Pinocchio, Luigi Comencini, Benigni, Umberto Eco, Opera Aperta, Geppetto

Pinocchio, Luigi Comencini

Eravamo Pinocchio, oggi siamo Geppetto

Eravamo Pinocchio, oggi siamo Geppetto

30/12/2019 02.30.00

Eravamo Pinocchio , oggi siamo Geppetto

Commento di Pierluigi Battista sul Corriere del 30 dicembre

Pierluigi Battista | 29 dicembre 2019Forse Pinocchio non è un testo unico e immodificabile ma è quello che Umberto Eco avrebbe definito «opera aperta», lo specchio di ciò che sei, prima il figlio che si getta con sventatezza nelle avventure della vita e poi, qualche decennio e molti patimenti e delusioni alle spalle, il padre che si interroga, come Geppetto-Benigni corre con affanno dietro a Pinocchio, cercando di indicargli una strada che nemmeno lui sa se è quella giusta

Vaccini Covid, De Magistris a La7: 'In questo momento siamo tutti cavie, sapremo tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio' Mascherine, c'è l'ipotesi di toglierle all'aperto dal 15 luglio Salvini da Draghi per parlare di stato di emergenza e mascherine

Che commozione, Geppetto-Benigniche corre dietro a Pinocchio con un senso di umana inadeguatezza, padre apprensivo e fragile, mosso da una passione trepidante per un figlio a cui cerca di dare disperatamente una direzione, un ordine, un significato.Un padre che vuole proteggere il figlio ma che vorrebbe anche esserne protetto, perché l’umanità in carne e ossa (non quella di legno che è la materia prima che forma il corpo di un figlio senza madre, di un bambino che non è venuto fuori dal ventre di una donna) abita un mondo che ha perduto il dono della semplicità.

Che commozione, un padre inquietoe insicuro come noi, noi che ci rispecchiamo nel Geppetto disegnato da Matteo Garrone in questa nuova versione di Pinocchio. In quell’altra lettura del capolavoro di Collodi, il film meraviglioso di Luigi Comencini, tutto era spostato sulle avventure del burattino che diventa uomo crescendo e maturando con la Fata Turchina e il Gatto e la Volpe, con Lucignolo e le lusinghe del Paese dei Balocchi: era il romanzo di formazione dell’italiano, Pinocchio come lo voleva il suo artefice Collodi e che Comencini aveva rielaborato in una nuova forma artistica. headtopics.com

O almeno così lo ricordo io, che ero Pinocchioquando il film di Comencini uscì e sono Geppetto in questa nuova versione di Garrone. Ero il figlio che avrei dovuto diventare e che mio padre Geppetto avrebbe dovuto forgiare, mentre adesso sono il padre che non sa bene se è riuscito ad esserlo con compiutezza e forza come invece era stato il suo, pur con tanto dolore e mille conflitti.

Il padre che vive le angosce di chi ha pauradi non essere stato all’altezza, che insegue Pinocchio per cercare di dirgli in extremis le cose importanti che non era riuscito a dirgli prima. E allora forse Pinocchio non è un testo unico e immodificabile ma è quello che Umberto Eco avrebbe definito «opera aperta», lo specchio di ciò che sei, prima il figlio che si getta con sventatezza nelle avventure della vita e poi, qualche decennio e molti patimenti e delusioni alle spalle, il padre che si interroga, che si macera e che come Geppetto-Benigni corre con affanno dietro a Pinocchio, cercando di indicargli una strada che nemmeno lui sa se è quella giusta.

29 dicembre 2019, 19:11 - modifica il 29 dicembre 2019 | 19:12 Leggi di più: Corriere della Sera »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Abbiamo fatto un passo avanti!Congratulazioni.

RepOggi su Rep: 👇🗞 I divorziati 'devoti' scrivono al sindaco di Milano: 'Siamo felici di accoglierti'

Meteo a Palermo: le previsioni di oggi 29 dicembre | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Meteo a Palermo: le previsioni di oggi 29 dicembre | Sky TG24

Meteo a Torino: le previsioni di oggi 29 dicembre | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Meteo a Torino: le previsioni di oggi 29 dicembre | Sky TG24 Milano

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani in edicola domenica 29 dicembreLe Prime in edicola Oggi Appena sbarcati spacciatori Nigeriani a Pozzallo Massima allerta ! Attenti al terrorismo! Okkio aeroporti Anche quelli piccoli!

Ragazze investite a Roma, un testimone: 'Siamo partiti col verde' | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Ragazze investite a Roma, un testimone: 'Siamo partiti col verde' | Sky TG24 Tra poco chiederemo scusa all assassino drogato e alcolizzato e recidivo per avergli rotto l auto .. Che le ragazze abbiano avuto le loro colpe è indubbio, ma il fatto è che l’investitore non poteva e non doveva guidare ed era recidivo! C’è una corresponsabilità evidente, fatto sta che le ragazze hanno pagato il prezzo più alto per la la loro imprudenza, lui non so! Leggo che molti vogliono rovinare ulteriormente la vita di un 20enne che ha avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Probabilmente sarebbe potuto capitare a chiunque, compreso me e i vostri figli.

Le donne della Chiesa al Papa: «Rompere il muro della diseguaglianza» - VanityFair.itAnche le donne cattoliche non ci stanno più e protestano: «Nella Chiesa siamo discriminate»