolenza di Novara, l’unico servizio rimasto attivo 24 ore su 24, visto che gli sportelli antiviolenza (quello cittadino e quelli presenti in altri comuni della provincia) sono stati chiusi per il lockdown. «Il numero di segnalazioni - dice la presidente Elia Impaloni, ex assessore e fino allo scorso luglio consigliere comunale del Pd - è in linea con quello dei periodi precedenti». Ecco i dati: nel primo semestre 2019 il Centro ha preso in carico 34 nuovi casi e nel secondo semestre altri 37, per un totale di 71. Nei mesi di gennaio e febbraio, prima dell’emergenza virus, erano stati 18. Da marzo a metà maggio sono 21. Si registra un certo aumento sull’anno scorso, ma senza picchi durante il lockdown. «Premesso che non tutti i casi passano da noi - prosegue Impaloni - o non subito ma solo quando c’è un problema di collocazione della donna vittima di violenza, nelle prime due settimane di chiusura abbiamo ricevuto diverse telefonate da donne che però non sono riuscite a parlare, evidentemente per la presenza in casa dell’uomo. In seguito c’è stata una ripresa delle segnalazioni». Proprio la sistemazione delle vittime in un luogo sicuro è una delle attività più preziose svolte da Liberazione e Speranza. «Le forze dell’ordine - dice la presidente - ci chiamano a ogni ora del giorno e della notte perché siamo reperibili 24 ore su 24. Noi interveniamo subito, andiamo a prendere la donna e la collochiamo in una struttura protetta». L’associazione ha alcuni alloggi, con nove posti, che al momento sono tutti pieni. In caso di ulteriori necessità, come è successo regolarmente negli ultimi te Se x questo risultano 25 suicidi in Italia dovuti alla paura del coronavirus, proteste in tutta Italia, ma nessuno d voi ne parla..VERGOGNATEVI!!! Terrorizzate le persone senza motivo, fate FAKE NEWS, gli italiani si stanno stufando!!

La scelta di Gucci: basta con il rito delle sfilate: «Due sole presentazioni senza stagione»L’annuncio a sorpresa sulla pagina Instagram con una sorta di lettera dattiloscritta da Alessandro Michele. «La stagionalità? Un rito stanco»