Giuseppe Conte, Premier

Giuseppe Conte, Premier

Governo, la resa dei conti è iniziata. Ma Conte vuole resistere

Governo, la resa dei conti è iniziata. Ma Conte vuole resistere

28/10/2019 03.26.00

Governo, la resa dei conti è iniziata. Ma Conte vuole resistere

E sul premier esplode anche il caso del Financial Times: «Il premier collegato a un fondo di investimento indagato dal Vaticano»

EmailROMA — Per non sentire arrivare la grande «botta», Giuseppe Conte ha trascorso la domenica in famiglia, lontano dal televisore. «Non ha atteso i risultati», raccontano i collaboratori quando è notte e i numeri della batosta scuotono con forza il governo. Hai voglia a dire che «non è un test nazionale» e che per l’esecutivo giallorosso «non cambia nulla». La sconfitta annunciata è una débacle, che va al di là delle previsioni più fosche e che, dopo giorni e notti trascorsi a tapparsi le orecchie, costringe l’intero governo a prestare ascolto all’«avviso di sfratto» che Salvini ha scandito da ogni piazza umbra.

Vaccini Covid, De Magistris a La7: 'In questo momento siamo tutti cavie, sapremo tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio' Prato, operai della Texprint picchiati dai vertici dell'azienda: un lavoratore colpito con un mattone. Sindacato: 'Tre finiti in ospedale' - Il Fatto Quotidiano Ci sono Riccardo Puglisi (università di Pavia) e Stagnaro dell'Istituto Bruno Leoni

Affermare che «non è un voto sul governo», adesso non basta più. La resistenza non può essere questa. Il premier — per quanto abbia avuto cura di separare le sorti dell’Umbria da quelle di Palazzo Chigi, per scongiurare una crisi in piena sessione di bilancio — esce indebolito dal primo test politico. Il fattore Conte non ha portato valore aggiunto all’alleanza M5S, Pd, Leu. E ora in gioco non c’è solo la tenuta del governo, c’è quello che il giurista di Volturara Appula chiama l’«esperimento». La costruzione di una coalizione per il futuro, che tenga insieme, alle prossime Regionali e oltre, gli ex acerrimi nemici che oggi lo sostengono. «Sarebbe un errore — difende il progetto Conte — interrompere questo esperimento per via di una Regione che ha il 2% della popolazione nazionale». Di Maio due ore dopo il verdetto ha archiviato l’alleanza: mai più. Conte invece non cambia registro: «Se avessi voluto fare campagna elettorale avrei girato porta a porta per un mese, 24 ore al giorno...». Invece ha reso omaggio al re del cachemire Cucinelli, ha fatto il pieno di selfie e calorie a Eurochocolate e si è sottoposto al rito della foto «storica» a Narni. Tutto qui. Tanto da aver deluso Di Maio, che gli aveva chiesto di «metterci la faccia».

Ma i dem sono nel panico. Renzi è strategicamente contrario ad allearsi con i 5 Stellee le sirene dell’ex premier seducono tanti nel Pd. E non basta. Perché a minacciare la premiership di Conte è scoppiato anche il caso Financial Times. Il prestigioso quotidiano inglese collega il nome di Conte a un fondo di investimento, sostenuto dal Vaticano, al centro di una indagine per corruzione. L’avvocato, che fornì un parere legale, si troverebbe in conflitto di interessi. Una risposta ufficiale di Palazzo Chigi ancora non c’è, ma i collaboratori di Conte ricordano che il premier «non prese parte al Cdm in cui si decise sull’esercizio della golden power, era in Canada e si astenne da ogni decisione». headtopics.com

La resa dei conti è iniziata.«Si vince e si perde insieme», ha avvertito Di Maio. Franceschini, il capo delegazione del Pd che interpreta i desiderata del Quirinale, chiede agli alleati di non farsi «gli sgambetti». Ma il fuoco amico è iniziato. Conte è nel mirino di Renzi. Di Maio è sotto processo e potrebbe mettere in discussione il governo. E se a gennaio venisse giù anche l’Emilia Romagna? L’unica alternativa a Conte, avverte Zingaretti, sarebbero le urne.

28 ottobre 2019 (modifica il 28 ottobre 2019 | 01:06) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Deve Andare a Lavorare e Subito a Votare👍🌈👋👍🌈👋 Finalmente ha prevalso la democrazia, il voto libero dei cittadini e non inciuci di palazzo. Siete al governo senza il voto degli italiani e si parla ancora di “resistere “? Finché potrà... perché ha già perso consensi e sarà sempre peggio. Il M5s, se vuole recuperare elettori deve avere il CORAGGIO di far cadere il governo, mollare quella ZAVORRA di Grillo, mollare il Pd e il suo leader, cioè Conte.

Lascera’ le macerie , che neanche Al Baghdadi 😂😂😂😂 contedimettiti 😂😂

Inter, rinforzi per Conte: punta Vidal ma c’è anche RakiticAl tecnico nerazzurro interessa anche Matic, in scadenza allo United: la priorità è il centrocampo. Ma per l’attacco piacciono Lasagna e Petagna

Rossi e l'8° posto di Phillip Island: 'Non è un gran risultato, ma non è male'Vale e la sua gara: 'È stato bello fare qualche giro al comando: il bilanciamento era buono, ma resta sempre il problema del grip' ValeYellow46 😂😂😂 ValeYellow46 Ma perché? quando ti vuoi ritirare...? ValeYellow46 Sì vabbè

Montemarano, soccorrono auto in panne ma vengono travolti e uccisi | Sky TG24Due persone si erano fermate su un viadotto in provincia di Avellino per prestare soccorso a un'auto in panne ma sono state travolte da un'altra vettura 27 ott Tre sono le cose O lo spazio dell sosta è stretto o sono uscite al di fuori o il solito imbecille al quale hanno dato la patente Purtroppo siamo ancora molto indietro rispetto ad altri paesi europei, Molto ! Ancora non ci entra in testa che non siamo su una pista da corsa. Xmolti vedere se stessi osservati come 'abili piloti' rappresenta aver raggiunto uno dei grandi obiettivi della vita. Poi però Piangono

Tumori, bene gli screening ma due anni di attesa per i farmaci innovativiL'Aiom rilancia il ruolo della prevenzione e sollecita il potenziamento del Fondo da 500 milioni, il nodo biosimilari

Pallacanestro Biella ko nel derby con Casale, ma saluta il rientro di Lombardi - La StampaL'Edilnol e i suoi 200 tifosi tornano a bocca asciutta dal derby di Casale: la Novipiù lo ha vinto 74-65 in difesa, costringendo a percentuali sotto la media Biella e limitando soprattutto Giordano Bortolani, pericolo pubblico numero uno, uscito dal campo con un 2/10 al tiro. I padroni di casa sono stati anche più fluidi ed efficaci in attacco, restando in vantaggio fin dalla prima azione, e sono stati sempre pronti a ricacciare indietro qualsiasi tentativo ospite di riavvicinarsi. La vera nota positiva per coach Galbiati sono i 10 minuti in campo di Eric Lombardi, cinque mesi dopo l'infortunio di maggio quando era a Treviso a giocarsi i playoff promozione. Tornerà più che utile fin da mercoledì, per l'altro derby del Forum contro Tortona. Edilnol e Novipiù non presentano sorprese nei quintetti alla palla a due: Saccaggi, Bortolani, Polite, Donzelli e Omogbo da una parte, Denegri, Tomasini, Roberts, Sims e Martinoni dall'altra. Le novità sono in panchina, non solo con Lombardi pronto a giocare ma anche con Deangeli a referto accanto a Paolo Galbiati, mentre Mattia Ferrari riabbraccia, almeno nei dodici, Valentini dopo l'infortunio al ginocchio. L'avvio è di marca casalese: la difesa aggressiva funziona quando si tratta di tagliare fuori dalla linea del fuoco Bortolani e in attacco l'ordine premia le mani dei tiratori italiani, quando il piano della retroguardia biellese prevedeva attenzione massima su Sims e Roberts. Il primo break è sull'11-4 con Martinoni e Tomasini a dividersi la palma di top scorer. Quando l'Edilnol si avvicina sul 13-12 con due triple di Donzelli e di Omogbo, ci pensa un gioco da quattro punti proprio di Tomasini a ricacciare indietro le speranze di Saccaggi e compagni. Alla prima sirena si arriva sul 19-12 e Galbiati deve leggere uno score con uno sconfortante 3/11 da due e 2/8 da tre, e con Bortolani ancora senza tiri dal campo. Il secondo periodo inizia con Eric Lombardi in campo cinque mesi dopo l'infortunio al tendine d'achille ed è fatto

L'editoriale | Dall’Umbria un segnale chiaro — ma con conseguenze incerteQuella di ieri è una consultazione locale con un’indubbia eco nazionale, alla quale hanno contribuito sia il governo, sia l’opposizione. Ridurne il peso sarebbe un errore | L'editoriale di Massimo Franco per il Corriere 'Segnale chiaro...conseguenze incerte' nebbia in Via Solferino 😁 Cosa ne pensa UrbanoCairo? Conseguenze certissime per l'umbria: dopo mezzo secolo finisce una odiosa dittatura