Governare il futuro. Negli Usa una proposta di legge dalla parte dei consumatori (di G. Scorza)

18/01/2022 10.37.00

Governare il futuro. Negli Usa una proposta di legge dalla parte dei consumatori

Governare il futuro. Negli Usa una proposta di legge dalla parte dei consumatori

Il podcast di Guido Scorza. In questa puntata l'idea di etichetta riassuntiva per tutti i grandi fornitori di servizi online

Basta prese in giro: nessuno legge i termini d’uso e le informative sulla privacy dei servizi online e questo sta consentendo ai fornitori di questi servizi di ottenere tutto ciò che vogliono, a norma di legge, da utenti e consumatori.È ora di cambiare.

È muovendo da qui che negli USA è appena stata presentata una proposta di legge bipartisan davvero interessante.Tutti i grandi fornitori di servizi online dovrebbero pubblicare sui loro siti internet, in cima ai termini d’uso dei propri servizi, un documento sintetico o, forse, meglio ancora un’etichetta riassuntiva tipo le etichette nutrizionali con le informazioni essenziali da offrire a utenti e consumatori sugli effetti e le conseguenze giuridiche legate all’adesione ai termini d’uso e all’utilizzo dei servizi.

Leggi di più: L'HuffPost »

Ebola, The Outbreak - InsideOver

Da agosto 2018, nel nord est della Repubblica democratica del Congo, è in corso un’epidemia di ebola, la seconda epidemia più letale della storia e la Leggi di più >>

Quando finisce la festa del rialzo di borsa negli Usa?L'eccezione americana è dovuta essenzialmente a due fattori. E li spieghiamo in questo articolo

Capelli corti: il pixie cut di Kylie Minogue negli anni '90Un taglio... nato per errore.

Alice Zago: «Da Venezia al mondo per cercare la giustizia negli inferni del pianeta»È italiana la senior trial lawyer della International Criminal Court all’Aja

Céline Dion ha cancellato il tour negli Stati Uniti per problemi di saluteLa cantante soffre di spasmi muscolari «gravi e persistenti» e ha annullato la leg americana del Courage World Tour. «Sono commossa dal vostro supporto, non ve… In bocca al lupo

Sassuolo-Hellas è il paradiso dei fantallenatori: 24 gol negli ultimi cinque incroci - TUTTOmercatoWEB.comPer poco non si è arrivati al terzo 3-2 consecutivo tra Hellas Verona e Sassuolo: oggi l'ammontare di gol è stato persino superiore,.

Su 9 milioni di bambini vaccinati negli Usa solo lo 0,05% di eventi avversi (il 98% dei quali non gravi)In Italia somministrate in totale 120 milioni di dosi. I dati delle autorità sanitarie statunitensi cancellano i dubbi sulla campagna di immunizzazione pediatr… Il vaccino ai bambini non serve. Sono 4500 eventi avversi per bimbi, un'enormità. Un tempo ne bastavano 50 per bloccare tutto. Il 2% di questi, se dite gravi significa gravissimi ... circa 90 bimbi sani massacrati per cosa Norimberga2 🤔ASCOLTATE UN “VERO GIORNALISTA” CHE CI RACCONTA “CHI È SILVIO BERLUSCONI”👇👇👇👇

By Guido Scorza Basta prese in giro: nessuno legge i termini d’uso e le informative sulla privacy dei servizi online e questo sta consentendo ai fornitori di questi servizi di ottenere tutto ciò che vogliono, a norma di legge, da utenti e consumatori.0 E’ normale che quando sei salito sulla vetta della montagna e guardi in basso senti le vertigini del precipizio.guarda le foto I capelli corti in stile anni ’90 Adorato da Nicole Kidman a Cate Blanchett passando per la principessa Diana, Lady Gaga e Madonna.È italiana la della International Criminal Court all’Aja di Paolo Bricco Estradato a Miami l'inviato di Nicolas Maduro, scontro Usa-Venezuela Ascolta la versione audio dell'articolo 6' di lettura «L’odore dei corpi ritrovati era indescrivibile.

È ora di cambiare. È muovendo da qui che negli USA è appena stata presentata una proposta di legge bipartisan davvero interessante. E chi ha investito in azioni USA ha fatto filotto, chi invece ha giocato la carta delle italiche azioni ha fatto molto meno. Tutti i grandi fornitori di servizi online dovrebbero pubblicare sui loro siti internet, in cima ai termini d’uso dei propri servizi, un documento sintetico o, forse, meglio ancora un’etichetta riassuntiva tipo le etichette nutrizionali con le informazioni essenziali da offrire a utenti e consumatori sugli effetti e le conseguenze giuridiche legate all’adesione ai termini d’uso e all’utilizzo dei servizi. Artista della chioma, filosofo delle texture luminose, pioniere dei cut più moderni . E queste etichette riassuntive dovrebbero essere scritte in un linguaggio leggibile anche da una macchina e, cioè, in maniera tale che, ad esempio, un software potrebbe leggerne il contenuto per conto dell’utente e fornire a quest’ultimo degli alert su taluni aspetti particolarmente significativi o, magari, comparare automaticamente le etichette di due fornitori di servizi analoghi. Se pensiamo a quanto sia strada la borsa dobbiamo tornare riposizionare le lancette dell’orologio al 2020 quando gli USA aveva il tasso di mortalità più elevato nel mondo occidentale e soprattutto il minor tasso di vaccinazione. Ma non basta. Avevo 24 anni.

L’etichetta dovrebbe essere interattiva e includere elementi grafici, icone, tabelle e link. Questa apparente eccezione è dovuta a 2 fattori: una economia che è molto resistente e soprattutto molto flessibile, anzi brutalmente flessibile agli occhi di un europeo. Sam sono Kylie, vorrei tanto che tu mi tagliassi i capelli» scrive lui su Instagram «Ok, le ho risposto, ci vediamo settimana prossima… Ma poi lei mi ha detto “Ho provato a tagliarmeli da sola e ho fatto un disastro” e quindi ci siamo visti la sera stessa» . Queste etichette dovrebbero almeno chiarire all’utente quanto tempo, più o meno, potrebbe richiedere la lettura integrale dei termini d’uso, le categorie di dati personali che il fornitore del servizio dovrà necessariamente trattare per dare esecuzione all’oggetto principale del contratto e quelli che, eventualmente, vorrebbe trattare per finalità accessorie, un link alle versioni precedenti dei termini d’uso nonché una lista delle violazioni della privacy subite dal fornitore negli ultimi tre anni. Toccherà alla Federal Trade Commission dettare le disposizioni di attuazione della legge, qualora il disegno di legge avesse successo e determinare, quindi, le modalità grafiche e tecnologiche per la pubblicazione delle etichette in questione così come vigilare sulla corretta applicazione delle nuove regole. E i profitti non ne hanno risentito, anzi le stime per gli utili del 2022 sono il 20% superiori a quelle prima della pandemia e più che doppie rispetto al rialzo di quelle nel resto del mondo. È un’iniziativa probabilmente ambiziosa, certamente non risolutiva ma che ha il pregio di accendere un faro su un problema non più procrastinabile ovvero quello di interi sistemi regolamentari – ivi incluso quello a tutela della protezione dei dati personali – basati sull’imposizione in capo alla parte forte del rapporto di una serie di obblighi di informazione che oggi sono largamente disattesi e di proporre soluzioni intelligenti, moderne e di buon senso. Un gesto di immensa fiducia per una star all’apice del successo, già da anni icona mondiale dell’arte di portare i capelli biondi . Si tratta, probabilmente, di un’iniziativa che andrebbe replicata anche da questa parte dell’oceano in attesa di identificare soluzioni più efficaci perché anche e, anzi, forse, soprattutto da noi, oggettivamente, gli obblighi di informazione hanno fatto il loro tempo e da strumento di rafforzamento della posizione giuridica dei deboli davanti ai forti sono diventati strumenti che rendono più forti i forti e sempre più deboli i deboli. Ma la festa continuerà ? Francamente è difficile dirlo perché chi onestamente si occupa di Borsa non fa previsioni ma segue la tendenza. Trovavamo le fosse comuni e riesumavamo le salme.

I primi, infatti, nella società dell’accetta e continua hanno facile gioco a dimostrare di avere adempiuto agli obblighi di legge senza, tuttavia, che così facendo abbiano fornito ai secondi nessuna effettiva maggiore consapevolezza sui termini contrattuali mentre utenti e consumatori si ritrovano obbligati al rispetto di termini e condizioni che, in realtà, non conoscono. Insomma, che si voglia percorrere la strada americana o che se ne voglia percorrere una diversa è urgente correre ai ripari e affrontare il problema. Per cambiare una tendenza ci vogliono delle prove e le prove al momento mancano. .