Torino, Ladri, Avigliana, Furto

Torino, Ladri

Due poliziotti fuori servizio e quell’inseguimento da film lungo il treno per bloccare i due ladri - La Stampa

La riconrsa da un capo all’altro del convoglio per fermare due diciottenni che avevano derubato il capotreno

09/02/2020 12.05.00

La riconrsa da un capo all’altro del convoglio per fermare due diciottenni che avevano derubato il capotreno.

La riconrsa da un capo all’altro del convoglio per fermare due diciottenni che avevano derubato il capotreno

Pubblicato il09 Febbraio 2020AVIGLIANA (TORINO). Un capotreno derubato, la corsa dalla testa alla coda del convoglio di due poliziotti fuori servizio a caccia dei ladri, poi l’arresto, ad Avigliana, di due diciottenni italiani scortati fino a Bussoleno. Viaggio piuttosto movimentato quello di ieri del «regionale» Torino-Bardonecchia partito da Porta Nuova alle 9.15. Tutto è successo all’altezza di Avigliana alle 9.45.

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi 18/24 giugno 2021 • Numero 1414 E' morto Giampiero Boniperti, una vita per la Juventus - Sport

Poco prima della fermata, due ragazzi hanno forzato la porta della cabina del capotreno e, probabilmente seguendo uno schema già collaudato, si sono divisi. Uno si è messo all’ingresso a fare da palo, il secondo è riuscito a infilarsi nella cabina e a frugare nella borsa del capotreno, in quel momento impegnato nel controllo dei biglietti.

Dopo aver preso due caricabatterie portatili e altri oggetti personali del ferroviere, i ladri hanno cercato di allontanarsi, ma sono stati sorpresi dal capotreno, che in quel momento stava ritornando alla propria postazione.Vedendo la porta forzata, l’uomo ha intuito subito che qualcosa non andava, anche perché i ladri hanno cercato una via di fuga. E’ scattato subito l’allarme, dato all’interfono dal bigliettaio, che ha messo in allerta due poliziotti delle Volanti di Torino, in quel momento liberi dal servizio, che erano diretti a Bardonecchia per una giornatasulla neve. headtopics.com

I due agenti, correndo da un capo all’altro del treno, sono riusciti a fermare i ladri, che sono stati perquisiti e ammanettati . Non appena il treno si è fermato a Bussoleno, i poliziotti hanno consegnato i due ai colleghi della Polfer, che li stavano aspettando. E’ sceso anche il capotreno, per formalizzare la denuncia. L’arresto ha provocato un ritardo per il treno di una ventina di minuti.

Quando i ladri, residenti ad Avigliana e Bruino, sono stati identificati, è emerso che nonostante la giovane età, entrambi avevano collezionato numerosi precedenti per furti.Ora gli agenti verificheranno – in attesa della direttissima che si svolgerà domani in tribunale a Torino - se la coppia di amici ha già colpito sulla stessa linea ferroviaria, considerato che negli ultimi mesi si sono verificati dei furti.

I minuti di ritardo per i passeggeri si sono accumulati tra Avigliana, dove è avvenuto l’arresto e il treno è stato bloccato per circa 15 minuti, e Bussoleno, dove la Polfer ha preso in consegna i fermati Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Sempre grazie alle Forze dell'ordine. Due eroi... In questo sciagurato paese che odia le forze dell’ordine

Edilnol a Bergamo per rialzare la testa dopo la beffa contro Treviglio - La StampaC’è una beffa da dimenticare in fretta per l’Edilnol, oggi alle 18 in trasferta sul campo del fanalino di coda Bergamo. Al netto della rabbia di coach Galbiati per un approccio sbagliato nel turno infrasettimanale contro Treviglio, è difficile chiamare in un altro modo una partita persa a 3 secondi dalla fine, passando da +2 a -1 e ricacciando negli amplificatori le sanremesi note di «Sarà perché ti amo», fatte suonare per far festa con improvvido anticipo al Forum durante il timeout che ha preceduto l’ultima azione. L’occasione è propizia, anche per tornare a una vittoria fuori casa che manca dal 21 novembre, gara di andata contro Treviglio. Quel match si giocò al PalaAgnelli di Bergamo, lo stesso impianto in cui oggi alle 18 si alzerà la palla a due, dopo la sentenza d’appello che ha cancellato la squalifica del campo dei gialloneri. Ma il problema della squadra di casa, ultima con quattro vittorie su 22 tentativi, non è tanto su quale parquet giocare, ma chi mandare in campo: «Ci alleniamo in sette, a volte in sei» è la frase che coach Marco Calvani ripete spesso. Il conto delle assenze è lungo: sono lungodegenti il play Marra e l'ala Dieng (sondato in estate anche da Biella) che somma ai guai fisici gli attriti con l'allenatore («Rientrerà in squadra - ha detto qualche giorno fa Calvani - se me lo dice la società e dopo essersi confrontato con me»). L’azzurro Under 20 Parravicini ha una distorsione alla caviglia e nella trasferta di mercoledì ad Agrigento (persa di 20) si è fatto male anche il lungo da quintetto base Allodi. Insieme ai due americani Carroll e Jackson, è costretto a minutaggi lunghissimi il regista Zugno, bella sorpresa della stagione. Galbiati non si fida, un po' guardando alle recenti partite di Bergamo, sconfitta all'ultimo tiro contro Torino e Napoli, e un po’ perché «questo è un campionato in cui non molla nessuno», come ha detto commentando il ko al supplementare di mercoledì. I rossoblù, almeno, sono al gran completo: è rientrato l’allarme

Sequestrati nel Torinese due milioni di accessori per fumatori nei market cinesi e bengalesi - La StampaCartine e filtri per le sigarette la cui vendita è consentita solo nelle rivendite autorizzate in possesso della licenza dei Monopoli.

Vite parallele di due amiche per sempre - La StampaLuciana Polenghi e Carla Taverna. Inseparabili da 62 anni, entrambe attive nel settore dell’abbigliamento.

Agguato in Afghanistan, almeno due morti tra i soldati Usa - La StampaIl comando militare Usa a Kabul si è limitato a confermare che forze americane e afghane sono finite sotto il «fuoco diretto» senza fornire altri dettagli.

Sanremo 2020, stasera tutti i big in gara: ecco la scaletta - La StampaApre Jannacci, chiude Masini. La sfida dei giovani: Tecla contro Sentieri, Gassmann contro Fasma. Sul palco Dua Lipa, Ghali, Gianna Nannini e Coez. Apre Jannacci intorno alle 23. robypava 'La fine della puntata è prevista oltre le due di notte' E io che non gioco più a D&D perché non ho il fisico

La Lega ora incalza Cirio su occupazione e territorio - La StampaIn arrivo il piano per la competitività delle imprese, il rimpasto in giunta può attendere