È in Uzbekistan la metropolitana più bella del mondo (rimasta «segreta» fino al 2018)

È in Uzbekistan la metropolitana più bella del mondo (rimasta «segreta» fino al 2018)

03/07/2020 14.03.00

È in Uzbekistan la metropolitana più bella del mondo (rimasta «segreta» fino al 2018)

Nella città di Tashkent sorge un sistema metropolitano che sembra un museo sotterraneo

La metropolitana più bella del mondo (segreta fino al 2018)Nella città di Tashkent, in Uzbekistan, c’è una metropolitana che potrebbe candidarsi come la più bella del mondo e che fino al 2018 era proibito fotografare. Il motivo? Gli interni erano considerati parte dell’infrastruttura di sicurezza nazionale, come ponti e basi militari, e quindi soggetti a questa restrizione. Le sue 29 stazioni, suddivise in tre linee inaugurate in momenti diversi, sono vere e proprie opere d’arte urbana, con colonne scolpite, lampadari dorati e mosaici che raffigurano gli eroi della mitologia locale. Le decorazioni, i marmi e le tinte colorate omaggiano l’impegno dell’Unione Sovietica nell’esplorazione spaziale, ma anche la storia più antica del Paese e le industrie più moderne, mescolando i simboli della tradizione uzbeka all’utopia sovietica.

Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega' Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi Coronavirus, Israele verso il ritorno all’obbligo di mascherine al chiuso dopo l’aumento dei contagi Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Não vi trens 🤔🤔🤔 Bo

Kate Middleton è la royal più influente nel mondo della modaOgni abito che indossa Kate Middleton va sold sold out. Un brand ha rimesso in produzione un capo e ha deciso di devolvere tutto al sistema sanitario inglese

Chiara Gamberale: «Il mondo si è dovuto ammalare per spingerci a relazioni più profonde»Chiara Gamberale è appena uscita in libreria con 'Come il mare in un bicchiere' in cui racconta il suo lockdown e le riflessioni che ne sono scaturite

RepInchiesta sul mondo della scuola e sui professori. In balia della burocrazia, precari spesso di lungo corso, ostaggi di un percorso fatto di graduatorie, concorsi, ricorsi e regole che cambiano troppe volte. Eppure la scuola sono loro

RepInchiesta sul mondo della scuola e sui professori. In balia della burocrazia, precari spesso di lungo corso, ostaggi di un percorso fatto di graduatorie, concorsi, ricorsi e regole che cambiano troppe volte. Eppure la scuola sono loro

RepInchiesta sul mondo della scuola e sui professori. In balia della burocrazia, precari spesso di lungo corso, ostaggi di un percorso fatto di graduatorie, concorsi, ricorsi e regole che cambiano troppe volte. Eppure la scuola sono loro

RepLa selezione del meglio del giornalismo di Repubblica. Saperne di più è una tua scelta.