Tecnologia, Fotografia

Tecnologia, Fotografia

Fujifilm presenta la fotocamera mirrorless X-T4 - La Stampa

Fujifilm presenta la fotocamera mirrorless X-T4

26/02/2020 12.37.00

Fujifilm presenta la fotocamera mirrorless X-T4

L’azienda giapponese ha lanciato oggi la nuova ammiraglia della serie X. Assomiglia molto al modello precedente, ma introduce un nuovo otturatore, un autofocus migliorato, una batteria che dura di più e soprattutto la stabilizzazione interna, per migliorare le prestazioni video

Pubblicato il26 Febbraio 2020Fujifilm ha presentato oggi, un po’ a sorpresa, la nuova X-T4. La fotocamera mirrorless è un’evoluzione delmodello X-T3, precedente ammiraglia della serie X del produttore giapponese. Molte caratteristiche del nuovo modello sono un’eredità diretta del precedente, così come il design un po’ retro, pressoché immutato, ma ci sono alcune importanti novità. Innanzitutto l’otturatore meccanico, che ora consente di arrivare a raffiche da 15 frame al secondo e un ritardo di scatto da 0,0035 secondi (si arriva a 30fps utilizzando l’otturatore elettronico). Migliorato anche l’autofocus, non grazie a nuove componenti ma attraverso un’ottimizzazione del software che rende più precisa la rilevazione dei volti e degli occhi dei soggetti. 

L'Uomo di luglio: Romelu Lukaku in copertina Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega' Diletta Leotta vola in Turchia per conoscere la famiglia di Can Yaman: nozze in vista? - VanityFair.it

Il sensore X-Trans CMOS 4 da 26,1 Megapixel e il processore di immagine X-Processor 4 sono gli stessi - potenti e versatili - del modello precedente e di X-Pro 3, altra fotocamera di punta della serie X. Cambiano invece le batterie, ed è un dettaglio molto importante: le nuove NP-W235 offrono una capacità di 1,5 volte superiore alle unità impiegate sui modelli precedenti. Significa che con la X-T4 riusciremo a scattare circa 500 foto prima di aver bisogno di ricaricare in modalità “normale” e 600 scatti quando si attiva la modalità di risparmio energetico. 

La novità più importante di questa X-T4, però, è un’altra: l’introduzione di un sistema di stabilizzazione interno della macchina. Si tratta di un IBIS a 6,5 stop e 5 assi compatibili con 18 dei 29 obiettivi della serie XF e XC di Fuji. La nuova fotocamera lo eredita dalla consorella X-H1, ma in questo caso l’azienda nipponica è riuscita a migliorare ancora il peso (-20%) e le dimensioni (-30%). L’IBIS della X-T4 impiega infatti un meccanismo di smorzamento magnetico, anziché basato sulle classiche molle a spirale: aiuta molto negli scatti sportivi ma anche nella foto in notturna, grazie alla limitazione delle vibrazioni utile durante le lunghe esposizioni. headtopics.com

L’introduzione di questo sistema di stabilizzazione è importante soprattutto per un altro motivo: migliora sensibilmente la resa video, rendendo così la X-T4 adatta anche ai videoamatori avanzati o ai professionisti che cercano un sistema leggero e portatile per girare i propri filmati. Proprio per puntare su queste nuove funzioni, Fuji ha aggiunto anche la possibilità di registrare video full HD a 240p, consentendo così di elaborare un effetto slow-motion fino a 10X in postproduzione. C’è anche una nuova modalità dedicata al video, che permette di utilizzare la ghiera superiore per l’impostazione delle modalità di scatto al fine di accedere rapidamente alle impostazioni video memorizzate. Ai professionisti piacerà infine sapere che è possibile registrare i video direttamente su due schede SD, utilizzando una come principale e l’altra come backup.

Fujifilm X-T4 sarà disponibile in Italia a fine aprile in tre configurazioni: solo corpo, a 1899€; kit con obiettivo XF18/55 a 2239,99€; kit con obiettivo XF16/80mm a 2339,99€. ©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:

"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...." Leggi di più: La Stampa »

Siparietto Draghi-Casellati: 'Forse la presidente mi ha tolto parola' - Italia

Lei: 'Non mi permetterei' (ANSA)

Huawei presenta il pieghevole Mate Xs, il tablet MatePad Pro e un nuovo PC - La StampaCon un evento in tono minore e trasmesso solo in streaming, Huawei ha presentato un tablet per creativi, il laptop MateBook X Pro e una versione aggiornata del suo foldable. Sul finale arriva anche l’annuncio della data di lancio dello smartphone P40

Dal 3 marzo La Stampa cambia: il primo giornale italiano a ciclo continuo - La StampaIl 3 marzo La Stampa diventerà il primo giornale italiano «Digital First». A trasformarsi è il processo industriale di produzione dei contenuti al fine di consentire alla redazione giornalistica di lavorare, in parallelo, alla realizzazione di prodotti digitali e cartacei. Il sito Internet lastampa.it offrirà notizie, approfondimenti, video, audio e altri contenuti senza interruzione al fine di andare incontro a un pubblico che chiede informazione di qualità su ogni piattaforma per conoscere cosa avviene a Torino, nel Nord-Ovest, in Italia, in Europa e nel mondo intero. Al tempo stesso la redazione realizzerà un giornale di carta di 32 pagine offrendo notizie esclusive, analisi, reportage, interviste e commenti capaci di offrire chiavi di lettura di qualità per andare oltre l’attualità. Nel rispetto delle notizie e dei lettori. Alcuni dei nostri inserti più importanti – da TuttoScienze e TuttoSoldi fino a TuttiGusti – diventano canali verticali sul web per accompagnare la transizione tesa a raggiungere nuovi lettori, ovunque si trovino. Fra le novità c’è la presenza di nuove professionalità in redazione: analisti dei dati, videomaker, specialisti di social network e podcast. Per sfruttare la rivoluzione digitale al fine di potenziare la capacità di informare. Perché innovare è nel dna del nostro giornale e di ogni suo redattore, da oltre 153 anni.

La famiglia, i millennial, l’amore nella rivoluzione digitale della Stampa - La StampaIl 3 marzo La Stampa diventerà il primo giornale italiano «digital first». Una trasformazione radicale del processo di produzione delle notizie, con i canali cartaceo e web che marceranno in parallelo per dare al lettore sempre di più. Inchieste, notizie in esclusiva, analisi, reportage, interviste, commenti. Oltre ai fatti si indagheranno i fenomeni emergenti, le istanze generazionali, i grandi temi che si impongono con il cambiamento del mondo. I millennial, i loro sogni, le difficoltà, i talenti. Una conversazione sull’oggi e sul domani per tirare un filo che unisca le generazioni e che serva per tradurre linguaggi spesso troppo differenti. Ma anche la famiglia, indagata nel suo evolversi, l’amore e i suoi nuovi lidi e approdi. Il fluire dei generi tra difficoltà, resistenze ma anche opportunità e soprattutto diritti. Tutto questo sfogliando il giornale di carta e anche le pagine web, due piattaforme che sulla Stampa si integrano e completano. Ad avere un rapporto sempre piu stretto con i nostri lettori ci saranno, assieme ai giornalisti, analisti dei dati, videomaker, specialisti di social network e podcast. Una rivoluzione digitale che porta con sé la tradizione della Stampa, un giornale da oltre 150 anni all’avanguardia nell’innovazione. —

La Cna di Torino: “Chiarire la posizione di bar, ristoranti e parrucchieri” - La Stampail segretario della Confederazione Artigianato: “Una proroga della durata dell'ordinanza oltre il 29 febbraio genererebbe una situazione di blocco dell'economia dagli effetti non controllabili”.

Racket degli ultrà contro la Juve, la Cassazione: “Società pesantemente condizionata” - La StampaGli “ermellini” hanno accolto il ricorso del pm contro la liberazione di Giuseppe Franzo, Umberto Toia rimane in carcere. Andrebbero uccisi, non rimessi fuori...

Coronavirus, a Roma il comitato operativo della Protezione Civile: gli aggiornamentiCoronavirus, a Roma la conferenza stampa della Protezione Civile: gli aggiornamenti