Don Michele Mottola e le molestie a una 12enne (che lo registra): «Ti voglio bene, mi dai un bacio»

«Ti voglio bene, mi dai un bacio»: così don Mottola molestava una 12enne (che lo ha reg...

09/11/2019 09.10.00

«Ti voglio bene, mi dai un bacio»: così don Mottola molestava una 12enne (che lo ha reg...

Ragazzina di 12 anni smaschera il parroco. È accusato di abusi sessuali. La Curia: con gli audio delle molestie i genitori si erano rivolti al vescovo che lo aveva rimosso

EmailÈ stato arrestato ieri mattina l’ex parroco di Trentola Ducenta (un centro della provincia di Caserta) Michele Mottola,accusato di molestie e abusi sessuali nei confronti di una dodicenne che frequentava la sua parrocchia. È stata proprio la bambina a fornire agli inquirenti le prove delle avances ricevute dal sacerdote, registrando ripetutamente i colloqui che avvenivano prevalentemente in canonica, e fornendo poi i file audio agli uomini del commissariato di polizia di Aversa che hanno condotto le indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord.

18/24 giugno 2021 • Numero 1414 Morto Paolo Armando, partecipò a Masterchef: lo chiamavano «tigre» E' morto Giampiero Boniperti, una vita per la Juventus - Sport

Il don già sospesoIl sacerdote — 59 anni, originario della provincia di Napoli — era stato sospeso alcuni mesi fa dal vescovo di Aversa, monsignor Angelo Spinillo, immediatamente dopo che erano emerse le accuse rivolte nei suoi confronti dalla bambina. La diocesi ha anche collaborato con i magistrati, ma la vera protagonista, oltre che ovviamente vittima, di questa vicenda è lei. Una bambina che avrebbe cominciato a subire attenzioni morbose dall’ex parroco quando aveva poco più di dieci anni e che non sarebbe riuscita subito a confidarsi con la mamma e il papà, né con altri adulti. Del resto quel prete era per lei una figura familiare. Conosceva bene i suoi genitori, anch’essi abituali frequentatori della parrocchia di San Giorgio Martire a Trentola, che spesso lo invitavano anche a pranzo o a cena, e lui accettava volentieri, e non era raro che si presentasse con un regalo per la bambina. Decisamente in quella famiglia godeva della fiducia di tutti, come si fidava di don Mottola l’intera comunità del piccolo centro casertano, ed è vero che molti in paese hanno faticato a lungo prima di credere che la bambina non stesse raccontando bugie.

Il coraggio della dodicenneForse è stato anche per questo motivo che lei, dimostrando maturità, coraggio e spirito di iniziativa, si è organizzata per raccogliere le prove che quel prete così affettuoso nei suoi confronti non era spinto da amore cristiano ma da ben altro. E dalle registrazioni finite nell’ordinanza di custodia cautelare con la quale il gip ha disposto l’arresto dell’ex parroco, è chiaro che la bambina ha vissuto momenti terribili. Nei file si sente la sua voce che urla a don Michele di lasciarla stare («Non mi devi più toccare») ma si sente benissimo anche la voce dell’uomo e si colgono le sue insistenze. Mascherate da rassicurazioni e premure: «È solo un gioco, non facciamo niente di male», le dice per convincerla a non ribellarsi. E poi: «Lo sai che ti voglio bene. Lo vuoi un bacino?». «Io ti terrei dalla mattina alla sera qui, se tua mamma fosse più consenziente», insiste lui in un’ulteriore registrazione. Ma ce ne sono anche altre in cui prevale la voce della bambina. Come quella in cui la si sente impaurita ripetere due volte «Basta». Un urlo inquietante, come è inquietante ascoltare don Mottola quando, rivolto alla bambina, dice: «Prendi questa per asciugarti». headtopics.com

Le registrazioniCon quel materiale raccolto all’insaputa del sacerdote, e accompagnati anche da altri parrocchiani, i genitori della dodicenne si sono presentati dal vescovo. Che non ha fatto nulla per tentare che le cose venissero messe a tacere. Anzi, è intervenuto rimuovendo il parroco e si è dato da fare affinché venisse avviato a suo carico il processo canonico (attualmente ancora in corso). Di pari passo procedeva il lavoro investigativo del dirigente del commissariato di Aversa Vincenzo Gallozzi e dei suoi poliziotti, in strettissimo contatto con il procuratore di Napoli Nord Francesco Greco e alcuni sostituti. Una indagine delicatissima dove non è mancato anche un confronto (ovviamente protetto) tra accusatrice e accusato. Don Mottola si è difeso sostenendo che la bambina farneticasse. Però non è stato creduto.

9 novembre 2019 (modifica il 9 novembre 2019 | 07:08) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

In galera e castrazione Ma tanto ti confessi ed il problema morale passa no ? Quindi speriamo nella giustizia terrena .. ah ... no . Continuiamo ancora a credere in questo apparato marcescente che si chiama Chiesa? Vai l’inferno ti aspetta.👹👹👹🔥🔥🔥 Bravo e onesto

Caserta, ex parroco arrestato per pedofilia. Abusi su una bambina di 11 anni - La StampaLa Diocesi di Aversa, a maggio, aveva denunciato don Michele Mottola e lo aveva sospeso dal servizio “L’uomo era stato infilzato al palo come un agnello allo spiedo, solo che la punta non gli usciva dalla bocca, ma dalla schiena, e non era stato leso in modo grave né all’intestino, né al cuore, né ai polmoni”. (Il ponte sulla Drina Ivo Andrić) Verme lurido e schifoso! A mio modestissimo ed insignificante parere, persone che si macchiano di questi reati, se realmente colpevoli, meritano la PENA DI MORTE!!!!!!

Merano Wine Festival 2019: una fuga enogastronomicaDall'8 al 12 novembre un week end e poco più per un percorso di degustazione che inizia dai vini biodinamici e naturali in un territorio ricco di tradizioni armenitasbrand

«X Factor 2019», nel terzo live Sfera attacca Malika: «Senti solo le radio che ti passano?»Ennesimo battibecco per la giudice degli Under Uomini e il trapper, che è anche incappato in una gaffe. Eliminati Marco Saltari e Lorenzo Rinaldi sfera a casa se non accetti il giudizio amen Si sa da tempo

Oroscopo Rob Brezsny - 7/13 novembre 2019È online l’oroscopo di Rob Brezsny di questa settimana: E i compiti a casa: “Non devi credere alle idee che ti rattristano e ti tormentano. Abbandonale”.

La dieta a basso impatto ambientale - VanityFair.itGli alimenti che fanno bene alla salute sono sostenibili anche per il Pianeta. Il piano alimentare settimanale messo a punto dai ricercatori dell'Università di Harvard comprende molte proteine vegetali e grassi sani

“Ilva ha venduto le polveri velenose come concimi” - Il Fatto QuotidianoÈ il 24 febbraio 2004 quando davanti all’Ilva di Taranto si presenta un camion con rimorchio. Il giorno prima, al varco del siderurgico, è giunto un documento che anticipa la visita del camionista: “Dovrebbe venire un autoarticolato, inviato dalla ditta Ecofert Europe, per prelevare… dei sacconi di ‘sfridi potassici’… vogliate autorizzarne l’ingresso ed effettuare la … marcotravaglio Vi rendete conto? Lo Stato non sa vigilare. Quando qualcuno denuncia non viene ascoltato e spesso viene isolato e deriso. Quando si accorgono dei reati cercano la toppa e mai che nessuno trova il coraggio di eliminare il problema alla fonte: ilva deve essere chiusa! marcotravaglio Sono disgustata! L'Italia è tutta da rifare.