Dl Crescita approda in Consiglio dei ministri, si cerca una via d’uscita sul “Salva-Roma”

Dl Crescita approda in Consiglio dei ministri, si cerca una via d’uscita sul “Salva-Roma”

22/04/2019 20.31.00

Dl Crescita approda in Consiglio dei ministri, si cerca una via d’uscita sul “Salva-Roma”

Castelli replica a Salvini: «Sui Comuni per me non c’è nessuna guerra con gli alleati di Governo»

La disposizione prevede la chiusura dal 2021 della gestione commissariale del maxi debito pregresso da 12 miliardi della Capitale. La norma dovrebbe alla fine restare nel testo, nonostante abbia aperto una frattura tra M5s e Lega, ma prende quota l’ipotesi di compromesso di allargare “l’ombrello di salvataggio” anche agli altri comuni a rischio dissesto. Ovvero mantenere la misura integrandola con la possibilità per i grandi comuni di rinegoziare i tassi di interesse sui vecchi mutui. Una soluzione ribattezzata “Salva Italia” che rischia però di avere un impatto sui conti.

L'Uomo di luglio: Romelu Lukaku in copertina Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega' Diletta Leotta vola in Turchia per conoscere la famiglia di Can Yaman: nozze in vista? - VanityFair.it

A confermare che si sta lavorando per tutti i comuni è stata anche il viceministro dell’Economia, Laura Castelli, che in un botta e risposta con il vicepremier Matteo Salvini ha sottolineato che «i Comuni vanno salvati tutti, perché così si salvano i servizi ai cittadini». «Sui Comuni per me non c’è nessuna guerra con gli alleati di Governo, e non c’è la necessità di una resa dei conti, mi dispiace che qualcuno della stampa voglia raccontarla così», ha affermato Castelli, precisando che «nel Decreto Crescita, in conversione, come abbiamo fatto ogni volta che ce n’è stato bisogno verranno inserite norme utili a risolvere le problematiche di molti Comuni, ognuno con una specificità. Ma in tanti casi non serve una norma di legge, e per questo stiamo lavorando su tanti tavoli».

Quanto ai rimborsi per i truffati, la norma, che modificherà l’impianto previsto nella legge di Bilancio, dovrebbe ricalcare lo schema del `doppio binario´ concordato con Bruxelles: un ristoro diretto per i risparmiatori con un reddito sotto 35.000 euro nel 2018 e un patrimonio mobiliare sotto i 100.000, circa il 90% della platea secondo il governo, e per il restante 10% una sorta di arbitrato semplificato davanti alla commissione di 9 esperti indipendenti creata ad hoc al Mef. La commissione dovrà verificare, all’interno di tipologie tipizzate, sia l’esistenza di violazioni massive sia del cosiddetto misselling, ovvero la vendita fraudolenta di toli e bond. headtopics.com

Questo schema è stato avallato da 17 associazioni e respinto da due: `Noi che credevamo nella Popolare di Vicenza´ e il `Coordinamento Don Torta´. Venerdì scorso i `dissidenti´, rappresentanti dei risparmiatori veneti, Luigi Ugone e Andrea Arman, sono stati convocati a Palazzo Chigi per un confronto tecnico al termine del quale era emersa la volontà dell’esecutivo di cercare il più ampio consenso possibile ma non quell’unanimità chiesta a più riprese dal capo politico M5s Luigi Di Maio, che implicherebbe il via libera delle due associazioni che hanno votato no alla proposta dell’esecutivo. Secondo le due organizzazioni, la norma così come dovrebbe essere impostata, è parametrata più sulle quattro banche fallite (Etruria, Banca Marche, CariFe e CariChieti) che non sulle venete e non garantisce il rimborso effettivo del 90% dei risparmiatori truffati, come indicato dal governo.

Leggi di più: La Stampa »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Uella la luminare !! Quella del ' .....Lo dice lei '

Dl crescita domani in Consiglio dei ministri, si cerca una via di uscita sul 'Salva-Roma'Compattezza xchè alternative non ci sono: Il Pd ha sprecato la precedente, il M5S non può attaccare l'Alleato x nascondere certe incapacità. Lavorare x migliorare. Grazie

Dl crescita «omnibus»: tutte le misure dal superammortamento alla proroga (senza scadenza) su AlitaliaIl provvedimento, che approderà nelle prossime ore sul tavolo del Consiglio dei ministri con l’obiettivo di ottenere il via libera definitivo - dopo il primo sì dell’esecutivo con la formula “salve intese” il 4 aprile scorso - ha in pancia ha misure ad ampio spettro Tutte misure innovative. Ma sti 3 ,sono quelli dell’AVE MARIA ?

Martedì il dl Crescita in Cdm: attesi il "Salva Roma" e gli indennizzi ai ai risparmiatori truffatiSalvo disaccordi nelle ultime ore, sembra essere stata raggiunta l'intesa sui provvedimenti che hanno tenuto a lungo appeso il decreto che contiene agevolazioni per le imprese e misure a favore dello sviluppo. Conte preme in particolare per il varo del Fondo per i risarcimenti bancari, anche se non è stata ragginta l'unanimità tra le associazioni

Governo, il Cdm approva Dl sanità, Calabria e 'sblocca cantieri'Esecutivo in trasferta in Calabria per emergenza sanità

Def, l'Istat: 'Con aumento Iva consumi giù dello 0,2%'Proseguono le audizioni al Documento di economia e finanza. L'Istituto si aspetta un calo della pressione fiscale sulle imprese del 2,2% con il dl Crescita. Bankitalia: 'Non finanziare taglio tasse in deficit. Senza aumenti Iva il disavanzo sale al 3,4%' invece di aumentare l'iva perché i rappresentanti delle istituzioni non smettono di involare il 55% del prodotto interno lordo della nazione come fanno ogni anno? Siete dei bastardi infami. Basta, andate via. governodimerda

Cdm, via libera allo Sblocca-cantieri. Conte: 'Già bollinato, domani in Gazzetta'. Ok al dl Calabria sulla sanità regionale - Il Fatto QuotidianoIl Consiglio dei ministri convocato nella prefettura di Reggio Calabria ha dato il via libera al decreto legge Sblocca-cantieri, a quasi un mese dalla prima approvazione “salvo intese”. È arrivato poi l’ok all’unanimità del cdm anche al dl sulla sanità definito ‘decreto Calabria‘. Il decreto sblocca-cantieri “ha acquisito la bollinatura della Ragioneria e domani mattina (venerdì, ndr)dovrebbe essere pubblicato … Molto bene!!

Dl crescita domani in Consiglio dei ministri, si cerca una via di uscita sul 'Salva-Roma'Compattezza xchè alternative non ci sono: Il Pd ha sprecato la precedente, il M5S non può attaccare l'Alleato x nascondere certe incapacità. Lavorare x migliorare. Grazie

Decreto sblocca cantieri, via libera dal Consiglio dei Ministri | Sky TG24 | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Decreto sblocca cantieri, via libera dal Consiglio dei Ministri | Sky TG24 | Sky TG24 a Salvini gli stanno spiegando cosa ha fatto il M5S mentre lui era in giro per l'Italia a mangiare? E' ritornata la squadra compatta per il bene del paese Italia.

Martedì il dl Crescita in Cdm: attesi il "Salva Roma" e gli indennizzi ai ai risparmiatori truffatiSalvo disaccordi nelle ultime ore, sembra essere stata raggiunta l'intesa sui provvedimenti che hanno tenuto a lungo appeso il decreto che contiene agevolazioni per le imprese e misure a favore dello sviluppo. Conte preme in particolare per il varo del Fondo per i risarcimenti bancari, anche se non è stata ragginta l'unanimità tra le associazioni

Salva-Roma, il no di Salvini è il bottone rosso per la crisi - Il Fatto QuotidianoOra può davvero saltare tutto. Non è più tempo per battutine e sciarade. Perché il caso Siri da crepa si è fatto faglia tra gli alleati per forza, Carroccio e M5S. Con i 5Stelle che ora tirano in mezzo direttamente lui, Matteo Salvini, chiedendogli se sapesse, se fosse a conoscenza del fatto che il figlio … lucadecarolis stammerda lucadecarolis Il barbaro legaiolo ha le ore contate! Di fronte alla schifezza della lega e della sua cozzaglia non possiamo più avere pazienza. La lega ladrona è abituata a tradire, lo ha già fatto col nano di arcore e lo sta facendo col M5S. Chiudere subito il manicomio, subito! lucadecarolis Ma è la solita pantomima elettorale. Si tirano i piatti un po di muso e poi si fa pace a letto con maggiore passione.

Il “salva-Roma” un test per la pace tra Lega e Cinque StelleMartedì il Consiglio dei ministri: Salvini e Di Maio torneranno a sedersi allo stesso tavolo dopo la tensione sul caso Siri E le accise?