Cervello, Declino

Ecco le azioni da compiere per prevenire la perdita di memoria

Ecco le azioni da compiere per prevenire la perdita di memoria - - #cervello #declino cognitivo

12/07/2019 10.49.00
Cervello, Declino, Salute

Ecco le azioni da compiere per prevenire la perdita di memoria - - cervello declino cognitivo

Una mente attiva alla soglia dei settant’anni, grazie all’informatica o alle parole crociate, è una mente che funziona bene e con un minor rischio di andare incontro a declino cognitivo. Determinanti sarebbero la ‘dose’ di queste attività, la frequenza con le quali vengono praticate, e il loro...

menteattiva alla soglia dei settant’anni, grazie all’informatica o alle parole crociate, è una mente che funziona bene e con un minor rischio di andare incontro adeclinocognitivo. Determinanti sarebbero la ‘dose’ di queste attività, la frequenza con le quali vengono praticate, e il loro numero: una mente più versatile è stata associata a un rischio ancora più basso di decadimento. È la conclusione di uno studio pubblicato su

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Euro 2020: Italia-Galles 1-0, azzurri primi nel girone A. LIVE

Neurologye realizzato da esperti dell’American Academy of Neurology.Dallo studio non si può far derivare un nesso di causa-effetto tra l’allenamento mentale e la protezione dall’insorgenza del declino cognitivo lieve, come sottolinea uno dei suoi autori, Yonas E. Geda della Mayo Clinic di Scottsdale (Usa): “Il nostro studio è di natura osservazionale. Nonostante la correlazione tra il minor rischio di declino e le diverse

attività mentalmentestimolanti, è possibile che invece che essere tali attività ad abbassare il rischio, un individuo con declino non sia in grado di partecipare a quelle attività così spesso”. In altre parole la relazione tra i due fenomeni osservati potrebbe essere bidirezionale. headtopics.com

I risultati dello studio confermerebbero quanto osservato da altri lavori pubblicati in passato ma rendono comunque necessario approfondire questi aspetti, come sottolinea lo stesso Geda.Problemi di memoriaIl declino cognitivo lieve è una condizione clinica comune con l’invecchiamento. I suoi sintomi sono simili a quelli della demenza ma meno gravi, ad esempio si possono avvertire delle difficoltà a portare a termine delle

operazioni complesseo a comprendere delle informazioni che si sono lette. Un individuo affetto da demenza – di cui il declino cognitivo può essere considerato un precursore – non riesce invece autonomamente a compiere azioni quotidiare come mangiare o vestirsi.

L’attenzione dei ricercatori è caduta sulle attività mentalmente stimolanti dal momento che “non ci sono farmaci efficaci nel trattamento del declino cognitivo, dellademenzao la malattia di Alzheimer”, ricorda Geda. “Così è cresciuto l’interesse sullo stile di vita che può aiutare a rallentare l’invecchiamento cerebrale che si ritiene contribuisca ai problemi di memoria e pensiero”.

Riempire il tempo liberoPer vedere in che modo i fattori dello stile di vita – “a basso costo e disponibili a chiunque” – potessero correlarsi al rischio di decadimento, i ricercatori hanno coinvolto 2 mila persone di età media pari a 78 anni, non affetti da headtopics.com

Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino” Covid Napoli, festa in terrazza senza mascherina: 96 sanzioni Compie un anno Richard, il bimbo più prematuro di sempre: «Gli davano zero possibilità»

declinocognitivo, per metà donne. I partecipanti sono stati seguiti per cinque anni in media; all’avvio dello studio hanno completato un questionario sulla frequenza alla quale avessero svolto cinque tipi di attività mentalmente stimolanti sia nella mezza età (50-65 anni) che più tardi, dopo i 66 anni. Ogni 15 mesi sono stati somministrati dei test di valutazione del pensiero e della memoria. Nel corso dello studio 532 persone hanno sviluppato infine declino cognitivo lieve.

Sono emerse così le associazioni trahobbye salute mentale: usare un Pc nella mezza età si associava a un rischio quasi dimezzato di declino cognitivo (48% in meno). Del gruppo di individui ai quali è stata diagnosticata la condizione il 2% usava il Pc (15 persone) mentre erano il 5% tra quelli non affetti da declino (77 su 1468). Usarlo più avanti si associava a un rischio più basso di un terzo mentre il decremento era del 37% a fronte di un uso continuo, sia a 50-65 anni che dopo.

Attività sociali come andare al cinema o uscire con gli amici, risolverecruciverbao giocare a carte, in entrambi i periodi considerati, si associava a un rischio ridotto del 20%. Questo scendeva di ben il 42% con attività manuali come lavorare la ceramica o

cucire, ma solo se praticate più avanti nella vita.E se il numero di passatempi aumentava il rischio di declino cognitivo scendeva in misura maggiore: - 28% con due attività, meno 45% con tre attività, meno 56% e meno 43% rispettivamente con quattro e cinque forme di headtopics.com

passatempo.Ma perché è stata rilevata questa correlazione? I ricercatori citano le diverse ipotesi proposte dalla comunità scientifica. Per esempio si è visto che le attività del tempo libero svolte in contesto stimolante possono indurre delle variazioni funzionali o strutturali nel

cervello. E questo può rinforzare la riserva cognitiva permettendo di affrontare meglio l’evoluzione della malattia di Alzheimer. Ancora si è visto che chi svolge queste attività tende più spesso a esibire altri comportamenti salutari che possono proteggere dal

Berrettini vince il torneo del Queen's Covid, 17 morti in 24 ore: è il numero più basso dell’anno. I DATI Per non far sparire Forza Italia Berlusconi insiste col partito unico di centrodestra

declinocognitivo, dalla dieta sana all’attività fisica. Hobby e fai da te possono comportare infine anche un migliore stato emotivo, a sua volta correlato alla Leggi di più: 24salute »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Grandinata Pescara: testimoni, sembrava bombardamento - ItaliaGrandinata a Pescara: testimoni, sembrava un bombardamento - IL VIDEO

Maschere per pelle grassa: ecco quali provare - Glamour.itMaschere per pelle grassa: ecco quali provare - Limone, miele e aloe sono ottimi per la pelle grassa: ecco come utilizzarli

Ecco perché non funziona più l’app Walkie Talkie sull’Apple Watch - La StampaUna vulnerabilità potrebbe consentire a una persona di ascoltare le conversazioni via iPhone di un altro utente senza averne il permesso. A Cupertino stanno già lavorando per risolvere il problema.

Snack salutari e golosi da consumare in estate - Glamour.itComplice il caldo e le vacanze, spesso in estate le abitudini alimentari cambiano. Compresi gli snack, che diventano freschi e golosi. Ecco alcune idee

Borse e spread, ecco le previsioni dei gestori per la seconda metà del 2019 - Il Sole 24 ORENella prima metà del 2019 i listini azionari hanno corso parecchio: Piazza Affari, ad esempio, è salita del 16%. Lo stesso mondo dei titoli governativi...

Ecco perché Meghan e Harry vogliono tenere privati i padrini di Archie - VanityFair.itNonostante le polemiche, il principe e l'ex attrice vanno avanti per la loro strada: non hanno nessuna intenzione di svelare i nomi dei padrini del primogenito. Per almeno un paio di motivi