Guardiagrele, il paese in Abruzzo con 29 casi di variante inglese

Guardiagrele, il paese in Abruzzo con 29 casi di variante inglese

17/01/2021 19.44.00

Guardiagrele, il paese in Abruzzo con 29 casi di variante inglese

Il cluster diffuso in 4-5 famiglie: nessuno era mai stato all’estero di recente. In provincia di Chieti sono una cinquantina i casi della variante. Il focolaio a oggi sembra circoscritto

29 dei casi registrati nel piccolo centro abruzzese sono da far risalire alla variante inglese, conosciuta ufficialmente comeB.1.1.7, ritenuta da esperti in tutto il mondo più contagiosa seppur non più aggressiva. Forse la maggior contagiosità, forse il fatto che nei paesi più piccoli le relazioni sociali sono più frequenti ha fatto crescere la curva dei contagi. La provincia di Chieti conta in tutto u

Astrazeneca, Bersani a La7: 'Speranza ha accumulato errori? No, è il capitano della nave che ci ha portato fuori dalla tempesta' - Il Fatto Quotidiano Biden unisce la Nato contro Cina e Russia: “Sono una minaccia” Bari, 54enne in rianimazione: “Ischemia dopo vaccino”. Era in cura per “trombosi venosa periferica”. Il 26 maggio immunizzato con J&J - Il Fatto Quotidiano

na cinquantina di casi di variante inglesema altri esami sono in corso nel laboratorio di Teramo e il numero è destinato a crescere.La variante concentrata in 4-5 famiglieIl sindaco di Guardiagrele,Donatello di Prinzio, conferma i dati. «Venerdì l’Asl ci ha comunicato ufficialmente la situazione». Il primo caso è stato identificato il

24 dicembre, a ruota ne sono seguiti altri tre dello stesso nucleo familiare. «Si tratta di 4-5 famiglie numerose che si sono trasmesse ilvirus mutato. Nessuno si è ammalato gravemente, pochi sono stati ricoverati per un breve periodo in ospedale. Quasi tutti sono già rientrati in comunità. Nessuno di questi 29 è stato all’estero nell’ultimo periodo, segno che siamo già almeno al 2-3 passaggio della catena di contagio». headtopics.com

La sorveglianza genomicaLa variante insomma circola, basta cercarla. Ma non tutti i laboratori sono attrezzarti per farlo. La sorveglianza genomicaper tracciare i cambiamenti del virus è un’attività complessa e costosa che non viene eseguita in modo costante in Italia, e non solo in Italia. I dati vengono inseriti in una banca data internazionale,

. «Il tracciamento è un lavoro non banale che non si può fare su tutti i campioni, dipende molto dalla quantità di virus presente- confermaNicola D’Alterio, direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo, centro di riferimento genomico in Italia dal 2017. A Guardiagrele il 10% della popolazione è stata sottoposta a tampone, ed è una percentuale altissima.

Oggi possiamo dire che il focolaio è stato bloccato Leggi di più: Corriere della Sera »

Brusca torna libero, tra gli artefici della strage di Capaci - Sicilia

Fuori con 45 giorni di anticipo. Sciolse nell'acido il piccolo Di Matteo (ANSA)

Fortunatamente, in questa fonte, la provincia è corretta: Guardiagrele, provincia di Chieti, non Teramo. E’ gemellata direttamente con la city Che sia provincia di Londra?