Libri, Libro

Evitiamo che i giovani paghino il prezzo del Covid

Evitiamo che i giovani paghino il prezzo del Covid

27/09/2020 01.45.00
Libri, Libro, Recensione, Recensioni, Cultura, Terza Pagina, Letteratura, Narrativa, Poesia, Racconti, Saggi, Saggistica, Scrittori, Autori, Biblioteca, Letterario, Critica Letteraria, Titolo, Editore, Autore Della Recensione

Evitiamo che i giovani paghino il prezzo del Covid

A chi scrivere il proprio punto di vista sulle cose? A chi affidare l’ indignazione e la speranza? Vi proponiamo di dirlo a Corriere

,per avere una metamorfosi in positivo dobbiamo far sì che essa sia costante e longeva. È per questo che si deve dare più spazio ai giovani. Sono loro i cittadini del futuro. A questi giovani vanno dati certamente le basi e gli esempi giusti, poi vanno messi alla prova. L’educazione è la cosa fondamentale per guidare i loro interessi verso cose importanti, senza vivere nella casualità della vita, avendo invece un approccio razionale. È certamente normale che le generazioni nuove debbano avere delle esperienze concrete, empiriche, e non solo una visione «onirica» e distaccata dei processi della vita sociale e politica.

Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» 'Io e tanti altri espatriati non torneremo se l'Italia non ci tutela'

Flavio Maria CoticoniCaro Flavio Maria,La sua lettera ci fa tornare in mente le immagini dei bambini e dei ragazzi che tornano in classe. Riaprire le scuole non è privo di pericoli; ma è necessario. I nostri figli e nipoti erano a casa da febbraio. Dopo il sollievo iniziale («domani non si va a scuola!»), hanno sofferto senza i loro compagni e anche senza i loro insegnanti.

La pandemia ha dolorosamente accorciato la vita di molti anziani. Ma in prospettiva rischiano di pagare un prezzo ingiusto anche i giovani: sia quelli in età scolare, sia quelli che si affacciano adesso sul mondo del lavoro. È una prova dura, sia a livello psicologico sia a livello pratico. Lei, gentile lettore, ha ragione: le nuove generazioni vanno messe alla prova. Lamentarsi non serve. Molti imprenditori mi dicono che i ventenni promettono meglio della generazione che li ha preceduti. Ma quali aziende hanno il coraggio di assumere in un momento come questo? Come essere messi alla prova al tempo dell’house working? Come fare uno stage, un’esperienza, quando gli uffici sono mezzi vuoti? Quale quota dei denari del Recovery fund sarà destinata a finanziare la formazione, e anche ad agevolare le assunzioni? headtopics.com

Il lavoro per i giovani — con il calo demografico e la selezione delle classi dirigenti — è la grande questione dell’Italia di oggi. Palesemente, sono questioni collegate tra loro. Abbiamo tutti il dovere morale di impedire che il costo sociale e morale della pandemia sia pagato dai nostri ragazzi.

LE ALTRE LETTERE DI OGGIStoria«Quell’amore nato per caso, parlando di Olivetti»Gli uomini che ho amato li ho incontrati per caso. Uno mi stette vicino per alcuni anni, con la sigaretta sempre in bocca, con il sorriso molle, con la fretta di scappare. E fu sempre così. Stava in una via centrale, e spesso pioveva e io avevo gonne corte e cappotti striminziti e scollature irriverenti in primavera. Avrei voluto alle spalle le guglie del duomo di Milano e la sua Galleria, o piazza Scala nella nebbia degli anni Settanta. Invece c’era la mia piccola città. La pioggia rigava i vetri della stanza, ci abbracciavamo con forza, a volte piangevo piano. E fu tutto. Un altro lo incontrai che era Natale e io parlavo di Adriano Olivetti mentre si giocava a carte, mi annoiavo ma ero allegra, lui pensò che l’Olivetti ci avrebbe uniti. Infatti ci baciammo a Capodanno molte e molte volte, lo andavo a trovare al mare, aveva spesso un fiore che appassiva fra i ricci dei capelli. Partì in un pomeriggio di marzo. Mi scrisse molte lettere. Poi un giorno mi disse che aveva rotto il patto con me e io mi sentii libera e volsi il capo e mi sposai. Non furono solo loro, prima avevo avuto gli amori importanti, le sofferenze che rovinano gli anni migliori, avevo riso più volte, indossato abiti da sera e vestitelli estivi fiorati, ero stata indifesa e a tutto avevo creduto e tutto accettato. Quelle sigarette fumate nelle auto, i loro vetri appannati di sera, i discorsi concitati, i libri letti tutti i pomeriggi. E oggi niente più esiste, se non certe loro giacche rimaste in mente negli anni, una gialla, una a quadri, una con dei puntini nel marrone del fondo, una di lino chiara. Erano loro.

Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Covid in 400 scuole, Ministero: 'Tamponi in caso di sintomi' - CronacaIn Italia già 400 scuole sono state colpite da almeno un caso di Covid, 75 sono state chiuse Scuola ANSA 😢😢😢 mistermeo Numerosi altri casi di coromavius si registreranno in tante altre scuole, ma vanno evitati casi di isterismo. Attuati i previsti protocolli, non sempre sarà necessario chiudere l'intero plesso scolastico. Il Covid19 non è la peste.

Prada (effetto covid): il taglio doppio, con frangia a tendina, conquista le passerelle - VanityFair.itTecnicamente si chiama «directional hair cut» e deve dare la sensazione di essere facile da realizzare e da portare, valorizza la texture naturale dei capelli e si ispira alla mania del fai da te esplosa in lockdown

Per combattere il Covid rivalutato il modello svedeseDuramente criticato da tutti gli esperti, si sta rivelando, man mano che la pandemia sviluppa il proprio corso, non privo di aspetti positivi

GAMeC riparte raccontando l’esperienza del CovidLorenzo Giusti spiega come il museo ha reagito all'emergenza in una delle città più colpite dalla pandemia e sul tema a ottobre inaugura la mostra Ti Bergamo con contributi dal basso

Voli cancellati per Covid, Authority apre istruttoria su quattro compagnie aeree'Servizio di assistenza clienti oneroso e carente' Un po' come il vostro servizio (per cui, cosa più grave paghiamo un canone) lacunoso quando non assente, sul litorale nord di Roma rayway Ladispoli Bracciano SantaMarinella Allumiere Vedrete che a forza di Pec e segnalazioni ad AGCOMunica e MISE_GOV anche voi... L'ho sempre detto che easyjet fa cagare!!!!

Studenti in piazza a Milano, il primo corteo della scuola dopo lo stop per il CovidI giovani si mobilitano denunciando «l’assenza di misure adeguate al riavvio delle scuole». Alcuni manifestanti con fumogeni colorati si sono arrampicati sul monumento di piazza Cairoli esponendo striscioni di protesta Loro che andavano in giro fregandosene delle restrizioni, che rilasciavano interviste terribile, che non usavano mascherine, che sono fuggiti dal Nord in barba alle restrizioni infettando mezzo Sud, adesso trovano le motivazioni per scioperare? Paese di fancazzisti