Draghi prepara le consultazioni: sul tavolo l’opzione del governo “ibrido”, metà tecnico e metà politico

Draghi prepara le consultazioni: sul tavolo l’opzione del governo “ibrido”, metà tecnico e metà politico

03/02/2021 20.20.00

Draghi prepara le consultazioni: sul tavolo l’opzione del governo “ibrido”, metà tecnico e metà politico

E’ la soluzione che più piace ai 5Stelle ma anche al Pd. Franceschini: «Sarà Conte il più convinto sostenitore dell’ex presidente della Bce». Decisiva sarà la scelta sul voto della Lega

18:02Ottenuto l’incarico, Mario Draghi tesse già la maglia per la fiducia. «Più acqua porterà al mulino», si ragiona, «più farina» per la maggioranza arriverà. E man mano che passano le ore, con i mercati che plaudono, le borse che festeggiano e lo spread che scende, e più difficile sarà per certi partiti e alcuni leader negare il proprio consenso all’ex presidente della Bce. Che è già lavoro sul programma e sulla squadra di governo. Anche se il nodo maggiore resta il tipo di governo che Draghi intende fare, anche grazie allo stimolo del presidente Sergio Mattarella. I partiti, ovviamente, al di là delle prime uscite fanno pressing. E nelle stanze degli incontri c’è chi parla di «un governo ibrido» fatto a metà, o poco meno, con quattro, cinque, ministeri forti affidati a tecnici di alto profilo e il resto diviso tra le forze politiche che lo sosterranno». Da qui, il conio nobile di «alto profilo» con le caratteristiche di tenere dentro anche personalità politiche indicate dai partiti. Ed è questa formula, in realtà, che è quella che più piace ai partiti, a cominciare dai 5Stelle che dal no secco di ieri sera del reggente Vito  Crimi si stanno dividendo tra loro in tante e differenti puntualizzazioni. In questo senso il pressing più forte pare arrivi proprio dai 5Stelle. Sono soprattutto loro – raccontano fonti ben informate –  a spingere verso questa soluzione, al punto che con il passare delle ore la posizione di un no netto alla fiducia Draghi si va affievolendo. «Un governo tecnico non fa il bene del Paese, abbiamo già dato», ha messo in chiaro il capo politico M5s. Ma anche all'interno del Movimento 5 stelle, riferiscono fonti parlamentari, c’è un fronte ampio che chiede al premier uscente Conte di fare da «pontiere» tra le diverse posizioni del Movimento, anche se c’è un'ala che è convintamente contraria ad ogni ipotesi di confronto con Draghi. «Sono convinto che proprio Conte, dopo aver ha servito il paese in un momento difficile, sarà coerentemente il primo e piu' e convinto sostenitore di Draghi», osserva Dario dice Franceschini raccogliendo in pieno l'appello alla responsabilità da parte del Capo dello Stato. Dunque, bisogna evitare una spaccatura: questo lo slogan di «big» e vertici pentastellati. Già ieri sera al Senato si era tenuta una riunione in cui è stato chiesto di evitare divisioni. Ma l'ala che guarda con maggior favore all'ex numero uno della Bce si sta facendo sentire. I pentastellati in ogni caso avvertono l'ex numero uno della Bce sui rischi ai quali potrebbe andare incontro qualora scegliesse la strada delle mani libere. «Per qualunque misura a livello parlamentare si deve sempre o comunque passare da noi», ha sottolineato Crimi. «Noi siamo determinanti anche nel caso in cui dovesse nascere questo governo», ha aggiunto. Non si è ancora decisa la strada da percorrere, c’è chi non esclude che possa essere quella dell'astensione ma tutto dipenderà dalle mosse di Draghi che nel suo primo discorso ha sottolineato la volontà di rivolgersi ai partiti. Un modo per far capire che non intende fare da solo. Ma le forze di maggioranza e opposizione non nascondono i timori per un possibile «commissariamento» della politica. Nel Pd c’è chi non nasconde una certa irritazione nei confronti di chi non punta ad un sì senza se e senza ma. «Non ci devono essere degli ostacoli, dobbiamo creare le condizioni per far nascere l'esecutivo», osserva un «big» dem. L'obiettivo del fronte rosso-giallo sarà quello di ricercare una posizione comune ma «occorrerà - spiegano tra i Dem - che Conte non si metta sulle barricate, portandosi con sé un pezzo del Movimento». Anche il centrodestra riunito da Salvini punta alla compattezza. No pregiudizi, eventuale si' ad un governo a tempo, ascolteremo le sue proposte: questo, in sintesi, il pensiero del leader della Lega che ribadisce quale sarebbe la strada maestra, ovvero quella del voto. Una parte di FI punta ad appoggiarlo incondizionatamente, la partita non e' chiusa. E stasera Renzi incontrerà i suoi. Ieri mattina in realtà il leader di Iv, raccontano fonti parlamentari, ha tentennato. Per un attimo aveva pensato sul serio di aprire al Conte ter, erano tante le pressioni per cedere. Poi la trattativa è saltata. Con gli ex alleati che puntano il dito: «Gli abbiamo chiesto quanti ministeri voleva e lui ci ha risposto con un no a Bonafede, Azzolina e Gualtieri», spiega una fonte parlamentare M5s. In realtà da settimane Renzi lavorava alla soluzione Draghi, nei giorni scorsi i contatti si erano intensificati. «Draghi - osserva un esponente di Italia viva - era pronto da una settimana». Intanto, in transatlantico, si contano i numeri. 

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Gabriele Paolini in carcere: la condanna definitiva a 8 anni da scontare nella casa circondariale di Rieti I due ragazzi contro i genitori No Vax: «Vaccinateci, vogliamo essere liberi»

Gli scenari tra Camera e Senato Leggi di più: La Stampa »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Ve lo immaginate stretto fra Salvini e il PD con Renzi di mezzo? Quindi non ci sbarazzeremo di Di Maio.. Finalmente ... piccoli passi nella direzione giusta ! vogliamo Landini al ministero del lavoro ! Giusto per compensare leggermente la piega 'banche e poteri forti' draghiPremier Si ricarica col freno motore.... buona idea

Quindi rimane sicuramente Speranza 😱 Si sentono voci di questi partiti che dettano le regole al dott DRAGHI stupefacente dei nani che alzano la voce signori state trattando con DRAGHI uomo stimato nel mondo la vostra pochezza la state dimostrando vergognatevi incuranti di noi cittadini Sempre bastardi sono

Mica scemo

Emma Bonino a Sky TG24: Bisognava svoltare, Draghi persona competenteLeggi su Sky TG24 l'articolo Emma Bonino a Sky TG24: 'Era necessaria una svolta, Draghi persona competente' Per me non è come una famosa cucina italiana Una riflessione davvero originale e se lo dice lei, possiamo fidarci

Governo, Luigi Di Maio (M5s): 'Draghi ha un profilo prestigioso'Tu no. Vattene. Gli fece anche una buona impressione. con un placet così autorevole Draghi non avrà più remore

Draghi convocato da Mattarella per «un governo di alto profilo»: le notizie politiche di oggiLa giornata di ieri dedicata alle trattative tra le forze della maggioranza guidata dal presidente della Camera Roberto Fico si è conclusa con una fumata nera. Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha affida l’incarico di formare un governo all'ex presidente della Bce DraghiFottiti ScrewYouDraghi Presidente di quale Repubblica ? 📌«Whatever it takes» e le altre sue frasi celebri

Atlantia, Tim, banche: su quali titoli puntare con Draghi capo del governoRiduzione dello spread e Recovery Fund i fattori chiave per scegliere i titoli su cui puntare con il nuovo corso politico in arrivo. Per le Sim il programma dell'ex Bce sarà orientato agli investimenti strutturali ma con attenzione ai conti fottitiDraghi Ma come siete belli?! 🌐 Draghi ☝️😐📝 .. possiamo elencare tutto quello che ha fatto draghi in questi 10 anni di crisi , per sollevare l'economia ? ~ ☝️😐🧾 ..si Giornalisti , solo dove col suo operato , he migliorata quella cosa ! Ha Lavoro ! Dai Ragazzi ! Seby ⭐️

Salvini impone veti a Draghi: “Scelga tra la Lega e Grillo” - Il Fatto QuotidianoPiù che le parole, conta l’immagine. A metà pomeriggio, dagli uffici della Camera che danno su via del Vicario, Matteo Salvini si presenta ai microfoni dopo aver riunito la segreteria politica della Lega con Giancarlo Giorgetti al suo fianco. È la prima volta che succede. Giorgetti, che conosce bene Mario Draghi e con lui ha … E perché il pd si? Mette il primo veto perché la parola '5 Stelle' è incompatibile con la parola 'Democrazia'. Non lo dico io, lo dicono i fatti. Mi sembra normale! Se devo dare i miei voti alla Lamorgese... anchecNO!