Giorgetti: 'Rivedere il blocco dei licenziamenti per settori e aiuti di Stato solo per i meritevoli'

Giorgetti: 'Rivedere il blocco dei licenziamenti per settori e aiuti di Stato solo per i meritevoli'

06/06/2021 14.44.00

Giorgetti: 'Rivedere il blocco dei licenziamenti per settori e aiuti di Stato solo per i meritevoli'

Il ministro dello Sviluppo economico difende gli interventi statali su Ex Ilva e Alitalia. E sul blocco dei licenziamenti è duro: «Misura una tantum»

13:06«La pandemia ha dimostrato che il ruolo dello Stato spesso è inevitabile, ma solo per i meritevoli”. A dirlo è Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico (Mise) del governo Draghi, intervenendo nella quarta e ultima giornata del Festival dell’Economia di Trento. Tanti i temi toccati, a cominciare dal blocco dei licenziamenti, considerato “una tantum”, passando dall’Ex Ilva, su cui il Mise attende con impazienza il pronunciamento del Consiglio di Stato, e Alitalia, che cercherà un compagno di viaggio internazionale per aprirsi a nuovi mercati. Resta fisso un punto, secondo Giorgetti: “Gli aiuti di Stato vanno dati solo a chi può stare sul mercato».

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi Morto Paolo Armando, partecipò a Masterchef: lo chiamavano «tigre» Inghilterra-Scozia, le pagelle: Mount il più illuminato, 6,5. McGinn domina: 7,5

Stop al circolo vizioso dei sussidi a pioggia ad aziende solo su base di interesse politico. La priorità è la promozione di interventi pubblici solo dopo una attenta verifica. E proprio in quest’ottica rientra il supporto degli impianti dell’Ex Ilva, privatizzata nel 1995 e ora di nuovo nel giro dello Stato. «Credo che il caso di Taranto sia la sintesi di questioni aperte da anni. Serve l’acciaio a Taranto? Sì, prima di tutto perché abbiamo capito che l’acciaio è strategico per il Paese e l’industria meccanica italiana, la seconda d’Europa. È importante tenere vicino l’acciaio e agli utilizzatori finali» dice Giorgetti. Il quale ha ricordato che l'acciaio “di Stato” è cruciale in quanto «è chiaro che nn si troverà in alcuna parte del mondo un privato che faccia investimenti a Taranto per rendere l’impianto ecosostenibile, soprattutto per via delle confische pendenti sotto il lato della giustizia amministrativa». E sulla sostenibilità di lungo periodo, Giorgetti ha rassicurato sulle soluzioni. «Al Mise abbiamo chiaro cosa può essere un futuro realistico e pragmatico, specie contando le esigenze della popolazione. Una volta la giustizia avrà fatto il suo corso, penso per metà giugno, ci siederemo al tavolo con Mittal», ha affermato. Non è mancato un passaggio sul fronte dell’acciaio cosiddetto “green”, in cui Giorgetti ha richiamato a una competizione globale che sia equa e senza sperequazioni. «Se lo produce solo l’Italia, dove è la concorrenza?» ha ribadito Giorgetti, il quale non ha escluso nuovi sussidi per il comparto, sempre a patto che il quadro a livello mondiale vada in quella direzione. In altre parole, il target del Mise è quello di non ritrovarsi da soli sul mercato con un prodotto con elevati costi e una scarsa domanda.

Sul versante di Alitalia, di contro, le incertezze portate dalla pandemia sulle compagnie aeree continuano a impensierire il governo, specie in ottica futura. «Sul mercato del trasporto aereo i privati hanno dimostrato di aver fallito, e ora Alitalia sarà a capitale interamente pubblico, una soluzione inevitabile. L’obiettivo resta quello dell’economicità nel processo di collegamento del Paese, ma attenzione: la concorrenza non si farà con le low-cost» ha spiegato Giorgetti. E in quest’ottica, ha detto, sarà cruciale trovare un partner internazionale per competere a livello globale. headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Arriva l’assegno unico ai figli: tutto quello che c’è da sapere in 10 domande e risposteDai requisiti agli importi, dai limiti di reddito alle regole per fare domanda: ecco come sarà il nuovo aiuto per le famiglie a partire dal 1° luglio

Dal cambio di data alla dose in vacanza, la guida per chi si vaccina in estatePer il commissario Figliuolo il richiamo nei luoghi di villeggiatura può essere una soluzione residuale, da limitare ai soggiorni di lungo periodo, venendo così incontro ai lavoratori stagionali

Suicida il calciatore Seid Visin. Denunciò il razzismo: 'Su me sguardi schifati'L'atto d'accusa contro il razzismo scritto due anni fa da Seid Visin è stato letto integralmente stamane nella chiesa di  San Giovanni Battista, accolto da un lungo applauso, nel corso dei funerali ringraziamo i leghisti che sono razzisti Io sono senza parole non so davvero che dire...questo ragazzo è stato divorato dal razzismo, dagli sguardi, dalla paura....in che mondo viviamo

Il drink più eco che c'è? Si fa con gli scarti in cucina. Ecco come - VanityFair.itSi fa con le carote avanzate e l'acquafaba, ed è una creazione di Edoardo Nono del Rita & Cocktails di Milano per festeggiare il primo anno di Babaco Market

Crescono i mutui nella fascia di età 35-44 anniOsservando il panel per fasce d’età, 24MAX rileva nella fascia 35-44 anni il maggior numero di richiedenti (35%). Le altre richieste si dividono tra la fascia di età 25-34 per il 19%, 45-54 per il 22% e over 55 per il 22 per cento

Famiglie, arriva l’assegno unico per i figli: aiuti fino a 50mila euro di IseeSi parte dal 1° luglio con autonomi e disoccupati. Per i primi sei mesi importi medi di 1.056 euro a famiglia e di 674 euro a figlio. Interessate 1,8 milioni di famiglie e 2,7 milioni di minori ma prima o poi si comincerà a pensare a come far aumentare in modo stabile il PIL e a dar lavoro anzichè a spendere risorse che non ci sono? Quindi aiuti ai ricchi borghesi. Chi cazzo è che ha 50 mila euro di isee se non loro? È sempre troppo poco per un vero sostegno alla famiglia e largamente insufficiente per rilanciare la natalità ( vedi Francia)