Domiciliari per Enza Colavito, accusata di aver fatto da tramite tra Roberto Rosso e l’‘ndrangheta

L’imprenditrice vercellese ha scelto di essere giudicata con rito ordinario: saranno i giudici di Asti a pronunciarsi sul caso

06/07/2020 19.38.00

L’imprenditrice vercellese ha scelto di essere giudicata con rito ordinario: saranno i giudici di Asti a pronunciarsi sul caso.

L’imprenditrice vercellese ha scelto di essere giudicata con rito ordinario: saranno i giudici di Asti a pronunciarsi sul caso

Roberto RossoPubblicato il06 Luglio 2020TORINO. Enza Colavito lascia il carcere. Il Tribunale di Asti ha disposto gli arresti domiciliari per l’imprenditrice vercellese accusata di aver fatto da tramite tra l’ex assessore regionale Roberto Rosso e alcuni personaggi vicini alla locale di ‘ndrangheta di Carmagnola. La donna era stata arrestata dalla Guardia di finanza lo scorso 20 dicembre nell’ambito dell’inchiesta «Fenice» sulle infiltrazioni della criminalità organizzata in Piemonte. Un’indagine che ha coinvolto anche l’ex esponente di Fratelli d’Italia Roberto Rosso, accusato di voto di scambio politico-mafiosi per le elezioni regionali 2019. Anche a Rosso, difeso dall'avvocato Giorgio Piazzese, nei giorni scorsi, il giudice ha concesso i domiciliari. Richiesta che era stata respinta già due volte, nonostante il parere favorevole della Procura. 

18/24 giugno 2021 • Numero 1414 E' morto Giampiero Boniperti, una vita per la Juventus - Sport Limoni

'Ndrangheta: scarcerato l’ex assessore Roberto Rosso. Il 9 luglio processo in aula bunkerSecondo la ricostruzione degli investigatori, l’imprenditrice, insieme al suo «tuttofare» Carlo De Bellis, avrebbe messo in contatto il politico con Onofrio Garcea e Francesco Viterbo: il primo considerato dagli inquirenti un emissario a Torino del clan Bonavota (di Vibo Valentia), arrivato dalla Liguria per riorganizzare i gruppi dopo le retate dell’operazione «Carminius» lo scorso marzo; il secondo ritenuto il suo fedele braccio destro. «La mia assistita era inconsapevole della caratura criminale dei due – ha ribadito più volte il suo difensore, l’avvocato Alessandro Paolini – Glieli ha presentati De Bellis, il suo tuttofare. Lui era in difficoltà economiche e lei l’aveva assunto per dargli una mano». Colavito «non si è mai fidata – aggiunge il legale – Aveva percepito che i due erano dei «poco di buono» e, ad un certo punto, ha anche detto a De Bellis di voler ‘mandare a monte tutto’. Il giorno della ‘promessa elettorale’, quando Garcea e Viterbo vanno nell’ufficio di Rosso, Colavito non era presente e l’appuntamento era stato preso da De Bellis». Ora, aggiunge Paolini, «possiamo prepararci al dibattimento con più serenità». 

Parla la moglie di Roberto Rosso: “Abbandonato e già condannato proprio dai compagni di partito”giuseppe legatoColavito ha scelto di essere giudicata con rito ordinario. Saranno i giudici di Asti a pronunciarsi sul caso, come stabilito dal gup di Torino: i fatti contestati dalla Guardia di finanza, infatti, fanno riferimento alla locale di ‘ndrangheta di Carmagnola, territorio torinese che ricade però sotto la competenza del tribunale astigiano. headtopics.com

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni.

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

In Puglia il governatore Emiliano inaugura la pista ciclabile con Pippi Mellone, il sindaco (di destra) di NardòCon un passato in CasaPound e Azione Giovani, il primo cittadino si era fatto notare per la richiesta di chiudere l’Anpi di Lecce L'ha sfasciata la bicicletta La mascherina...nooo...te possino!👋🍷 Vi volevo dare pure la mia carta di debito ,si stende meglio senza livella!

Sfumature rosso fuoco su capelli neri e castani, per un'estate fiammante - VanityFair.itDopo la quarantena è boom di richieste rosso

Morti per inquinamento e morti per Covid, c’è una strada per evitare gli uni e gli altriL’ECOTTIMISTA – La consueta rubrica di ogni lunedì per Tuttogreen de La Stampa di Antonio Cianciullo stavolta ragiona sull’intreccio inestricabile tra stato dell’ambiente, lotta all’emergenza climatica e pandemie.

Viola il divieto di dimora, arresti domiciliari per lo storico Notav Emilio ScalzoPartecipava alle manifestazioni in Val Clarea nonostante gravasse su di lui il divieto di dimora nei comuni di Chiomonte e Giaglione. Brusco risveglio per Emilio Scalzo, storico leader del movimento no Tav finito questa mattina agli arresti domiciliari. I poliziotti della Digos sono intervenuti dopo aver più volte identificato nei boschi della zona il 65enne protagonista dei cortei e delle proteste riprese in val di Susa nelle ultime settimane, in concomitanza con i lavori di ampliamento del cantiere di Chiomonte. Una circostanza che ha reso inevitabile l’aggravamento della misura cautelare già disposta nei suoi confronti per gli scontri del 27 luglio scorso, quando venne individuato dalla polizia tra coloro che lanciavano sassi verso le forze dell’ordine. «La vendetta degli uomini in divisa per queste settimane di mobilitazioni non si fa attendere. Anche se fisicamente separati, vogliamo essergli vicini! Ritrovo oggi alle 18 in piazza del mercato a Bussoleno per raggiungere casa sua» hanno commentato gli attivisti sulla pagina facebook Notavinfo.

Lazio-Milan, Pioli: 'Vogliamo almeno l'Europa League'L'allenatore rossonero: 'Meritiamo di più e daremo tutto per fare punti. Ibra ci ha fatto crescere in tutti gli ambiti, un piacere allenarlo' Almeno “Almeno” 😂😂😂 e il massimo che potete arrivare 🤷‍♂️🤷‍♂️😂😂😂

La Regione: 300mila euro per “l’armonia dei bilanci” - Il Fatto QuotidianoSettecentomila euro di consulenze esterne per farsi spiegare le norme scritte di proprio pugno. È il paradosso che vive da anni Regione Lombardia, colpevole di aver creato un sistema di gestione della contabilità sanitaria talmente complicato, che nessuno è più in grado di comprenderlo. Un mare magnum formato da flussi di soldi tra Ats, Asst, … Non ci sono più i Ragionieri di una volta! Ma che bravi vi occupate a tempo pieno della Regione Lombardia, e le mascherine della Regione Lazio? marcotravaglio