Disabili, niente sostegno nelle accademie musicali. La petizione: 'Discriminatorio' - Il Fatto Quotidiano

Disabili, niente sostegno nelle accademie musicali. La petizione: “Discriminatorio”

12/07/2020 10.43.00

Disabili, niente sostegno nelle accademie musicali. La petizione: “Discriminatorio”

In Italia per gli studenti disabili, con disturbi dell’apprendimento, deficit intellettivi o cognitivi nei conservatori non è prevista nessuna tipologia di sostegno e assistenza durante l’intero percorso di studi nell’Alta Formazione Artistico e Musicale (AFAM). Mentre nelle scuole primarie e secondarie e nelle università gli allievi con disabilità possono ricevere supporto, seppure con tante criticità, …

conservatorinon è prevista nessuna tipologia di sostegno e assistenza durante l’intero percorso di studi nell’Alta Formazione Artistico e Musicale(AFAM). Mentre nelle scuole primarie e secondarie e nelle università gli allievi con disabilità possono ricevere supporto,

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Gabriele Paolini in carcere: la condanna definitiva a 8 anni da scontare nella casa circondariale di Rieti I due ragazzi contro i genitori No Vax: «Vaccinateci, vogliamo essere liberi»

, questo non avviene nelle accademie di musica.Proprio per colmare questo vuoto, il22 maggioè stata depositata in Parlamento unaproposta di leggeper istituire dei comitati specifici per la disabilità nei conservatori e la figura dei tutor che dovrebbero accompagnare gli studenti disabili nel loro percorso accademico. Per accendere un faro su questo problema

Fabrizio Acanfora, ex studente di conservatorio eautistico ad alto funzionamento, insieme ad un gruppo di docenti di musica impegnati per i diritti dei disabili conosciuti durante una conferenza in Parlamento a dicembre 2019, halanciato una petizione su change.org headtopics.com

.“Ancora oggi – si legge nella petizione – nonostante le norme stratificate nell’ordinamento italiano volte a garantire laparità di ogni cittadinodi fronte allo Stato e nel diritto allo studio, per gli studenti con disabilità che scelgono di accedere all’AFAM parificata con l’università, non trova piena applicazione la

tutela del diritto allo studio”. Per Acanfora “l’obiettivo della raccolta firme è divulgare il più possibile la questione, far emergere questadiscriminazionee soprattutto far arrivare un messaggio forte ai legislatori affinchè questa iniziativa non venga dimenticata come spesso succede quando riguarda le persone più fragili e meno tutelate”.

Acanfora, che insegnaal Master in Musicoterapia dellaUniversitat de BarcelonaEccentrico. Autismo e Asperger in un saggio autobiografico, ha vissuto sulla propria pelle questi disagi. “Ho avuto una grande quantità di difficoltà per arrivare al diploma, principalmente sociali e di metodologia di apprendimento”, racconta. All’epoca era riuscito a frequentare il conservatorio perché non avendo ancora una diagnosi, “ero solo un ragazzo considerato ‘difficile’, ma oggi se sei disabile o neurodiverso nemmeno ti fanno passare l’esame di ammissione, perché gran parte dei docenti non ha una preparazione adeguata sul sostegno e non vogliono prendersi la responsabilità di portare avanti la formazione di studenti con necessità speciali”.

Così Acanfora, pur vivendo in Spagna, ha voluto impegnarsi in prima persona e sostenere questabattaglia civile di uguaglianzaper far sì che le cose cambino. “Vorrei rendere finalmente i conservatori deiluoghi inclusivianche, ad esempio, per ragazze e ragazzi con disturbi dell’apprendimento o dello spettro autistico, ma non solo”, racconta a headtopics.com

Un mese alle Olimpiadi: le paure dei giapponesi, i sogni degli italiani. Il podcast Sala risponde a Paragone: 'Io 'fighetto'? Ci vuole coraggio a dirlo di uno che da 40 anni lavora come un pazzo' Migranti, Draghi: 'Gestione dei flussi non può essere solo italiana. Va superato Regolamento di Dublino, appartiene a un'altra fase storica' - Il Fatto Quotidiano

ilfattoquotidiano.it. “Quelli che lo fanno sono pochissimi, in quei rari casi dipende dalbuon cuore dei singoli istitutie docenti. Ma non esiste una garanzia assoluta a livello nazionale per questi studenti che vengono di fatto penalizzati”. Il suo appello finale è rivolto ai cittadini per aiutare a mantenere viva l’attenzione su questo argomento firmando la petizione online (

) e alle istituzioni preposte per garantire pari diritti per tutti gli studenti.Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momentoabbiamo bisogno di te.In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.

Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

I soldi servono nelle PA per cocaina e troie (vedi Caltanissetta) Una situazione che il governo deve sanare subito Complimenti,un altro bel passo verso l'inciviltà.

Il sogno del capitalismo perfetto rischia di distruggere la società e il mondoL’ideologia ultima e più insidiosa, la morte delle ideologie, è l’espressione del trionfo del liberalismo maturo con l’etichetta, già parzialmente deteriorata ma ancora egemonica, ... Le recensioni 📖 di Tuttolibri . Penso che l'idea del mercato che si autoregola sia sepolta da tempo. Il liberismo resta la più efficace maniera per produrre ricchezza, anche se non per redistribuirla. Il libero mercato tende inoltre a creare oligopoli, quindi una regolamentazione esterna resta indispensabile Poi sarebbe molto interessante sapere chi regola cosa sulla base di quale expertise...e chi decide queste poche e semplici cose. Una bazzecola

La consulta boccia i decreti sicurezza e il governo ne rimanda le modificheLa corte costituzionale ha dichiarato illegittima la norma che esclude i richiedenti asilo dalla residenza. Intanto la maggioranza e il governo preparano cambiamenti alle leggi Salvini sull’immigrazione, ma non prima dell’autunno. Leggi

Il filosofo e la piazzaDopo aver traslocato per mesi la nostra vita sociale sul web, torniamo agli incontri dal “vivo”, concerti, presentazioni e Festival, a cominciare da quelli dedicati alla filosofia: l'assaggio a Roma con la manifestazione “Prendiamola con filosofia” per poi proseguire a settembre con un cartellone fittissimo

Robert De Niro, il Covid lo mette «sul lastrico» e la moglie lo trascina in tribunaleLa star di Hollywood ha visto crollare le entrate derivanti dai suoi business «extra recitazione», la catena di ristorazione Nobu e il Greenwich Hotel No la moglie, ha scoperto le sue infinite ''corna'' e adesso gli tocca pagare, come ogni marito, dovrebbe! GRANDE BOB Quando l’amore è finito, gli alimenti colmano il vuoto. (Marlene Dietrich)

Il Papa sceglie Draghi per la Pontificia Accademia delle Scienze SocialiFrancesco ha scelto l’ex presidente della Bce insieme a una docente nigeriana inmpegnata contro la tratta degli umani e un professore emerito cileno di Sociologia Strettissimo aggancio (alta) finanza altare.... 👏👏 😀😀😀

Il bikini con ferretto, la tendenza retro da copiare alle starDa Kate Upton a Kaia Gerber, tutte le star in costume con ferretto per l'estate 2020. Una tendenza bikini da copiare che esalta le forme naturali