Fece rapire la milionaria titolare del Grand Hotel di Cannes, condannato a 18 anni l’ex assessore di Salassa

Fece rapire la milionaria titolare del Grand Hotel di Cannes, condannato a 18 anni l’ex assessore di Salassa

29/01/2021 23.54.00

Fece rapire la milionaria titolare del Grand Hotel di Cannes, condannato a 18 anni l’ex assessore di Salassa

Per Giuseppe Serena la donna aveva con lui un debito di 500 mila euro. Nell’ottobre 2016 venne prelevata sotto casa da uomini incappucciati

21:01Per il tribunale di Nizza il rapimento in Costa Azzurra di Jacqueline Veyrac, la miliardaria francese ottantenne a capo di un impero immobiliare, era stato architettato da Giuseppe Serena, 67 anni di Salassa, ristoratore ed ex amministratore canavesano. La ricostruzione effettuata durante il processo ha convinto la Corte d’Assise francese a condannare il 67enne a 18 anni di reclusione. L’accusa ne aveva chiesti addirittura trenta.

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di domenica 20 giugno 2021 Il Santissimo Draghi “si immola” e “offre il suo corpo per noi” - Il Fatto Quotidiano 'In Tunisia io e mia moglie siamo diventati imprenditori. L'Italia, che amo, incastrata in una burocrazia senza visione'

Serena, da diversi anni residente in Costa Azzurra, era il gestore del ristorante «La Réserve» di Nizza, prima che finisse in liquidazione nel 2009. Jacqueline Veyrac si era ripresa la gestione del ristorante ed erano rimaste in sospeso alcune questioni di carattere economico. Uno screzio andato avanti per anni, fino all’ottobre 2016 quando la donna venne seguita a Nizza, sotto casa, caricata a forza da due uomini incappucciati sul retro di un furgone, legata e imbavagliata. Tutto in pieno giorno. Due ore dopo, la richiesta di riscatto: 5 milioni di euro. Un sequestro anomalo, come lo definì la gendarmeria francese. E infatti, due giorni dopo, alla periferia di Nizza, un passante venne attirato dai rumori provenienti da un Kangoo. Dentro c’era proprio la miliardaria rapita, provata da due giorni di stenti. A Giuseppe Serena e alla banda assoldata per il sequestro, gli inquirenti arrivarono nel giro di poco. Partendo da due rilevatori gps che erano stati installati sulla vettura della Veyrac. Da una serie di conversazioni telefoniche, venne fuori il coinvolgimento nel sequestro di un ex paparazzo diventato investigatore privato, Luc Goursolas, e di un ex appartenente alle forze speciali britanniche caduto in disgrazia, Philip Dutton. Furono le loro conversazioni ad indirizzare le indagini verso Giuseppe Serena. Secondo gli investigatori, lamentando qualcosa come mezzo milione di euro mai ricevuto dalla Veyrac, l’ex ristoratore avrebbe covato vendetta, fino ad organizzare il sequestro. Una tesi sposata dai giudici che hanno pronunciato cinque assoluzioni e sette condanne (oltre a quella di Serena) con pene fino a 15 anni.

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza