Germania, condannato all'ergastolo Anwar Raslan, ex torturatore per Assad

13/01/2022 14.04.00

Germania, condannato all'ergastolo Anwar Raslan, ex torturatore per Assad

Germania, condannato all'ergastolo Anwar Raslan, ex torturatore per Assad

Il tribunale di Coblenza lo ha ritenuto responsabile di crimini contro l'umanità. Sotto la sua guida, nel carcere noto come Inferno in Terra, decine di omicidi e stupri

BERND LAUTER via Getty ImagesSyrian campaigner of the Caesar Families Association Yasmen Almashan holds pictures of victims of the Syrian regime as she and others wait outside the courthouse where former Syrian intelligence officer Anwar Raslan is on trial in Koblenz, western Germany on January 13, 2022 where the verdict is expected on charges for crimes against humanity. - A historic verdict is expected on January 13, 2022 in the trial of the former colonel of the Syrian intelligence services prosecuted for crimes against humanity - the first procedure in the world linked to the abuses committed by the regime of Bashar al-Assad. (Photo by Bernd Lauter / AFP) (Photo by BERND LAUTER/AFP via Getty Images)

Leggi di più:
L'HuffPost »

Nord Stream, perdite di gas nel Baltico: il mare ribolle - Video

Le immagini diffuse dalle forze armate della Danimarca Leggi di più >>

«Così ho portato alla sbarra il torturatore del regime di Assad»Oggi la sentenza a Coblenza. Tra i testimoni un avvocato che lo ha rincontrato per caso Prendete nota che a breve servirà anche qui da noi…

Autore del raid alla Scala dei Turchi già condannato per tentata strageIdentificati in tempi rapidi gli autori del raid contro la scogliera di marna bianca di Agrigento. Traditi dalla targa di un furgone Adesso questi signori devono sostenere le spese per ripulire la scalinata e un minimo di 5 anni di galera. Cioè, in pratica uno che ha tentato una strage (ma poi quale che nell'articolo non è specificato) è lasciato libero di circolare? A me sta storia puzza di capro espiatorio.

Resta in carcere il prete condannato per pedofilia che non accetta la penaNon può essere affidato a una struttura per il recupero dei sacerdoti l’ex parroco che non inizia un percorso di revisione e anzi si atteggia a vittima che Dio lo abbia in gloria 🕯️ Soprattutto per i preti pedofili ci vorrebbe la castrazione CI SONO NON PRETI CHE STANNO IN GIRO AL POTERE.....E C'E CHI LI VUOLE PROTEGGERE....CHISSA' PERCHE'.....

Covid, in Germania per la prima volta oltre 80mila contagi. Il Quebec tassa i no vaxPicco di casi in Messico, mai così male da inizio pandemia. In Cina il virus torna a circolare -10.11%, -11.671 copie vendute de La Stampa contro novembre 2020 Siamo stanchi di questa campagna terroristica... Basta.

Varese, barbiere sparò a un collega: condannato a 8 anni e 4 mesiLeggi su Sky TG24 l'articolo Varese, barbiere sparò a un collega: condannato a 8 anni e 4 mesi esattamnete il doppio che prese il cognato di diego per traffico di droga... il femminismo causerà la terza guerra mondiale... per qualcuno la quarta considerando la guerra fredda Gli ha fatto il pelo

HuffPost BERND LAUTER via Getty Images Syrian campaigner of the Caesar Families Association Yasmen Almashan holds pictures of victims of the Syrian regime as she and others wait outside the courthouse where former Syrian intelligence officer Anwar Raslan is on trial in Koblenz, western Germany on January 13, 2022 where the verdict is expected on charges for crimes against humanity.Con il tuo abbonamento puoi accedere soltanto su un dispositivo/browser per volta.HuffPost Anadolu Agency via Getty Images PORTO EMPEDOCLE, ITALY - JANUARY 8: (----EDITORIAL USE ONLY â MANDATORY CREDIT -"ARCHEOCLUB D'ITALIA / HANDOUT" - NO MARKETING NO ADVERTISING CAMPAIGNS - DISTRIBUTED AS A SERVICE TO CLIENTS----) A view of defaced Scala Dei Turchi (Stair of the Turks) after it was painted with red plaster powder as whereabouts remain unknown, in Porto Empedocle, south of Sicily, Italy on January 08, 2022.di Patrizia Maciocchi Vescovi francesi in ginocchio per scusarsi di scandalo pedofilia I punti chiave Ascolta la versione audio dell'articolo 2' di lettura Non può essere trasferito a una struttura che si occupa del recupero dei sacerdoti l’ex parroco, condannato per abusi sessuali su una minore, che non rivede il suo passato deviante e non accetta la sentenza e la pena.

- A historic verdict is expected on January 13, 2022 in the trial of the former colonel of the Syrian intelligence services prosecuted for crimes against humanity - the first procedure in the world linked to the abuses committed by the regime of Bashar al-Assad. (Photo by Bernd Lauter / AFP) (Photo by BERND LAUTER/AFP via Getty Images) L’ex colonnello siriano Anwar Raslan è stato condannato all’ergastolo da un tribunale tedesco dopo essere stato riconosciuto colpevole di crimini contro l’umanità per le torture inflitte a circa 4mila persone detenute nella prigione di Al-Khatib nota come Inferno in Terra. Si tratta del primo processo al mondo condotto con l’accusa di tortura nei confronti di funzionari di Stato siriani.  “I carabinieri sono intervenuti nell’immediatezza per individuare subito gli autori di questo crimine ad opera di scellerati che ha deturpato uno dei beni paesaggistici più importanti della Sicilia. Arrestato in Germania nel 2019, Raslan, 58 anni, è stato un alto funzionario dei servizi di sicurezza sotto il presidente Bashar al-Assad. Il tribunale di Coblenza lo ha ritenuto responsabile di decine di casi di omicidi e violenza sessuale e di migliaia di torture mentre prestava servizio come dirigente degli apparati di sicurezza del governo di Assad. Loading.

I fatti contestati a Raslan risalgono agli anni tra il 2011 e il 2012, durante le sollevazioni popolari contro il governo che contribuirono a innescare la crisi politica e il conflitto civile che in Siria proseguono ancora oggi. A coordinare l’inchiesta procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e il sostituto Chiara Bisso. All’epoca il militare gestiva un centro di detenzione nei pressi della capitale Damasco. La sentenza è la prima di questo tipo ai danni di un funzionario del governo siriano. Il processo concluso oggi e cominciato ad aprile del 2020 a Coblenza si è svolto nel corso di 108 udienze e ha previsto l’ascolto di oltre 80 testimoni, numerose vittime di tortura e parti civili di organizzazioni non governative. Dopo un’attenta analisi delle immagini, i carabinieri sono riusciti ad acquisire il numero di targa del furgone. Il procedimento si è basato sul principio della giurisdizione universale che, nel diritto internazionale, consente di agire penalmente contro soggetti ritenuti responsabili di crimini di particolare gravità, in maniera indipendente dal Paese dove sono stati commessi e dalla nazionalità dell’autore. Senza successo, la difesa dell’imputato nega che la condizione posta dai giudici sia prevista dalla legge, perché il condannato ha diritto di dichiararsi innocente o vittima di un errore giudiziario anche durante la carcerazione.

Il processo di Coblenza vedeva all’inizio un secondo imputato, Eyad al Gharib, sottoposto di Raslan accusato di aver arrestato oppositori del governo siriano e di averli trasferiti nel carcere di Al Khatib. Il 24 febbraio 2021, Al Gharib . Successive perquisizioni hanno consentito di ritrovare, in magazzini ispezionati, guanti sporchi della stessa polvere e altre prove. In momenti separati, Raslan e Al Gharib erano emigrati in Germania nel 2012, dopo aver disertato dal Gid, venendo arrestati a Berlino e Zweibruecken nel 2019. .